Questo sito contribuisce all'audience di

Volley A1 - Il Copra rimonta, ma vince Padova 3-2

A Padova termina come era iniziata, cioè con i padroni di casa più reattivi e decisivi nelle battute finali del tie break. Veneti che vincono 3 a 2 e poteva essere anche peggio per il Copra che nei primi due set è sfilacciato, non trova nessuno...

Volley A1 - Il Copra rimonta, ma vince Padova 3-2 - 1
A Padova termina come era iniziata, cioè con i padroni di casa più reattivi e decisivi nelle battute finali del tie break. Veneti che vincono 3 a 2 e poteva essere anche peggio per il Copra che nei primi due set è sfilacciato, non trova nessuno dei fondamentali e Padova viaggia bene senza mai essere impensierita dai piacentini, che invece si ritrovano nel terzo e nel quarto set quando rimettono in carreggiata la partita. Decisivo nel quinto set l'errore di Poey che spara fuori la palla del 15-14 e poi è Rosso a far scorrere i titoli di coda su una partita che il Copra doveva vincere.

Determinante Quiroga per il Padova, che sfodera una prestazione super supportato da Giannotti. Nel primo set si va a strappi, i veneti allungano con l'ace di Quiroga (14-9) e qui inizia il primo tentativo di rimonta del Copra: pipe di Vermiglio per Massari, un ace di Zlatanov e un errore dei locali riportano Piacenza sotto 15-12. Si rimane con questo distacco fin sul muro di Aguillard su Poey (21-17) ma poi gli emiliani provano ancora a rientrare, sempre trascinati da Zlatanov, fin sul 22-20. Sembra l'inizio di un'altra partita, ma non è così, Radici prova ad alzare il muro con Tencati e Papi ma il muro di Padova è impeccabile su Poey (24-20) e chiude il set 25-21. Discorso che cambia di poco nel secondo set, Piacenza parte meglio grazie ad Alletti (2-4) ma sul campo torna ben presto l'equilibrio, si viaggia punto a punto, Quiroga e Zlatanov si sfidano dalla battuta (14-14) ma a metà set Padova allunga nuovamente sfruttando la giornata storta del muro piacentino. I locali scappano 23-19 e qui c'è il secondo strappo del Copra che prova a ritornare in partita con Poey, bravissimo a capitalizzare il turno in battuta di Zlatanov: 23-22. Altro recupero, altra battuta d'arresto. Padova è più determinata, Rosso trova l'errore di Vermiglio e poi è Poey a sbattere sul muro di casa: 25-23.

Sembra una giornata storta in tutto e invece il Copra tira fuori dal cilindro la reazione che non ci si aspettava. La partenza è ottima (3-6), la pipe di Vermiglio e l'ace di Zlatanov segnano il 7-11 e da qui Padova non sarà più in grado di rientrare. Ter Horst dà la scossa supportato dal muro ritrovato e da Zlatanov che gira sempre su altissimi livelli, il Copra si porta sul 23 a 19 e per un attimo subisce il ritorno di Padova con Quiroga, ma Tre Horst mette tutti d'accordo (22-24) e il resto lo fa il muro di Piacenza. Ancora più in discesa il quarto set che Padova proprio non gioco lasciando strada libera a Piacenza in vantaggio dall'inizio alla fine. Il blackout dei patavini permette di scappare sul 12 a 8 grazie a due ace di Khout, si galleggia su queste distanze fino alla pipe di potenza di Zlatanov per il 21-16 in favore di Piacenza. Massari chiude i giochi 17 a 25 e porta la sfida al tie break.

Proprio quando in campo sembra esserci una sola squadra, cioè Piacenza, ecco che Padova si ritrova e riesce a cambiare ritmo nel quinto set. I locali fanno la voce grossa e si portano sul 5-2, ormai sembra una sfida tra Volpato e Zlatanov che fa il 6-5. Piacenza riesce anche a portarsi avanti con una diagonale eccellente di Zlaty (10-11) ma i piacentini spengono ancora una volta la luce e Padova scappa verso una vittoria, in fin dei conti, meritata.

TONAZZO PADOVA - COPRA PIACENZA 3-2
(25-21, 25-23, 22-25, 17-25, 16-14)

TONAZZO PADOVA: Vianello (L), Mattei 4, Orduna 3, Giannotti 15, Balaso (L), Rosso 22, Volpato 4, Garghella, Aguillard 4, Milan 1, Quiroga 22. Non entrati Gozzo, Beccaro. All. Baldovin.

COPRA PIACENZA: Alletti 11, Marra (L), Poey 13, Vermiglio 3, Papi 5, Ter Horst 7, Da Silva Pedreira Junior (L), Massari 5, Zlatanov 27, Ostapenko 4, Tencati, Kohut 7. Non entrati Rodrigues Tavares. All. Radici. ARBITRI: Tanasi, Braico.

NOTE - Spettatori 2400, incasso 7400, durata set: 29', 29', 28', 23', 21'; tot: 130'.

IL LIVE DELLA PARTITA

Aggiornamento - Attacco out di Poey che vale il 15-14 di Padova. Ace di Rosso che vale la vittoria di Padova per 3 a 2.

Aggiornamento - Volpato firma il pallone del 5-2, risponde Zlatanov

Aggiornamento - Al tie break Padova scappa subito 3-1 con Quiroga.

Aggiornamento - Massari mette tutti a tacere dalla seconda linea e poi con un ace, regalando il set a Piacenza (17-25) e riportando la partita in parità.

Aggiornamento - Ampio il margine che separa le due formazioni, Zlatanov e Vermiglio portano il set verso Piacenza (16-22), decisiva la serie in battuta di Kohut

Aggiornamento - Piacenza ha trovato ritmo e continuità in battuta e a muro. Conduce il quarto set.

Aggiornamento - Il muro di Piacenza su Aguillard vale la vittoria del terzo set 22-25.

Aggiornamento - Il video check chiamato da Padova è giusto e i padroni di casa rientrano in partita a -1 dal Copra.

Aggiornamento - Copra che prova a scappare, Padova risponde con Quiroga ma Piacenza mantiene tre lunghezze di vantaggio.

Aggiornamento - Piacenza che finalmente sembra trovare continuità. Il video check e Papi portano il Copra avanti di cinque punit, 7-12

Aggiornamento - Copra che parte meglio di Padova ma due errori di Papi e Poey riportano sotto Padova da 3-6 a 7-8

Aggiornamento - Serie in battuta di Zlatanov con Poey che firma tre punti e riporta in set Piacenza, da 23-19 a 23-23. Rosso fa 24-23, poi Poey si fa murare e Padova vince anche il secondo set.

Aggiornamento - Piacenza che va a sprazzi e non trova continuità. Zlatanov e Poy accorciano ma poi è ancora Padova a scappare con una bomba di Rossi dalla seconda linea e Mattei, +4 Padova.

Aggiornamento - Fase molto equilibrata del set, squadre che si inseguono a distanza di un punto, Quiroga spezza l'equilibrio con un ace che vale l'11-9. Un errore di Vermiglio porta la time out sul 12-9

Aggiornamento - Un muro di Rosso su Zlatanov, Massari che sbaglia l'attacco e Giannotti che schiaccia a terra il pallone del 6-5 firmano la rimonta di Padova.

Aggiornamento - Piacenza che inizia meglio il secondo set, Alletti e un ace di Poey portano i biancorossi avanti

Aggiornamento - Vantaggio Padova, 1-0 su Piacenza (25-21). Padroni di casa impeccabili, troppi errori soprattutto a muro e di Poey per il copra

Aggiornamento - Piacenza che esce pian piano dal match. Giannotti trova la riga, poi altri tre errori di Piacenza con Aguillard che mura a Poey il punto del 21-17

Aggiornamento - Padova più precisa, l'ace di Quiroga segna il 14-8 dei padroni di casa, Massari e Zlatanov tengono Piacenza in partita che risale a 15-11 sfruttando un attacco out di Padova. Ace di Zlatanov che vale il 15-12

Aggiornamento - Padova che inizia meglio di Piacenza e scappa avanti 6-3, Giannotti firma il primo allungo della partita.

Aggiornamento - Dalle 18 diretta live di Padova-Copra. In tema di formazione Radici non si è sbottonato alla vigilia: «Abbiamo qualche problemino - spiega - e bisogna vedere se riusciremo a risolverlo nelle ore antecedenti la partita». Se tutto dovesse andare a posto probabile che riproponga il sestetto capace di vincere con Molfetta, che vedeva in campo Vermiglio in regia, Poey opposto, Ostapenko e Alletti centrali, Massari e Zlatanov di banda con Mario Junior libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento