menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Aimone Alletti premiato dal presidente della Fipav provinciale Marco Bergonzi

Aimone Alletti premiato dal presidente della Fipav provinciale Marco Bergonzi

Volley - Alletti: «Non mi aspettavo una Lpr così in difficoltà»

Sarà la sfida fra gli ultimi, quella fra squadre deluse, capaci in tutto il girone di andata di conquistare una sola vittoria e la miseria di 4 punti. Milano-Piacenza apre il girone di ritorno e chiude la prima fase del campionato...


Sarà la sfida fra gli ultimi, quella fra squadre deluse, capaci in tutto il girone di andata di conquistare una sola vittoria e la miseria di 4 punti. Milano-Piacenza apre il girone di ritorno e chiude la prima fase del campionato (dopo domenica è previsto un mese di sosta) mettendo di fronte le due formazioni più in crisi di tutta la Superlega. Ma mentre la Revivre ha mostrato segni di risveglio andando a vincere sul campo di Ravenna, per l’Lpr la caduta sembra non finire mai, tanto che nelle ultime tre gare i biancorossi non sono riusciti a vincere nemmeno un set.
Ma Milano-Piacenza è anche lo strano derby di Aimone Alletti, che a Piacenza vive e in biancorosso ha mosso i primi passi nel mondo della pallavolo. Lo scorso anno è stato protagonista con la casacca del Copra: una stagione complessivamente sfortunata come squadra ma di ottimo livello individuale, tanto che Aimone in estate ha vissuto l’emozione della prima maglia azzurra. Proprio la convocazione in Nazionale e la partecipazione alla World League gli hanno permesso di ricevere il premio del Coni point, ritirato lunedì sera a Palazzo Gotico.

«Per me - spiega Aimone - quella di domenica sarà una sfida particolare, innanzitutto perché affronto nuovamente Piacenza da avversario, quindi per la situazione che stanno attraversando le due formazioni».

Milano però domenica ha superato Ravenna e adesso ha agganciato in classifica una Lpr sempre più in difficoltà.
«Il periodo è molto difficile per entrambi. Forse Milano sta un po’ meglio perché abbiamo conquistato la prima vittoria e il morale è leggermente più alto. Piacenza invece dopo il successo con noi a inizio campionato ha inanellato dieci sconfitte consecutive e avrà voglia di rifarsi ripensando alla sfida di andata. Certo che se devo essere onesto non mi sarei aspettato di trovare i biancorossi in questa situazione così difficile».

Per quanto ti riguarda stai vivendo una stagione sfortunata come squadra, però anche l’anno scorso l’annata con Piacenza non andò benissimo ma nonostante i brutti risultati del gruppo eri comunque riuscito a conquistare la maglia azzurra.
«In effetti la soddisfazione personale è stata grandissima, con la prima chiamata in Nazionale. A Milano sto mettendo tutto me stesso; la nostra stagione è partita piuttosto male, adesso abbiamo tutto un girone di ritorno per cercare di rimettere in piedi il campionato. Per quanto mi riguarda continuerò a lavorare in palestra con la speranza di essere nuovamente convocato per la prossima World League. Le Olimpiadi? Quelle restano il sogno, per raggiungerle devo giocare bene ogni domenica fornendo un contributo importante alla mia squadra».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento