Questo sito contribuisce all'audience di

La Gas Sales si merita gli applausi, ma i punti vanno a Modena

I biancorossi fanno sudare freddo una delle migliori formazioni della Superlega, ma non sfruttano otto set point nella seconda frazione e cedono 3-0

L’immagine più bella della serata arriva mentre il PalaPanini esulta per la vittoria di Modena. La Gas Sales al completo, con Andrea Gardini in mezzo al gruppo dei suoi ragazzi, si presenta sotto la curva dei Lupi Biancorossi ad applaudire i tifosi che ricambiano. Perché a questa squadra obiettivamente si può imputare poco: si, è vero, quando hai a disposizione otto set point nel secondo parziale e perdi 3-0 un pizzico di rammarico c’è sempre. Perché l’impressione è che manchi davvero un centimetro a questo gruppo per arrivare in cima alla montagna, e fermarsi quando la vetta è alla portata dispiace sempre. Però alla Gas Sales non si può davvero dire altro, perché la squadra ha lottato fin dal primo scambio, per due volte (nel primo e nel secondo set) ha costretto i padroni di casa a rincorrere anche in un momento importante e soprattutto, forse aspetto meno visibile ma fondamentale, non è crollata nella terza frazione. Dopo non aver concretizzato otto palloni per l’1-1 la copia sbiadita della vera Piacenza sarebbe sparita dal campo. Invece i biancorossi sono rimasti agganciati alla gara, hanno arrancato quando si sono trovati sotto 17-13 ma hanno mostrato tutto il proprio carattere recuperando fino a far sudare freddo Modena sul 22-21. Poi le maggiori qualità tecniche della formazione di Giani sono emerse, ma questa Piacenza è tutta un’altra formazione rispetto a quella impalpabile vista a Santo Stefano con Civitanova.

La sosta sembra aver permesso a Gardini di lucidare l’argenteria, se è vero che al di là del risultato finale Piacenza ha attaccato con percentuali migliori e murato meglio degli avversari, anche se quest’ultimo dato va letto in modo sintetico, viste le grandi difficoltà iniziali. A fare la differenza soprattutto una grande battuta di Modena, che in momenti importanti si è rivelata decisiva. Però i biancorossi hanno messo in mostra un Nelli miglior marcatore dell’incontro, un Kooy a tratti irresistibile, uno Scanferla che si è meritato gli applausi nel tempio del volley confermando una crescita costante. Ma sarebbe sbagliato dimenticare Berger per lunghi tratti colonna portante in ricezione e preciso anche in attacco, Stankovic implacabile a rete e Cavanna che si è divertito a giostrare tutti i suoi giocatori, mentre Krsmanovic è stato poco utilizzato.

Adesso però bisogna proseguire su questa strada anche domenica con Verona e la prossima settimana in casa di Vibo Valentia. Sono due incontri fondamentali per il futuro a medio termine dei biancorossi, confermandosi a questo livello Piacenza può pensare positivo.

LEO SHOES MODENA-GAS SALES PIACENZA 3-0

(25-21, 33-31, 25-23)

LEO SHOES MODENA: Anderson 14, Zaytsev 12, Bednorz 18, Christenson 2, Bossi 8, Mazzone 11, Rossini (L), Estrada Mazorra, Salsi. N.e.: Kaliberda, Pinali, Truocchio, Sanguinetti, Iannelli (L). All. Andrea Giani.

GAS SALES PIACENZA: Cavanna, Stankovic 9, Kooy 16, Berger 11, Nelli 19, Krsmanovic 4, Scaderla (L), Fei, Botto, Pistolesi. N.e.: Copelli, Yudun, Tondo, Fanuli (L). All. Andrea Gardini.

Arbitri: Cerra-Pozzato

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Pari per Nibbiano e Agazzanese, Castellana di rimonta. FOTO

  • Emergenza Coronavirus - Piacenza-Sambenedettese non si gioca, tutto sospeso il calcio piacentino

  • Carpi-Piacenza 3-0: decide la doppietta di Saric e il gol di Biasci

  • Piacenza - Squadra spenta e demotivata, servono nuove idee. La crisi dei biancorossi in tre punti

  • Emergenza coronavirus: sospeso tutto lo sport provinciale

  • Scontri nel derby Reggiana-Piacenza: arriva il primo Daspo ma è solo l'inizio

Torna su
SportPiacenza è in caricamento