Questo sito contribuisce all'audience di

Un piacentino campione del mondo: Alessandro Russo festeggia ricordando Vigor Bovolenta

Il fisioterapista ha trionfato con Trento battendo in finale Civitanova 3-1. E nella foto mostra la mano con il numero 16 dell'indimenticato ex centrale biancorosso e dell'Italia

I festeggiamenti di Trento. Alessandro Russo, a destra, mostra la mano con il numero 16. Al suo fianco Dante Boninfante e Luca Vettori (f. fivb.org)

Ci sono anche le mani di un piacentino nel trionfo di Trento al campionato mondiale per club di volley. Non è sceso in campo a Czestochowa, non è nel tabellino ufficiale del 3-1 con cui la sua squadra ha superato la favorita Civitanova, ma ha fornito un contributo importantissimo per il ritorno sul gradino più alto del podio di una formazione italiana che mancava dal 2012. Il protagonista è Alessandro Russo, fisioterapista conosciutissimo nella nostra provincia che due anni fa si è trasferito in Trentino per curare i muscoli dei giocatori Diatec.

Questa mattina sulla Gazzetta dello Sport la tradizionale foto di gruppo scattata durante i festeggiamenti lo vedeva sorridente mostrare la mano con la scritta 16. Un modo che Russo utilizzava anche negli anni in biancorosso per ricordare il suo grande amico Vigor Bovolenta, conosciuto proprio durante il periodo piacentino.

Sul tetto del mondo oltre al fisioterapista sono saliti anche altri protagonisti conosciuti dagli appassionati piacentini di volley. Innanzitutto il tecnico Angelo Lorenzetti, alla guida dell’allora Copra Nordmeccanica capace di vincere lo scudetto nel 2009 (ma anche di raggiungere la finale di Champions League persa con Kazan a Lodz l’anno precedente) quando in campo vestiva la maglia biancorossa Dante Boninfante, ex regista e attualmente nello staff di Trento con la qualifica di assistente allenatore. In casa Diatec il preparatore atletico è Alessandro Guazzaloca, anche lui a Piacenza dal 2012 al 2014, periodo in cui con Simon (oltre a Fei e Zlatanov) in squadra arrivò il successo in Coppa Italia.

Non è finita, perché in campo c’era un altro ex biancorosso, l’opposto Luca Vettori che a Piacenza è cresciuto militando in Serie C e in B2, ha esordito in prima squadra nella massima serie e ha vinto, oltre alla Coppa Italia, anche la Challenge Cup.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Piacenza-Pro Vercelli 1-1: Della Morte trova il pari nel finale su errore di Bruzzone

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva almeno il pareggio. Male Bruzzone, il centrocampo non gira

  • Niente da fare per la Gas Sales Bluenergy, Modena espugna il PalaBanca

Torna su
SportPiacenza è in caricamento