Questo sito contribuisce all'audience di

Una cinica Gas Sales si regala la prima vittoria da tre punti in Superlega: Verona ko

Al PalaBanca i biancorossi giocano una gara solida, sono capaci di rimontare svantaggi importanti sia nel primo sia nel secondo set e di vincere 3-1

L'esultanza della Gas Sales dopo la vittoria con Verona

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non importava come, l’unica cosa che contava era la vittoria. La Gas Sales centra l’obiettivo primario della serata e lo fa al termine di una partita che non sarà esteticamente spettacolare ma è da applausi in quanto a carattere e a intensità. Il 3-1 su Verona vale il primo successo da tre punti in Superlega e arriva dopo una sfida in cui la formazione di Gardini rimane a lungo aggrappata all'incontro con le unghie e quindi trova da battuta e muro le risposte più importanti per rilanciarsi in classifica dopo tre stop consecutivi. Certo, gli avversari sono di uno spessore nettamente differente, ma al PalaBanca in casa piacentina finalmente si è visto quel cinismo che era mancato giovedì scorso in casa di Modena. Meno belli rispetto a quattro giorni fa i biancorossi, ma sicuramente più concreti e in questa fase del campionato è probabilmente l’aspetto più importante.

LA GARA PUNTO A PUNTO

Certamente, come confermerà Gardini a fine gara, la Gas Sales non ha sfruttato tutte le occasioni che sono capitate per le mani, ma ha avuto il merito di cogliere quelle giuste. Un segnale di maturità che va sommato a una prova solida al servizio e molto attenta anche a muro, dove Stankovic è risultato il trascinatore recitando la parte del leone con 7 punti diretti nel fondamentale. Ma dalla vittoria con Verona emergono altri dati positivi. Il primo, già segnalato, le due rimonte arrivate anche dopo aver dovuto fare i conti con parecchi punti di svantaggio nei primi due set. Il secondo: la grande reazione giunta dopo un terzo parziale in cui Piacenza si è inspiegabilmente dimenticata di scendere in campo. La Gas Sales di qualche tempo fa avrebbe rischiato di allungare la gara fino al tie break, la “nuova” squadra creata da Gardini durante la sosta invece già dai primi scambi della quarta frazione ha lasciato intendere che aveva tutte le intenzioni di conquistare il bottino pieno. Si tratta solamente delle modifiche tecniche decise dall’allenatore e su cui il gruppo ha lavorato a cavallo di Capodanno? Difficile da capire, di certo i cambiementi hanno inciso dando maggiore solidità ai biancorossi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento