Questo sito contribuisce all'audience di

Anticipo di partite non in calendario e tamponi antigenici: ecco come la Superlega prova ad aggirare il Covid-19

Si potranno affrontare due formazioni che nel programma "classico" avrebbero dovuto giocare contro avversari bloccati dal virus. Righi: «Attenzione altissima, ma cerchiamo soluzioni alternative»

La pallavolo non vuole fermarsi, ma la situazione attuale obbliga i vertici del volley e cercare soluzioni alternative. Così è ufficiale che da domenica si potranno giocare anche partite non comprese in calendario, fra due formazioni che nel programma "classico" avrebbero dovuto affrontare avversari positivi al Covid-19. La prima partita già fissata è quella fra Civitanova e Vibo Valentia. La Lube avrebbe dovuto giocare in trasferta contro Perugia nel big match della Superlega, ma gli umbri sono ancora alle prese con un focolaio che ha coinvolto in maniera abbastanza pesante la formazione di Heynen (pure lui positivo), mentre Vibo Valentia sarebbe stata impegnata in casa contro Cisterna, bloccata dallo stesso problema. Così la Legavolley ha autorizzato l’anticipo dell’ultima giornata di andata, una soluzione che probabilmente verrà utilizzata anche in futuro qualora ce ne fosse bisogno. A oggi bloccate dal coronavirus sono Verona, Ravenna, Perugia e Cisterna, mentre Trento è tornata in palestra ovviamente senza i tre giocatori positivi (Kooy, Sosa Sierra e Rossini) che devono terminare il periodo di quarantena.

In un’intervista a “After Hours” intanto Massimo Righi, presidente di Legavolley, ha fatto il punto sulla situazione, annunciando che la Consulta dei Presidenti ha deciso di proseguire almeno fino alla fine di novembre, quando la situazione verrà nuovamente analizzata. A oggi infatti purtroppo non è possibile prevedere una programmazione che vada oltre il termine mensile. A dare man forte è intervenuto anche Diego Mosna, numero uno di Trento, secondo il quale «fermarsi adesso potrebbe significare non riaprire più». Righi ovviamente ha specificato che occorre «tenere altissimo il livello di guardia e di controllo, sia in campo sia durante gli allenamenti e le trasferte», anticipando che potrebbero esserci novità nell’utilizzo dei tamponi. «Quelli molecolari oggi non riescono a darci esiti velocemente. Calcio e basket sono passati a quelli antigenici rapidi, utilizzabili anche il sabato o la domenica mattina. Anche noi andremo in quella direzione».

Intanto il prossimo appuntamento della Gas Sales Bluenergy è previsto sabato 14 novembre, quando alle 19.30 i biancorossi affronteranno al PalaBanca (chiuso al pubblico) Monza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento