Mercoledì, 27 Ottobre 2021

Stern, braccio pesante e idee chiare: «Non vedo l'ora di iniziare. L'obiettivo? Chiudere fra le prime quattro». VIDEO

L'opposto della Gas Sales Bluenergy, reduce dall'argento agli Europei, si è integrato immediatamente nel gruppo. «Lagumdzija? Siamo giovani, ci aiutiamo a vicenda»

Braccio pesante e idee chiare. Toncek Stern approda a Piacenza per una nuova avventura: dopo l’eccellente scorsa stagione con la maglia di Padova, dove ha chiuso al quarto posto nella classifica dei migliori marcatori di Superlega, arriva al PalaBanca dove almeno inizialmente dovrebbe partire alle spalle di Adis Lagumdzija. Lui lo sa bene e prima afferma di essere in Emilia per aiutare la squadra, poi però confessa di voler creare difficoltà a Lorenzo Bernardi e si augura di mettere a terra tanti palloni per aiutare Piacenza a vincere.

Sei qui da pochi giorni ma hai già avuto modo di conoscere la squadra nel test contro Monza. Che impressione hai avuto?

«Ho iniziato solo lunedì ma mi sono integrato subito, il gruppo mi sembra ottimo e siamo quasi tutti ragazzi molto giovani, anche se alcuni hanno comunque alle spalle un’ottima esperienza. L’obiettivo? Possiamo puntare in alto in classifica. La città ancora non l’ho conosciuta, ma qui si sta bene e non vedo l’ora di iniziare a giocare, spero davanti ai Lupi Biancorossi sempre più numerosi».

Arrivi con un ruolo diverso rispetto all’anno scorso dove eri l’opposto titolare. Adesso, almeno sulla carta, parti alle spalle di Lagumdzija. Cosa ti ha spinto a fare questa scelta?

«Mi è piaciuto il progetto, i dirigenti e Lorenzo Bernardi mi hanno spiegato le loro idee: vogliamo arrivare fra le prime quattro. Certo, bisogna lavorare tanto e per quanto riguarda il mio ruolo io e Lagumdzija  siamo due giovani, abbiamo più o meno le stesse qualità e ci possiamo aiutare a vicenda. Farò il possibile per giocare e mettere a terra tanti palloni, poi toccherà al tecnico decidere».

Cosa porti a Piacenza della tua esperienza all’Europeo con l’argento vinto?

«Diciamo che inizialmente eravamo un po’ dispiaciuti, ma dopo un paio di giorni ci siamo resi conto dell’impresa che abbiamo compiuto. Un secondo posto in un campionato continentale non si ottiene ogni giorno. Adesso bisogna essere positivi e guardare avanti».

Video popolari

Stern, braccio pesante e idee chiare: «Non vedo l'ora di iniziare. L'obiettivo? Chiudere fra le prime quattro». VIDEO

SportPiacenza è in caricamento