Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Copra Elior senza problemi con Trento

Tutti gli obiettivi sono centrati. Successo 3-0 su una Trento più incerottata di una mummia, ottavo successo consecutivo in campionato, secondo posto consolidato (vincendo a Ravenna nel recupero Piacenza avrebbe nove lunghezze di vantaggio su...

Luca Vettori, per lui 13 punti contro Trento (legavolley.it)
Tutti gli obiettivi sono centrati. Successo 3-0 su una Trento più incerottata di una mummia, ottavo successo consecutivo in campionato, secondo posto consolidato (vincendo a Ravenna nel recupero Piacenza avrebbe nove lunghezze di vantaggio su Perugia) e un punto rosicchiato a Macerata, portata al tie break da Cuneo come è successo domenica scorsa ai biancorossi. I numeri sintetizzano la serata di un Copra Elior troppo superiore agli avversari anche solamente per mettere in forse una partita già decisa prima di entrare in campo.

ASSENZE - La Diatec non ha opposti e deve pescare in B1 mandando in campo il giovane prospetto Nelli, fisicamente dotatissimo ma ovviamente in difficoltà per il salto doppio a cui è costretto da un paio di settimane, deve tenere a riposo capitan Birarelli e lascia in tribuna anche Sintini, vittima dell’influenza. A ranghi completi sarebbe una sfida equilibrata, in questo modo gli ospiti non possono contrastare il cammino di una Piacenza che subì l’ultima sconfitta proprio a Trento a metà dicembre. Sembra il remake della pubblicità “ti piace vincere facile”; la formazione di Serniotti ci prova in avvio di ogni frazione ma crolla non appena Piacenza prende qualche punto di vantaggio. Troppi errori per poter impensierire un sestetto solido ed esperto come quello biancorosso.

CORSA - Il Copra Elior mostra chiaramente di avere gambe non proprio freschissime e fiato corto, logica conseguenza di un tour de force che proseguirà ancora per i prossimi dieci giorni. Non è una prova perfetta quella dei ragazzi di Monti, ma tanto basta per conquistare i tre punti senza mai mettere in dubbio l’esito dell’incontro. Vettori prosegue sulla falsariga della prova di Cuneo: non è numericamente così devastante perché si giocano solo tre set, ma ha il braccio caldo e a parte un paio di errori marchiani al servizio dimostra di attraversare un buon momento. Discorso praticamente identico per Fei, mentre capitan Zlatanov è a caccia dell’ennesimo record che contro Trento sfiora solamente. Hristo sarà il primo giocatore a sfondare il muro dei 9000 palloni messi a terra in Italia; gli servirebbero 16 punti ma si ferma a due sole lunghezze dal traguardo. Nessun problema, basterà pazientare ancora un paio di giorni e sabato contro Latina arriverà il nuovo primato assoluto, a confermare la grandezza di un giocatore che ha fatto la storia del Copra e ha scelto di restare a Piacenza rinunciando anche a qualche assegno pesante.

ANTICIPO - Parlare di anticipo della semifinale di Coppa Italia in programma l’8 marzo a Bologna è prematuro. Mancano venti giorni e bisogna capire chi e come riuscirà a recuperare Trento. Monti a fine partita spiega chiaramente che a breve termine è proprio la Coppa l’obiettivo principale della società, disposta eventualmente anche a rischiare qualcosa in campionato per arrivare al top al PalaDozza. Se ne parlerà fra un po’, adesso Piacenza può continuare a pensare positivo.

PIACENZA – TRENTO 3-0
(25-19, 25-18, 25-20)
COPRA ELIOR PIACENZA: Papi 4, Fei 7, Vettori 13, Zlatanov 14, Simon 8, De Cecco 3; Marra (L), Tencati. Ne: Le Roux, Partenio, Smerilli (L), Kaliberda e Husaj. All. Monti
DIATEC TRENTINO: Nelli 7, Lanza 9, Burgsthaler 6, Suxho 3, Ferreira 2, Solé 10; Colaci (L), Fedrizzi 1, De Paola. Ne: Giannelli, Birarelli, Thei (L) e Polo. All. Serniotti
ARBITRI: Pasquali e Sampaolo
NOTE: Spettatori 3280, incasso 21700. Durata set: 24’, 22’, 24’; tot. 70’

Il film della gara
Aggiornamento - Come nei primi due deu l'avvio è equilibrato e a quota 11 le due formazioni sono ancora appaiate, dopo un buon avvio di Piacenza, quindi il diagonale di Zlatanov porta le squadre al riposo con i biancorossi avanti 12-11. Poi Vettori scatenato in battuta trova l'ace del 15-11, quindi Papi mura Nelli per il 17-12. E ancora dal servizio arriva il punto del 19-14 messo a segno da Simon. Piacenza probabilmente pensa di aver chiuso la gara, sbaglia due palloni e la Diatec è lì pronta ad approfittarne: 18-20. Ma Piacenza torna a correre e chiude con un palleggio di de Cecco per il 25-20.

Aggiornamento - Vettori attacca out il 15-14 Trento, ma Piacenza è sempre lì e bastano un paio di indecisioni per lanciare Piacenza 17-15 grazie al muro di Fei su Lanza, che successivamente sbaglia anche il 21-17 Copra Elior. Simon chiude il servizio di Fei per il 23-17 e poi Burgsthaler manda in rete con il servizio il 25-18 Piacenza

Aggiornamento - Marra accusa qualche problema in ricezione e il muro ferma Zlatanov per il 3-1 Trento. Poi lo stesso capitano riporta avanti Piacenza con il mani e fuori che vale l’8-7, quindi Piacenza si porta 12-11 ancora con Zlatanov dopo una gran difesa di Vettori. ma Trento non molla e risale con Lanza che gioca sul muro per il 14-12 Diatec

Aggiornamento - La veloce di Simon porta Piacenza avanti 16-13, Ferreira al servizio spara out il 17-14. Gli arbitri non sembrano in grande serata e innervosiscono entrambe le squadre. Piacenza con queste formazioni è più forte e Zlatanov piazza il diagonale del 20-17, poi il servizio di Fei viene dato out dal direttore di gara ma il video check dice che la palla è dentro: 21-17 Piacenza. De Cecco sfrutta Simon per il 23-18 e Serniotti ferma il gioco, ma l'errore di ferreira chiude la prima frazione 25-19

Aggiornamento - Due errori di Nelli dalla seconda linea riportano avanti Piacenza 11-10, poi Zlatanov mette a terra il suo primo punto che vale il 12-11 Copra Elior

Aggiornamento - Trento è in campo con il giovanissimo Nelli da opposto, Birarelli è in panchina e Sintini in tribuna. L’avvio è equilibrato, poi Papi gioca sul muro di Trento per il 6-4, Simon difende due palloni nella stessa azione e Fei spara addosso al muro trentino l’8-5. Piacenza si innervosisce per la seconda decisione arbitrale dubbia e Papi spara out l’8-8 per poi farsi murare il 9-8 Trento che trova anche il doppio vantaggio

Al PalaBanca va in scena una classicissima del campionato, con il Copra Elior che ospita Trento. Diatec decimata dagli infortuni e priva di opposti di ruolo, mentre Piacenza può disporre della rosa al completo. Un successo permetterebbe alla formazione di Monti di blindare il secondo posto, con Perugia rimasta unica avversaria dei biancorossi ma comunque distanziata di sei lunghezze e con una gara in più. Piacenza scende in campo con il sestetto titolare: De Cecco in regia, Vettori opposto, Simon e Fei centrali, Papi e Zlatanov di banda e Marra libero.
Segui il live su www.sportpiacenza.it
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Fontana chiude tutti i campionati della Lombardia. Il San Rocco però gioca, rimane in piedi la Serie D

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento