Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Copra Elior in semifinale con Perugia

Finisce con i Lupi Biancorossi che intonano il solito coro, ormai diventato un portafortuna: «Luca Monti portaci in finale». Pensano già alla prossima sfida i tifosi, perché domenica al PalaBanca inizia la serie di semifinale contro...

De Cecco e Simon in azione

Finisce con i Lupi Biancorossi che intonano il solito coro, ormai diventato un portafortuna: «Luca Monti portaci in finale». Pensano già alla prossima sfida i tifosi, perché domenica al PalaBanca inizia la serie di semifinale contro Perugia (capace di eliminare Cuneo); un gradino che Piacenza si guadagna superando con un netto 3-0 Città di Castello in trasferta. Il bis del successo conquistato giovedì scorso in casa ha la firma indelebile di Luca Vettori: l’opposto biancorosso spacca in due un primo set sostanzialmente equilibrato con quattro ace che demoliscono le convinzioni degli umbri. Non basta: in contrattacco Vettori è una furia per tutto l’incontro, il muro prova a fermarlo senza mai ottenere risposte adeguate. Così finisce con 22 punti frutto di 6 ace e di un 62 per cento in attacco con i tifosi umbri a urlargli «Tira piano» ogni volta che la palla passa dalle sue parti.

BATTUTA - Il servizio è il fondamentale chiave per il Copra Elior: «Se battiamo bene vinciamo» sentenzia Kaliberda a fine gara; logico quando puoi contare sulla potenza di Simon e Fei che si somma a quella di Vettori. Ma la differenza non arriva solo dai nove metri. Piacenza getta le fondamenta del successo con una grande gara in difesa e permette a De Cecco di rigiocare in più di un’occasione. E gli attaccanti piacentini possono non mettere a terra la palla una volta, quasi mai sbagliano se dispongono di una seconda occasione.

PALAKEMON - L’Altotevere è trascinato da 2mila tifosi rumorosissimi, Piacenza ha dalla sua parte i 50 Lupi Biancorossi che si sono sobbarcati centinaia di chilometri e a cui la squadra regala uno spettacolo eccellente. Dopo il carico di lavoro seguito alla Coppa Italia adesso la squadra di Monti sta tornando al proprio livello di gioco, così un PalaKemon infuocato ottiene l’effetto di infiammare il Copra Elior.

CONFRONTO - Vettori stravince il confronto con un Van Walle molto sottotono, De Cecco esagera chiedendo l’impossibile in un paio di giocate ma poi riceve applausi anche dagli avversari per le solite magie in coppia con Simon, Papi disputa una gara tutta sostanza in ricezione e in attacco e il solito Kaliberda conferma che è riduttivo considerarlo la riserva degli schiacciatori titolari. Perché non bisogna dimenticare che questa squadra ha vinto una Coppa Italia e adesso è in semifinale scudetto senza poter contare su capitan Zlatanov.
Piacenza fa meglio in ogni fondamentale e dopo meno di un’ora e venti di gioco esce dal campo a braccia alzate. Da domenica si riparte con un obiettivo ancora più importante: fra la finale e il Copra Elior resta solamente l’ostacolo di Perugia.

ALTOTEVERE CITTA' DI CASTELLO - COPRA ELIOR PIACENZA 0-3
(20-25, 22-25, 21-25)
ALTOTEVERE CITTà DI CASTELLO: Franceschini, Fromm 17, Carminati, Corvetta 2, Dolfo, Massari 12, Tosi (L), Piano 5, Van Walle 5, Rossi 2. Non entrati Lensi, Lo Bianco, Marchiani. All. Radici
COPRA ELIOR PIACENZA: Marra (L), Le Roux, Papi 10, Fei 5, Kaliberda 10, Simon 13, Tencati, Vettori 22, De Cecco 2. Non entrati Partenio, Smerilli, Zlatanov, Husaj. All. Monti
ARBITRI: Pol e Tanasi
NOTE - durata set: 25', 26', 26'; tot: 77'.

Il film della gara
Aggiornamento - Van Walle manda fuori il servizio del 19-15 Piacenza mentre Simon spara a terra il 21-17 e il successivo 22-18 con un altro suggerimento in bagher di De Cecco. Papi manda in rete il primo match point, poi Van Walle regala al servizio il 25-21 e la semifinale a Piacenza che domenica affronterà Perugia al PalaBanca in gara1.

Aggiornamento - Simon al servizio e Vettori in attacco portano Piacenza 14-12. L’opposto spara a terra anche il diagonale del 15-13, poi van Walle manda out il 16-13 e Fei allunga le distanze: 17-13

Aggiornamento - Il solito Vettori trova il diagonale del 9-7 Piacenza, poi Massari pareggia a 10 con il Copra Elior in difficoltà sulla battuta di Fromm che successivamente spara fuori l’11-10, poi una magia di De Cecco trova Simon pronto per il 12-11

Aggiornamento - Kaliberda mura Van Walle per il 4-2, poi Vettori spara sul muro di Massari e quindi in tribuna la palla del 6-5 Piacenza, ma subito dopo proprio Massari pareggia a 6, quindi Papi trova il mani e fuori del 7-6

Aggiornamento - Papi trova il mani e fuori del 23-21, quindi Simon piazza l’ace del 24-21, poi Papi chiude con il diagonale del 25-22

Aggiornamento - Gli umbri nonostante qualche problema in ricezione di Fromm, che viene preso di mira dalla battuta piacentina, trovano con Piano il 17-19. De Cecco esagera e non trova l’intesa con SImon regalando il 19-20 ai padroni di casa. Che avrebbero anche l’occasione per rigiocare il 20-20 ma l’arbitro fischia un fallo in palleggio a Piano, quindi Simon trova il 22-20. Entra Le Roux e manda fuori il servizio: 21-22

Aggiornamento - Ancora Vettori e ancora ace, la scena si ripete due volte per il 14-11. Piacenza gioca bene, ma Città di Castello non ha nessuna intenzione di stendere il tappeto rosso agli emiliani e trascinata da un pubblico rumorosissimo prova a risalire 14-17, quindi Vettori viene murato da Piano su una palla molto difficile: 15-18. Poi il muro su Papi vale il 16-18 con Monti che ferma il gioco

Aggiornamento - L’avvio è nuovamente in equilibrio, poi Fromm trova l’ace del 6-5 su Kaliberda ma Papi trova uno spazio invisibile nel muro umbro per il 7-7. L’azione più lunga della partita viene chiusa da Matteo Piano che mette a terra il 9-8 umbro, quindi Fromm trova il doppio vantaggio. Poi ci pensa Simon con il muro a pareggiare a 10; Vettori porta in vantaggio Piacenza e allo stop tecnico il 12-11 è merito di una veloce del cubano

Aggiornamento - Nuovo ace di Vettori (corretto del video check) 21-19 poi Simon spara al centro del campo il 22-19 quindi uno scatenato Vettori trova l’ace del 23-19 e quello su Massari del 24-19, poi ci pensa Simon a mettere a terra il 25-20

Aggiornamento - Vettori in assoluto è il più continuo e trova il punto del 16-17 anche con il muro piazzato di fronte. Fei a muro tiene Piacenza a meno 1: 17-18, poi van Walle attacca direttamente out il 18 pari. E’ ancora Vettori a trovare l’ace (fortunoso, con l’aiuto del net) che riporta avanti Piacenza 20-19

Aggiornamento - Piacenza non è impeccabile in fase di cambiopalla e Città di Castello ne approfitta per rigiocare con Rossi il 13-12, poi Papi pareggia a 13. Non basta un bel tuffo in difesa di Simon perché il Copra Elior conquisti il punto, così gli umbri sono ancora avanti 14-13 e aumentano il vantaggio con il doppio ace di Fromm su Papi e Marra: 16-13

Aggiornamento - Fromm viene messo in difficoltà in ricezione, Papi mura ancora van Walle e poi Vettori mette a terra il diagonale del 9-7. Piacenza mantiene sempre il vantaggio di un paio di punti anche se non trova grandi risposte dal servizio e quando Simon mette a terra la veloce il Copra Elior è avanti 12-10

Aggiornamento - Massari trova subito l’ace, Vettori invece spara in rete il 4-3 umbro. Papi mura van Walle e le squadre sono ancora in parità a 5, poi Piacenza passa avanti con la pipe che Massari manda in rete

Copra Elior in campo a San Giustino per gara2 dei quarti di finale play off contro Città di Castello. Se Piacenza vince (con qualsiasi risultato) ottiene il pass per le semifinali, se invece sono i padroni di casa a conquistare il successo si decide tutto in gara3 in calendario giovedì al PalaBanca.
Monti conferma la formazione capace di vincere 3-1 in gara1 giovedì scorso; Zlatanov parte ancora in panchina, giocano De Cecco in regia, Vettori opposto, Fei e Simon al centro, Papi e Kaliberda di banda con Marra libero.
Dal nostro inviato a San Giustino

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento