rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Volley A1 maschile

E' una Gas Sales Bluenergy a due facce: si fa rimontare due volte e viene sconfitta 3-2 da Verona

Biancorossi avanti 1-0 e 2-1, ma quando sembrano padroni della partita cedono il passo e si vedono superare dai padroni di casa che vincono al tie break. Non bastano 28 punti di Lagumdzija

Più che a poche ore dalla vigilia di Natale viene da chiedersi se siamo a un passo da Carnevale. Perché questa Gas Sales Bluenergy sembra indossare la maschera un set poi togliersela, quindi metterla nuovamente. Insomma, non si capisce quale sia la vera squadra di Bernardi: se quella sicura, attenta e precisa di primo e soprattutto terzo set oppure quella incerta e spaventata degli altri tre, incapace di reagire alle minime difficoltà.

LA GARA PUNTO A PUNTO

Basta poco per invertire la rotta di una partita che i biancorossi per lunghi tratti sembrano avere saldamente in mano. Dominano da metà del primo parziale, lasciano per strada il secondo ma poi meritano i complimenti per la reazione del terzo in cui sono padroni assoluti del campo. E quando l’inerzia sembra ormai tutti dalla parte dei biancorossi ecco che arriva una nuova svolta, decisiva. E non è il problema di un singolo, in quel caso basterebbe chiedere aiuto alla panchina, ma è tutta la squadra che lentamente affonda come se si trovasse in mezzo alle sabbie mobili. Così al termine arriva solo un punto, troppo poco per quanto visto in due frazioni durante quali Piacenza ha fatto intendere di essere superiore agli avversari. Ma non sono bastati i 28 punti di Lagumdzija e neppure statistiche che vedono la Gas Sales Bluenergy migliore degli avversari in ogni fondamentale per conquistare la vittoria. Piacenza batte meglio, riceve con percentuali più alte, attacca al 50 per cento contro il 48 dei padroni di casa e trova anche 10 muri punti rispetto agli 8 dei locali, eppure il successo va nelle casse di Verona.

Certo, le giustificazioni non mancano, queste due settimane ricche di incertezze e povere di garanzie, con uno spogliatoio zeppo di assenze durante gli allenamenti, hanno sicuramente pesato. Bisognerà piano piano fare rifornimento al distributore della continuità e visto un calendario così compresso sarà necessario trovarne durante le partite ufficiali, ma non bisogna dimenticare che questo era un problema di Piacenza anche prima dello stop. Poi, sia chiaro, nessuno vuole sminuire la serata di Verona trascinata da Mozic autore di 25 punti quasi tutti trovati con un diagonale letale, ma la vera Gas Sales Bluenergy avrebbe tenuto le marce alte per tutta la gara. Non c’è riuscita e adesso dovrà attendere dopo Natale per provare a riscattarsi.

VERONA VOLLEY-GAS SALES BLUENERGY PIACENZA 3-2

(18-25, 25-22, 15-25, 25-20, 15-10)

VERONA VOLLEY: Vieira De Oliveira 0, Magalini 7, Aguenier 9, Qafarena 1, Mozic 25, Cortesia 8, Donati (L), Bonami (L), Zanotti 0, Jensen 16, Nikolic 1. N.E. Asparuhov, Wounembaina, Spirito. All. Stoytchev

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Brizard 7, Rossard 13, Holt 11, Lagumdzija 28, Recine 9, Caneschi 5, Catania (L), Stern 1, Scanferla (L), Antonov 0. N.E. Tondo, Cester, Pujol. All. Bernardi

ARBITRI: Luciani, Piana

NOTE - durata set: 26', 31', 27', 27', 18'; tot: 129'.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' una Gas Sales Bluenergy a due facce: si fa rimontare due volte e viene sconfitta 3-2 da Verona

SportPiacenza è in caricamento