Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Copra, con Lugano servono i tre punti

Le prime due sconfitte in altrettante giornate di Champions non lasciano scampo al Copra, che giovedì alle 20.30 al PalaBanca affronta Lugano, al momento ancora a quota zero nella graduatoria del girone A. La formazione di Radici deve vincere, un...

Ostapenko dovrebbe tornare a disposizione (foto Corsi)
Le prime due sconfitte in altrettante giornate di Champions non lasciano scampo al Copra, che giovedì alle 20.30 al PalaBanca affronta Lugano, al momento ancora a quota zero nella graduatoria del girone A. La formazione di Radici deve vincere, un incontro ampiamente alla portata che però nasconde qualche insidia. Perché quando bisogna per forza conquistare i tre punti non è mai semplice, qualunque sia l'avversario, e soprattutto per il fatto che i biancorossi stanno attraversando un momento difficile. Cinque sconfitte consecutive pesano parecchio, soprattutto sul morale e sui muscoli di una formazione abituata (per fortuna) a perdere raramente.

Oltretutto anche fisicamente il Copra deve fare i conti con qualche acciacco che non permette al tecnico di avere troppe certezze alla vigilia della sfida. L'opposto cubano Poey non è ancora stato tesserato in campo europeo, esordirà probabilmente domenica a Latina, Papi e Vermiglio non sono al massimo e Ostapenko è al rientro dopo un infortunio che l'ha tenuto fermo per giorni. Il regista dovrebbe recuperare e il centrale probabilmente riprenderà il suo posto nel sestetto, mentre Papi potrebbe iniziare in panchina con Massari titolare. L'altra incognita è tecnica: Ter Horst o Page da opposto? L'olandese era favorito già in vista dellì'incontro di sabato scorso con Perugia ma poi ha accusato un problema alla spalla, così dopo un avvio con Massari in posto due è toccato all'americano esordire in biancorosso. Probabile che con Lugano possa partire Ter Horst, anche se Radici non si sbilancia.
Qualunque sia la scelta, Piacenza non può rallentare di fronte agli svizzeri. Il cammino europeo fino a questo momento è stato inaspettatamente molto complicato, è ora di invertire la rotta interrompendo il periodo negativo.

"Sono felice di incontrare Lugano nel nostro cammino in Champions League – afferma Marco Camperi, assistant coach Copra Piacenza ed ex assistant coach della Dragons Lugano – giovedì rivedrò con piacere degli amici di vecchia data. Lugano è una squadra con una buona organizzazione di gioco, è una squadra che lotta, combatte e cerca di sopperire ai cambi dello scorso anno e le mancanza tecnico-fisico di alcuni giocatori con l’unione di squadra. Gli svizzeri arriveranno a Piacenza senza avere nulla da perdere e quindi riusciranno a giocare con grande tranquillità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Piacenza-Pro Vercelli 1-1: Della Morte trova il pari nel finale su errore di Bruzzone

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva almeno il pareggio. Male Bruzzone, il centrocampo non gira

  • Niente da fare per la Gas Sales Bluenergy, Modena espugna il PalaBanca

Torna su
SportPiacenza è in caricamento