rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Volley A1 maschile

Volley - Copra Elior, primi tre punti in campionato

Si conclude come i tifosi biancorossi si erano augurati, rispettando i valori che sulla carta indicano il Copra Elior nettamente superiore a Vibo Valentia. Finisce con un quarto set dominato dalla formazione di Monti, ma alle spalle Piacenza ha...

Si conclude come i tifosi biancorossi si erano augurati, rispettando i valori che sulla carta indicano il Copra Elior nettamente superiore a Vibo Valentia. Finisce con un quarto set dominato dalla formazione di Monti, ma alle spalle Piacenza ha una prova in cui ancora una volta deve fare i conti con sprazzi di gioco spettacolare alternati a momenti di inspiegabili incomprensioni. In questa primissima fase della stagione ci può stare, così del 3-1 rifilato alla Tonno Callipo (25-23, 25-22, 15-25, 25-13) bisogna sottolineare soprattutto gli aspetti positivi. Lo è sicuramente la condizione stratosferica di Alessandro Fei, che ha ritrovato al volo tempi e qualità del centrale di livello assoluto. Spaventosamente efficace in attacco, non ripete a muro la prova da applausi di Champions League, ma è il giocatore che chiude sia il primo sia il secondo set in cui Piacenza conduce a lungo ma poi rischia di perdere per colpa di qualche amnesia di troppo.

ARCHIVIO - Totalmente da dimenticare la battuta (22 errori, quasi un set regalato, a fronte di soli 3 ace), mentre tutti gli attaccanti mettono in campo una prova di spessore, orchestrati dal solito fantasioso De Cecco. Lo dimostra un tabellino in cui Vettori è il miglior marcatore con 17 punti, ma a rete arrivano le consuete garanzie anche dal solito inarrestabile Simon e dalla coppia Zlatanov-Papi. Il capitano paga qualcosa in ricezione, ma davanti è la solita certezza, mentre Samuele entusiasma soprattutto in un secondo set in cui diventa il trascinatore assoluto, prendendosi gioco con una semplicità disarmante del muro avversario anche su palloni quasi impossibili.

Succede così che i 32 errori complessivi non incidano, per fortuna, sul risultato finale, nonostante Vibo si dimostri formazione solida che può contare su un trio di palla alta in condizioni più che buone. Randazzo fa capire perché la Macerata del futuro potrà contare su di lui, mentre Gavotto e Ogurcak dimostrano di volersi lasciare alle spalle l’ultima stagione sfortunata, per motivi diversi.

RISCHIO - Nonostante tutto Piacenza vince e a tratti domina, anche se solo nell’ultima frazione non rischia mai nulla. Nella terza viene annientata da Vibo, mentre nei due set iniziali pur dando l’impressione di essere superiore non riesce mai a scrollarsi di dosso gli avversari. Bravi a rimanere avvinghiati alle spalle dei biancorossi, che però hanno l’obbligo di fare qualcosa in più per eliminare sgradite compagnie. L’aspetto positivo comunque esiste: pur essendo lontano dal top il Copra Elior riesce a conquistare tre punti bissando il successo di mercoledì in Champions. E soprattutto mette in mostra una reazione encomiabile: dopo la scoppola del terzo set sono bravi i biancorossi a cancellare incertezze e dubbi chiudendo immediatamente la gara con una partenza sprint.

Adesso sotto con Tours, in quello che probabilmente è l’incontro più importante di tutto il girone di qualificazione di Champions. Mercoledì in Francia bisognerà mettere in mostra un altro passo in avanti: il nuovo Copra Elior per avere tutto il tempo di crescere ha bisogno anche di risultati tranquillizzanti.

PIACENZA – VIBO VALENTIA 3-1
(25-23, 25-22, 15-25, 25-13)
COPRA ELIOR PIACENZA: Fei 11, Vettori 17, Zlatanov 12, Simon 13, De Cecco, Papi 9; Marra (L), Tencati, Partenio, Kaliberda 3, Le Roux 1, Husaj 1. Ne: Smerilli. All. Monti
TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Randazzo 11, Forni 2, Gavotto 15, Ogurcak 13, Crer 8, Steuerwald 1; Plot (L), Trinidad, Villena 1, Presta, Sardanelli. Ne: Thiaw. All. Blengini
ARBITRI: Pasquali e Sampaolo
NOTE: Spettatori 3400, incasso 23000. Durata set: 26’, 25’, 22’, 23’; tot. 96’.

Il film della gara
Aggiornamento quarto set - Copra Elior-Vibo Valentia 2-1 (25-23, 25-22, 15-25, 25-13) L’ace di Fei per l’1-0 fa capire che Piacenza è in campo con un altro spirito. La formazione di Monti non vuole correre il rischio di andare al tie break e quando ci si ferma per la sosta tecnica i biancorossi hanno doppiato gli avversari, con il 12-6 di Simon. Continua a correre Piacenza, che con la serie al servizio di Zlatanov crea enormi problemi alla ricezione di Vibo a porta Piacenza 19-10. Un vantaggio tranquillizzante che Piacenza porta senza problemi fino alla fine, conquistando i primi tre punti della stagione in campionato.

Aggiornamento terzo set - Urbino-Rebecchi Nordmeccanica 0-2 (16-25, 19-25, 23-25) Chiude senza rischiare più di tanto la Rebecchi Nordmeccanica, che anche nella terza frazione cambia ritmo nel momento in cui serve lasciando vedere alle avversarie solamente le spalle. Il parziale è equilibrato fino a 8, quindi la formazione di Caprara sfrittando al meglio anche le centrali De Kruijf e Leggeri allunga e a quota 20 ha cinque lunghezze di vantaggio sulle avversarie che non sembrano in grado di fare nulla per ostacolare le ospiti. Invece nel finale risalgono portandosi fino al 23-24, poi le piacentine chiudono 25-23

Aggiornamento terzo set - Copra Elior-Vibo Valentia 2-1 (25-23, 25-22, 15-25) L’attacco di Randazzo è dato out dal direttore di gara, ma il video check lo corregge consegnando l’8-5 a Vibo Valentia. Poi Gavotto mette a terra il 12-8 che mette in evidenza qualche imprecisione biancorossa. Sul 14-8 spazio a Kaliberda per Zlatanov, quindi dentro Le Roux per Simon, ma i padroni di casa continuano a regalare troppo: Papi attacca out il 16-9 ospite. Il video check dà ancora ragione a Vibo per l’ace di Ogurcak del 18-10, che porta in campo anche Husaj al posto di Papi. Ma ormai la frazione è segnata e Vibo accorcia le distanze nel conto dei set 25-15.

Aggiornamento secondo set - Copra Elior-Vibo Valentia 2-0 (25-23, 25-22) Parte meglio Vibo Valentia, che sfrutta un buon attacco per mettere dietro Piacenza. Ma i biancorossi hanno la pazienza di restare in gara anche quando le cose si complicano, facendo poi fruttare i momenti positivi. Così allo stop tecnico Papi sfrutta il muro a due per firmare il primo vantaggio: 12-11. Simon e Vettori battono forte, ma la ricezione vibonese non si fa intimorire e la gara prosegue sui binari dell’equilibrio: errore di Fei che forza eccessivamente un attacco ed è parità a 14. Poi l’ace su Zlatanov di un Randazzo molto positivo porta gli ospiti avanti 17-16. Ma Fei risponde dai nove metri e permette a Zlatanov di firmare il nuovo vantaggio 18-17. Nessuna delle due squadre si stacca e a 20 è ancora tutto da decidere. Poi Vettori e un Papi fino a questo momento perfetto regalano il 23-21 ai biancorossi, poi chiude un super Fei a muro: 25-22.

Aggiornamento secondo set - Urbino-Rebecchi Nordmeccanica 0-2 (16-25, 19-25) Nella seconda frazione l’equilibrio dura a lungo: Ancora una volta è Piacenza a partire meglio, ma Urbino dimostra di avere tutte le intenzioni di vendere cara la pelle e a 14 le due formazioni sono a braccetto. Qualche scambio con i rispettivi cambiopalla a fare la voce grossa, poi la Rebecchi Nordmeccanica decide che è ora di lasciare sul posto le avversarie: allungo fino al 22-18 che è il prologo del definitivo 25-19

Aggiornamento primo set - Copra Elior-Vibo Valentia 1-0 (25-23) Piacenza viaggia sull’asse dei centrali: due muri di Simon fanno capire a Vibo quanto sarà dura in attacco, l’ace di Fei vale il 9-6. Poi Zlatanov difende in tuffo e De Cecco inventa per il 14-9 di Simon. Due errori di Zlatanov in ricezione, una chiamata molto dubbia su un attacco out di Randazzo e lo sbaglio di Vettori riportano sotto gli ospiti fino al 14-15 e al time out chiesto da Monti. Piacenza riprende a macinare gioco e si porta 21-19, poi inizia una serie di errori al servizio da ambo le parti da cui esce meglio Piacenza con la veloce di Fei per il 25-23

Aggiornamento primo set - Urbino-Rebecchi Nordmeccanica 0-1 (16-25) Tutto facile per la Rebecchi Nordmeccanica, che spezza il parziale a metà: avanti 9-8 la formazione di Caprara allunga in modo deciso puntando soprattutto sulla coppia Meijners-De Kruijf, con un parziale di 9-2 che schianta Urbino. Sul 18-10 la frazione è definita, con la formazione di Caprara che non ha problemi a chiudere 25-16

Esordio casalingo per il Copra Elior, che al PalaBanca ospita Vibo Valentia con l'obiettivo di dimenticare la sconfitta patita all'esordio in casa di Città di Castello. Monti propone il sestetto titolare, capace di vincere mercoledì in Champions con il Lubjana: de Cecco in regia, Vettori opposto, Simon e Fei centrali, Papi e Zlatanov di banda con Marra libero.

La Rebecchi Nordmeccanica è impegnata a Urbino per confermare quanto di buono fatto vedere sabato scorso nell'anticipo televisivo contro Forlì. Dopo la lunga trasferta di Mosca dunque ancora una appuntamento lontano da Piacenza: il tecnico Caprara propone la formazione consueta con Ferretti in palleggio, Van Hecke opposto, Leggeri e De Kruijf centrali, Bosetti e Meijners schiacciatrici e Sansonna libero.
Segui i live delle gare su www.sportpiacenza.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley - Copra Elior, primi tre punti in campionato

SportPiacenza è in caricamento