Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Copra Elior all'ultimo respiro su Perugia

E’ quasi tutto come a Perugia: 2 ore e 10 di partita, due set dominati da Piacenza e altrettanti dalla Sir Safety, un buon vantaggio biancorosso a inizio tie break subito annullato, anche qualche scintilla sottorete che...

Il muro di Zlatanov e Simon su Atanasijevic (f. legavolley)


E’ quasi tutto come a Perugia: 2 ore e 10 di partita, due set dominati da Piacenza e altrettanti dalla Sir Safety, un buon vantaggio biancorosso a inizio tie break subito annullato, anche qualche scintilla sottorete che scalda una partita iniziata in un clima freddino e finita in un ambiente bollente. Cambia il finale e questo per il Copra Elior è la cosa più importante. Un super Zlatanov mette a terra il pallone del 15-13 che permette a Piacenza di uscire dal campo con un doppio match point: il primo da giocarsi mercoledì al PalaEvangelisti e, se dovesse andare male, si torna in Emilia il lunedì di Pasqua.

IMBATTUTI - Il PalaBanca rimane inviolato nelle sfide italiane (Kazan è stata l’unica capace di uscire vincitrice), anche se il 15-13 lascia intendere quanto la vittoria sia stata sofferta. Le gare in discesa che avevano caratterizzato i confronti diretti fino a dieci giorni fa sono un ricordo. Giusto così, perché si tratta di una semifinale scudetto, anche se le coronarie dei sostenitori biancorossi preferirebbero partite un po’ più scontate.

SCIOPERO - Si parte con il minuto di silenzio per il giornalista Gianluca Perdoni e per l'avvocato Gianni Cuminetti, presidente dell'Unicef, poi si prosegue in un clima strano, con i Lupi Biancorossi fuori dal PalaBanca a tifare fino a quando Piacenza non mette a terra il pallone numero 12. Entra anche il presidente Molinaroli, per una protesta numericamente riuscita, e quando l’impianto inizia a riempirsi i biancorossi hanno già ipotecato la prima frazione. Zlatanov trascina i suoi compagni (lo farà schiacciando ma anche incitandoli per tutta la partita), poi iniziano i problemi. Vettori lascia presto il campo a Le Roux, ma ancora una volta le difficoltà maggiori arrivano dalla ricezione, che soffre soprattutto le jump flot. Monti ha il solo Husaj come cambio per gli schiacciatori, perché Kaliberda è in tribuna per un problema al tendine; dovrebbe dare qualche turno di riposo a Papi («Ha giocato senza un ginocchio» dirà lo staff medico a fine partita) ma non ci riesce.

ATA - Il gioco della Sir Safety è quello consueto: poca fantasia e tanti palloni ad Atanasijevic. Soluzione logica quando hai un opposto che passa da tutte le parti; vero che Piacenza lo mura 11 volte, ma è innegabile che attacchi da solo 54 palloni, praticamente lo stesso numero servito alla coppia Zlatanov-Papi.
Il Copra Elior come mercoledì scorso sommerge di muri gli umbri (20-7) anche nei set in cui la Sir Safety domina. Poi si arriva al tie break e sembra di seguire la trama di un film già visto. Il 5-2 iniziale illude il pubblico, quindi Atanasijevic trasforma nuovamente la partita in un lunghissimo testa a testa che chiude Zlatanov con il suo punto numero 24.
Si torna a Perugia e il primo obiettivo è quello di recuperare il più possibile gli infortunati. Poi tutti pronti per un’altra gara lunghissima.

COPRA ELIOR PIACENZA - SIR SAFETY PERUGIA 3-2
(25-12, 21-25, 25-19, 21-25, 15-13)
COPRA ELIOR PIACENZA: Marra (L), Le Roux 9, Papi 8, Fei 11, Smerilli, Simon 20, Zlatanov 24, Husaj 1, Tencati 1, Vettori 6, De Cecco 4. Non entrati Partenio. All. Monti
SIR SAFETY PERUGIA: Buti 5, Paolucci, Petric 12, Giovi (L), Cupkovic, Barone 7, Della Lunga, Mitic 4, Vujevic 11, Atanasijevic 31, Fanuli (L), Semenzato. Non entrati Della Corte. All. Kovac
ARBITRI: Sampaolo, Puecher
NOTE - Spettatori 2253, incasso 23602, durata set: 21', 29', 30', 29', 23'; tot: 132'.

Il film della partita
Aggiornamento - Si cambia campo con Piacenza avanti 8-6, poi Simon (che aveva appena litigato con Kovac) manda fuori il servizio del 7-8. Errore di Buti e 10-7 Piacenza, Atanasijevic trova il 9-11. Erroe clamoroso di Papi in palleggio e Perugia si porta 11-12, poi ancora Papi tocca l'attacco della Sir Safety 12-12. Simon mette nel metro il 13-12 e mura Atanasijevic per il 14-12, poi super Zlatanov firma il 15-13.

Aggiornamento - Vujevic trova la palla del 4-5 con il muro biancorosso non precisissimo, quindi il solito Atanasijevic annulla tutto il vantaggio piacentino: 5-5. Il solito Zlatanov trova il vantaggio piacentino, poi Simon firma il 7-5

Aggiornamento - Un doppio Zlatanov porta Piacenza 2-0, poi il servizio di Buti finisce appena fuori, come conferma il video check: 3-1. Simon mura Atanasijevic e Piacenza è 4-2

Aggiornamento - La partita si scalda e arrivano proteste da una parte e dall’altra, ma Piacenza continua a faticare a trovare il ritmo giusto, con Perugia ancora avanti 19-16, poi l’ace su Zlatanov consegna alla Sir Safety il 21-16. Dentro Vettori per Le Roux, ma ormai la frazione è segnata. Zlatanov al servizio rende meno pensate il passivo con l'ace del 21-24, poi Petrici chiude con il 25-21

Aggiornamento - Fei mura Atanasijevic e porta la parità a 13. Marra continua a soffrire la jump flot e Barone conquista il 15-13 proprio con il servizio, poi Zlatanov commette fallo di seconda linea per il 16-13 Perugia, quindi Fei spara out il 17-13

Aggiornamento - Le Roux al servizio trova le crepe nella ricezione umbra e per Simon è semplice mettere a terra il 4-1. Ma il solito Atanasijevic trova il 4-5, con il muro sempre in difficoltà sull’opposto serbo. Mitic trova il punto del 7-7, ma Piacenza nell’occasione non è impeccabile né a muro e neppure in difesa, poi Papi manda fuori l’8-7 Perugia. Quindi lo schiacciatore biancorosso subisce l'ace di Atanasijevic per il 12-10 Sir Safety

Aggiornamento - Marra si esalta in difesa e Piacenza può rigiocare con la veloce di Simon che come al solito finisce a terra per il 18-15, poi il cubano mura Atanasijevic e Piacenza conduce 19-15 con un parziale di 4-0. Zlatanov al servizio pur non forzando mette in grande difficoltà Perugia e Simon regala il 21-15. Vantaggio che Perugia non riesce più a recuperare fino al 25-19 in veloce di Fei, che mette a terra dopo avere anche ricevuto

Aggiornamento - Con Atanasijevic al servizio Perugia trova il muro su Zlatanov per il 13-15, con Monti che prova a fermare la serie al servizio dell’opposto umbro. Non serve, perché al rientro arriva il doppio ace su Papi e Marra che riporta la Sir Safety in partita: 15-15

Aggiornamento - Il servizio di Simon propizia il 7-7 di Le Roux, poi Papi gioca con il muro per il primo vantaggio Piacenza del terzo set: 8-7. I biancorossi prendono il largo con Papi attento in attacco e un paio di difese di Marra. Al tempo tecnico biancorossi avanti 12-9, quindi Buti manda fuori il 13-9

Aggiornamento - Nel terzo set resta in campo Le Roux con Vettori in panchina. Piacenza adesso fa fatica, si capisce che non gioca sciolta e Perugia si porta subito 6-3

Aggiornamento - Il muro fortunoso su Le Roux, con la palla che finirebbe fuori ma colpisce il francese, consegna il 17-14 agli umbri e porta all’ingresso di Smerilli (oggi con la maglia da giocatore “normale” e non da libero) per Zlatanov. Simon con il servizio porta De Cecco a firmare il 16-17, ma la mancata intesa con Fei riporta Perugia avanti 19-16. Vujevic trova il diagonale del 21-17 con Monti che ferma il gioco. Zlatanov è il più continuo in attacco e trova il 20-23, poi l'ingresso di Tencati vale subito il muro su Atanasijevic: 21-23. Chiude il muro su Zlatanov per il 25-21 Perugia

Aggiornamento - Ancora Fei a muro e il solito Zlatanov riportano Piacenza in partita con il 10-12 che consiglia a Kovac di fermare il gioco

Aggiornamento - Un appoggio sbagliato di Simon permette a Barone di attaccare il 3-3. Vettori fatica a entrare in partita e il muro a uno subito da Vujevic consente a Perugia di portarsi avanti 7-5. E al 9-5, che arriva ancora con un muro su Vettori, Monti inserisce Le Roux da opposto, ma l'errore di Papi (secondo su due palloni) vale il 10-5 Sir Safety. Fei mura Atanasijevic e Piacenza risale 7-11, ma al time out tecnico i biancorossi sono sotto 12-7

Aggiornamento - Vettori supera il muro di Atanasijevic e mette a terra il 16-8, ma è uno Zlatanov perfetto che trova l’ennesimo punto del suo inizio stratosferico: 17-9. Vettori mette a terra il 20-12 con Perugia che chiede tempo per riordinare le idee. Invece al rientro in campo il doppio ace di Simon vale il 22-12, quindi chiude il nuovo servizio vincente dello stesso cubano per il 25-12

Aggiornamento - La partenza è tutta di Piacenza, con Zlatanov che porta i suoi 7-1 e costringe Kovar a cambiare Mitic con Paolucci. Ancora Zlatanov in pipe mette a terra l'11-5, poi Vujevic manda out il 12-5 e permette a tutte le persone che aspettavano fuori dal PalaBanca per la protesta "inventata" dal presidente Molinaroli di prendere posto sulle tribune

Copra Elior in campo al PalaBanca per gara3 delle semifinali play off contro Perugia. Gli umbri con il successo di mercoledì scorso al PalaEvangelisti hanno pareggiato la serie e per i biancorossi una vittoria oggi diventa fondamentale per evitare di tornare mercoledì a casa della Sir Safety con l'obbligo di vincere.
Monti presenta la coppia Zlatanov-Papi nel sestetto, con De Cecco in regia, Vettori opposto, Fei e Simon al centro e Marra libero. Problemi per Piacenza nel reparto schiacciatori: Kaliberda ha un problema al tendine e non è nemmeno in panchina.
Segui la diretta su www.sportpiacenza.it
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il nuovo Dpcm chiude Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria da lunedì

  • Nuovo Dpcm, c'è l'incognita degli allenamenti nei Dilettanti. Nei professionisti tornano gli stadi chiusi

  • Calcio Dilettanti - Con il nuovo Dpcm allenamenti di squadra consentiti solo in forma individuale

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Vigolo e Bobbiese: pari nel derby. Ziano e Gragnano in vetta

  • Calcio Dilettanti - La Lombardia chiude tutto e si ripartirà da gennaio. L'Emilia Romagna pensa alla stessa soluzione

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento