Questo sito contribuisce all'audience di

Fei: «Non abbiamo giocato bene, ma è emerso il nostro carattere». Pagelle

Yosifov, ex di Latina, è concreto: «Conta solo vincere. Oltretutto su questo campo è difficile ottenere un risultato positivo»

Un attacco di Clevenot sotto lo sguardo di Baranowicz

Soddisfatto per il risultato, meno per la prestazione. Non lo nasconde Alessandro Fei a fine gara: è proprio il capitano biancorosso a porre l’accento su una prova non brillantissima da parte della squadra.

«Inutile negarlo, non abbiamo giocato bene come altre volte. D’altronde siamo un po’ in emergenza e solamente nei giorni scorsi abbiamo iniziato ad allenarci tutti insieme, per questo possiamo e dobbiamo migliorare. In avvio non siamo partiti alla grande anche perché Latina nei primi due set si è espressa bene e gran parte del merito va a loro. Però poi è emerso il nostro carattere, volevamo questa vittoria per non lasciarci andare».

Ancora una volta siete stati protagonisti di una grande rimonta. Però nel secondo set è emerso il vizietto che vi è già capitato in qualche occasione nei finali dei parziali.

«In effetti ci è già successo di giocare bene fino al 18 o al 20 per poi lasciarci andare. Ma la rimonta da 0-2 è stata una bella soddisfazione».

La partita con Latina ha dimostrato, se mai ce ne fosse ulteriore necessità, che la lotta per le posizioni di prestigio alle spalle delle big è apertissima e soprattutto ricca di pretendenti.

«Le squadre forti sono tante. Oltre a Verona, Latina e noi vedo anche Milano e Ravenna. Tutte si esprimono a buoni livelli, se non giochi bene perdi. In Superlega vedo tre formazioni costruite per vincere, tutte le altre possono giocarsela perché il livello è molto alto».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Grande protagonista anche Viktor Yosifov, ex di Latina dove giocò prima di passare a Piacenza lo scorso anno. «Alla fine conta solo una cosa - racconta il centrale - se vinci o perdi. Oltretutto su questo campo è sempre difficile ottenere un risultato positivo; i nostri avversari sono partiti bene, poi siamo stati bravi noi a rimontare e a vincere. Non dimentichiamo che è il terzo tie break che riusciamo ad aggiudicarci quest’anno».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il nuovo Dpcm chiude Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria da lunedì

  • Nuovo Dpcm, c'è l'incognita degli allenamenti nei Dilettanti. Nei professionisti tornano gli stadi chiusi

  • Calcio Dilettanti - Con il nuovo Dpcm allenamenti di squadra consentiti solo in forma individuale

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Vigolo e Bobbiese: pari nel derby. Ziano e Gragnano in vetta

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • Lecco-Piacenza 2-4: un super Corradi lancia i biancorossi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento