rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Volley A1 maschile

Toni accesi nel confronto società-staff in casa Gas Sales Bluenergy. Adesso è fondamentale vincere a Verona

Lunedì, dopo la sconfitta con Modena, scambio di opinioni sentito anche dai tifosi all'esterno della struttura. Adesso non si possono più sprecare occasioni, la presidente Curti da inizio stagione dice che la qualificazione alla Final four di Coppa Italia è uno degli obiettivi

E’ stato un Santo Stefano molto strano per alcune squadre di Superlega. Verona, dopo la batosta con Trento (due set persi a 13 e uno a 16) porta tutta la squadra alle spalle di Stoytchev nell’intervista post gara, un modo per far capire che non esiste un solo responsabile ma è il gruppo che deve effettuare il salto di qualità. Milano finisce ko nel derby con Monza e coach Piazza si mette in discussione: «Così non possiamo proseguire insieme». Dietro la lavagna finisce anche una Gas Sales Bluenergy che dimentica in un attimo le cinque vittorie consecutive e, al netto di assenze importanti come quelle di Leal e Lucarelli, si dimostra troppo arrendevole e priva di carattere nel secondo e nel terzo set della sfida contro Modena. A fine gara in tanti hanno sentito un animato scambio di opinioni fra il direttore generale Hristo Zlatanov e lo staff tecnico, ovviamente comandato da Lorenzo Bernardi. Il dirigente non ha nascosto il proprio disappunto per una prestazione sicuramente molto al di sotto delle aspettative; i toni si sono alzati tanto da essere uditi dai tifosi all’esterno della struttura che normalmente ospita lo staff.

Oltre al risultato negativo in una partita che avrebbe permesso ai biancorossi di scavalcare Modena in classifica, ad incrementare il dispiacere c’è anche il fatto che la pessima prestazione, sicuramente una delle peggiori di questa stagione, sia arrivata ancora una volta di fronte a un PalabancaSport gremito. Il lavoro della società sta portando risultati in termini di pubblico e anche ieri, per l’ennesima volta, sugli spalti c’erano oltre 3mila spettatori. Però per la quinta volta in sette gare casalinghe a esultare sono stati gli avversari; di fronte ai propri tifosi i biancorossi sono stati sconfitti nell’ordine da Verona, Monza, Perugia, Civitanova e appunto Modena, riuscendo a battere solamente Cisterna e Trento in una sfida ricca di assenze, con gli ospiti senza il palleggiatore titolare e i biancorossi che dovevano fare a meno di Leal e con Lucarelli al rientro dopo un lungo stop. Troppo poco per una squadra partita con grandi ambizioni e nella griglia di partenza stagionale collocata alle spalle della sola Perugia.

«La cosa migliore è tornare subito in campo» ha spiegato Bernardi a fine partita. Giovedì appuntamento a Verona per i quarti di finale di Coppa Italia e questa volta conterà solamente la vittoria. La presidente Curti va dicendo da inizio stagione che uno degli obiettivi della società è la qualificazione alla Final four di Coppa Italia, adesso tocca a staff e giocatori dimostrare il valore del gruppo. Leal dovrebbe tornare a disposizione, ma indipendentemente da chi giocherà, in campo bisognerà vedere uno spirito ben diverso da quello mostrato contro Modena. Poi si tornerà a pensare alla Superlega: il secondo posto non è irraggiungibile visto che dista quattro lunghezze, ma le occasioni sprecate iniziano a essere troppe e serve davvero un deciso e definitivo cambio di rotta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Toni accesi nel confronto società-staff in casa Gas Sales Bluenergy. Adesso è fondamentale vincere a Verona

SportPiacenza è in caricamento