Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Copra Elior grande cuore, Modena ko

Tre giorni non sono bastati per allontanare dal PalaBanca il pieno di adrenalina ottenuto dal distributore di Champions grazie al successo su Macerata. Oltretutto Piacenza non vuole dimenticare in fretta e lo si capisce...

Volley - Copra Elior grande cuore, Modena ko - 1


Tre giorni non sono bastati per allontanare dal PalaBanca il pieno di adrenalina ottenuto dal distributore di Champions grazie al successo su Macerata. Oltretutto Piacenza non vuole dimenticare in fretta e lo si capisce dal tributo dei 3800 spettatori tutti in piedi all’ingresso dei biancorossi. «Non è facile reggere a livello mentale così tanti impegni ravvicinati» aveva anticipato Monti.

RIACCENDERE - E se a un certo punto le emozioni iniziano a ridursi, anche complice un calo giustificato di Piacenza, ci pensano gli arbitri a riaccendere una sfida che sta spegnendosi. La cronaca spicciola, anche in base a quanto è stato possibile ricostruire a fine partita: sul 23-19 Deroo attacca sul muro di Piacenza con la palla che finisce fuori. L’arbitro vede un’invasione dello schiacciatore ospite e assegna il punto al Copra Elior. Immediata la richiesta del video check che smentisce quanto visto dai direttori di gara: in questo caso il regolamento prevede che si rigiochi il punto. Cesare e Santi invece prima assegnano la palla a Modena quindi, dopo il reclamo preannunciato da Zlatanov e dopo che Cesare scende dal seggiolone per un nuovo colloquio, arriva la decisione di ripetere l’azione.

ECCO FEI - La squadra di Lorenzetti arriva a condurre 24-20, poi dietro la linea dei nove metri si presenta Fei: è l’inizio della fine. Il centrale spara a tutto braccio, Simon mura due volte Bartman e poi scaraventa a terra il 26-24 provocato da una ricezione errata degli ospiti. Modena è imbufalita, Monti si lamenta per qualche parola di troppo di Bruno, Lorenzetti e Papi prima si affrontano a muso duro in campo e poi si scusano.

Intanto il PalaBanca sta esultando per una Piacenza che non sarà brillante come giovedì scorso in Champions ma ha comunque un grande cuore e soprattutto campioni capaci di tirare sempre più forte quando il Copra Elior sembra sul punto di esalare l’ultimo respiro.
Intanto in attesa di mercoledì prossimo, quando con Vibo i biancorossi si giocheranno l’accesso alla Final four di Coppa Italia, Piacenza arriva a tre punti dalla capolista Macerata sconfitta in casa di Perugia.

COPRA ELIOR PIACENZA - CASA MODENA 3-1
(29-27, 25-22, 17-25, 26-24)
COPRA ELIOR PIACENZA: Marra (L), Le Roux 8, Partenio, Papi 2, Fei 10, Kaliberda 4, Simon 22, Zlatanov 16, Husaj, Tencati, Vettori 6, De Cecco 3. Non entrati Smerilli. All. Monti.
CASA MODENA: Manià (L), Donadio, Sala 12, Sket 6, Deroo 19, Kampa 1, Bartman 23, Beretta 8, Bossi, Mossa De Rezende 1, Kovacevic 7. Non entrati Hendriks. All. Lorenzetti.
ARBITRI: Cesare, Santi.
NOTE - Spettatori 3900, incasso 29000, durata set: 37', 33', 25', 35'; tot: 130'.

Il film della gara
Aggiornamento - L'attacco di Piacenza cala vistosamente e Zlatanov subisce il muro del 20-16 salvo poi mettere a terra il 17-20. Modena vola ancora, poi Kampa manda in rete il 19-22. Palla contestatissima quella del 23-19, con gli arbitri che non sanno cosa decidere su una palla out su cui Piacenza chiede l'invasione a rete. Lungo stop e poi si rigioca il punto che Zlatanov mette a terra per il 23-20. Modena vola 24-21, Piacenza mura Bartman per il 24-22 e Lorenzetti chiama tempo. Ancora muro su Bartman per il 23-24, poi Simon pareggia a 24 e chiude 26-24

Aggiornamento - Piacenza parte ancora male e l'errore di Zlatanov per il 4-2 Modena consiglia di chiamare un time out. La sfida si scalda su un paio di decisioni arbitrali contestate, poi Deroo mette a terra l'11-9 Modena e Simon serve out il 12-10 modenese, quindi De Cecco serve l'ace del 12-12 su Kovacevic che poi attacca in rete il 13-12 Piacenza. Ma i biancorossi non sono più letali come nei primi due set e Bartman firma il 16-13 spedendo nuovamente in panchina Le Roux per Vettori

Buona prova della Rebecchi Nordmeccanica, che dopo aver dominato il primo set e sofferto un po' di più nel secondo, passeggia anche nella terza frazione chiudendo 3-0 la sfida dei quarti di finale di Coppa Italia con Ornavasso (25-15, 25-20, 25-15) ipotecando il passaggio alla Final four. Giovedì alle 20.30 ritorno al PalaBanca, alle piacentine basterà vincere un set per passare il turno

Aggiornamento - Piacenza parte meglio ma poi si vede superare da Modena che arriva 9-7 con un’invasione di Le Roux e poi allunga 10-7 con Sala e 12-8 al tempo tecnico. Modena non rallenta e mura Papi per il 16-12 costringendo Monti a sospendere il gioco. Non serve: ace di Deroo per il 18-12 che si ripete per il 19-12 con Husaj che sostituisce Zlatanov. Ormai la frazione è decisa, con Modena che chiude 25-17

La Rebecchi Nordmeccanica si porta 2-0 con Ornavasso al termine di un set molto più equilibrato del precedente. A 18 le due squadre sono ancora appaiate, poi la Bosetti firma il 20-18 e Piacenza non si volta più chiudendo 25-22 con la Meijners

Aggiornamento - Kaliberda si infortuna e lascia spazio a Papi, quindi Monti inserisce Le Roux per Vettori e proprio il francese mette a terra dalla seconda linea il 219 pari prima che Simon mandi in rete il 20-19 e De Cecco spedisca nell’angolo lo spettacolare pallonetto del 20 pari dopo due grandi difese di Le Roux e Papi sfrutti il muro a tre di Modena per il 21-20. A 22 le squadre sono ancora in parità, poi SImon mura il 24-22 su Deroo e si ripete con il 25-22

Aggiornamento - Out l’attacco di Sket per il 14-12 Copra Elior, poi un errore di Piacenza consegna il 14-14 agli ospiti. Il punto del 15-14 è spettacolare, con Kaliberda che vola fuori dal campo a difendere, ma alla fine è Casa Modena a mettere a terra il 15-14

Aggiornamento - Lunga pausa per un problema al referto con le squadre che ripartono dal 3-3. Il muro di Vettori porta avanti Piacenza 8-7, quindi Zlatanov con un colpo di sinistro sul muro di Modena regala il 9-7 ai biancorossi che salgono 12-10 con l'errore al servizio di Bruno

Intanto la Rebecchi Nordmeccanica domina un primo set mai in discussione. la formazione di Caprara vola subito sul 19-7, quindi chiude con un muro della De Kruijf che vale un agevole 25-15

Aggiornamento - Il muro di Le Roux finisce out per il 21-19 Modena, Bartman consegna il 22-20 agli ospiti, con Zlatanov che accorcia le distanze. Nel frattempo in campo è entrato Le Roux per Vettori, quindi Simon spara a terra il 22-22. L'errore di Simon al servizio consegna il primo set point a Modena: 24-23, subito annullato da Kaliberda. L'attacco di Kovacevic porta al 25-24 ospite, con Monti che chiama il secondo time out. Bartman manda fuori il servizio, poi Simon e Le Roux consegnano il primo set point a Piacenza per il 27-26, annullato da Bartman, quindi il video check assegna il muro vincente a Piacenza del 29-27

Intanto è scesa in campo anche la Rebecchi Nordmeccanica, impegnata a Castelletto Ticino contro Ornavasso nell'andata dei quarti di finale di Coppa Italia. Caprara conferma le anticipazioni e inserisce Caracuta e Manzano per Ferretti e Leggeri. Ottimo avvio delle biancoblù, avanti 11-4 con un punto della Bosetti

Aggiornamento - Sket mette a terra il pallone difficilissimo del 16-17, poi l’ace di Kampa su Zlatanov vale il 17-17 e porta al time out di Monti. Serve a poco, perché Vettori subisce il muro del 18-17 Modena

Aggiornamento - L’azione del 14-13 è la più spettacolare dell’incontro, con una lunga serie di difese, poi chiude Modena con un muro di Kaliberda. Deroo serve fuori il 15-13, Simon piazza l’ace del 16-13

Aggiornamento - La pipe di Zlatanov consegna il 10-9 a Piacenza, il muro di Vettori l’11-10, ma le squadre sono ancora a braccetto, fino alla bomba di Simon per il 12-11 Copra Elior

Aggiornamento - Modena commette un paio di errori in avvio ma poi pareggia a 4 con Bartman, quindi le difficoltà in ricezione di Piacenza permettono alla squadra di Lorenzetti di di portarsi avanti, arrivando anche al 6-4 con l’errore di Vettori che però il video check corregge con l’invasione di Modena per il 5-5. Il muro di Kaliberda su Bartman porta Piacenza avanti 7-6

Piacenza torna in campo dopo il successo in Champions League contro Macerata affrontando in campionato Modena guidato dall'ex tecnico biancorosso Lorenzetti. Una sola novità in campo piacentino, con Kaliberda che prende il posto di Papi in diagonale a Zlatanov, quindi De Cecco in regia, Vettori opposto Fei e Simon al centro con Marra libero.
Segui il live su www.sportpiacenza.it
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il nuovo Dpcm chiude Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria da lunedì

  • Nuovo Dpcm, c'è l'incognita degli allenamenti nei Dilettanti. Nei professionisti tornano gli stadi chiusi

  • Calcio Dilettanti - Con il nuovo Dpcm allenamenti di squadra consentiti solo in forma individuale

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Vigolo e Bobbiese: pari nel derby. Ziano e Gragnano in vetta

  • Calcio Dilettanti - La Lombardia chiude tutto e si ripartirà da gennaio. L'Emilia Romagna pensa alla stessa soluzione

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento