menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Stefano Arici, main sponsor di Piacenza con il marchio Lpr

Stefano Arici, main sponsor di Piacenza con il marchio Lpr

Volley - Arici: «Per ora il bilancio è molto positivo». VIDEO

«Il risultato non ci premia, ma è quasi una vittoria». E’ soddisfatto Stefano Arici della sua Lpr: il main sponsor di Piacenza prima della gara contro Civitanova è sceso in campo per premiare i giocatori in maglia Lube capaci di vincere...


«Il risultato non ci premia, ma è quasi una vittoria». E’ soddisfatto Stefano Arici della sua Lpr: il main sponsor di Piacenza prima della gara contro Civitanova è sceso in campo per premiare i giocatori in maglia Lube capaci di vincere l’argento olimpico a Rio (come è tradizione per gli ospiti che arrivano al PalaBanca) poi dalla tribuna si è goduto uno spettacolo dipinto di biancorosso. Non solamente quello in campo, ma anche un palasport ancora una volta gremito, come succede spesso quest’anno a Piacenza.

«Giocarsela alla pari con la formazione probabilmente più forte del campionato - racconta Arici - è una bella soddisfazione. Forse bisogna migliorare un po’ il servizio; nel terzo set abbiamo commesso troppi errori e questi sbagli ci sono costati molto cari. Peccato per il risultato, ma è stato veramente un bello spettacolo».

Quest’'anno sei spesso al PalaBanca, vederlo pieno è una grande soddisfazione per chi come voi investe in modo consistente nella pallavolo.
«Effettivamente il colpo d’occhio è importante. E poi assistiamo sempre a partite tirate, la squadra non ha mai mollato e non c’è mai stata una gara in cui abbiamo perso in modo netto, come succedeva nelle scorse stagioni. Siamo contenti dei risultati ottenuti fino a questo momento; probabilmente contro la Lube se avessimo avuto a disposizione anche Marshall avremmo potuto compiere il salto di qualità, ottenendo quel pizzico di valore aggiunto per puntare in modo deciso alla vittoria. Adesso pensiamo a qualificarci per i play off, dopo vediamo».

Normalmente quando finisce l’anno è tempo di bilanci. Piacenza deve ancora giocare tre partite prima del brindisi che saluterà il 2016 ma qual è al momento la vostra opinione sul cammino effettuato fino a questo punto?
«Il bilancio è molto positivo. Poi vedere il PalaBanca pieno e il pubblico finalmente trasportato dai ragazzi in campo e dal gioco che mettono in mostra è stupendo. Ci manca pochissimo per giocarcela alla pari con tutti ed è quello che ci eravamo ripromessi a inizio stagione».

Da un punto di vista societario ci sono novità? Si era parlato della possibilità di ingresso per nuovi soci e di un vostro disimpegno relativamente al 40 per cento delle quote che detenete. E’ cambiato qualcosa rispetto a un paio di mesi fa?
«Siamo più o meno sulla stessa falsariga di quanto deciso qualche tempo fa. Ma in questo momento c’è talmente tanta sintonia con Roberto Pighi che non ne abbiamo nemmeno parlato. La nostra è una grande fiducia reciproca, alla fine decideremo per il meglio».

LA SQUADRA A MINSK SENZA MARSHALL

Intanto nella mattinata di lunedì l’Lpr è partita alla volta di Minsk, dove martedì alle 16.00 (le 18.00 ora locale) affronterà i padroni di casa nel ritorno dei trentaduesimi di finale di Coppa Cev. Piacenza ha vinto la gara di andata 3-1 e si qualificherà al turno successivo (dove avrà di fronte Innsbruck, prima gara in casa) sia se dovesse vincere sia con una sconfitta 3-2. In caso l’Lpr perdesse 3-0 o 3-1 si disputerà il golden set, un parziale a 15 che decreterà la formazione qualificata ai sedicesimi di finale.
Della comitiva non fa parte Leo Marshall, rimasto a Piacenza per curarsi i problemi al ginocchio. Lo schiacciatore non è sceso in campo contro Civitanova e dopo aver saltato la gara d’andata contro i bielorussi non sarà della partita nemmeno al ritorno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento