Questo sito contribuisce all'audience di

Parodi: «In una Superlega così equilibrata ogni gara diventa fondamentale». VIDEO

Lo schiacciatore della Wixo Lpr analizza un campionato che a Santo Stefano vivrà il giro di boa e anticipa le difficoltà del confronto con Verona

Simone Parodi, schiacciatore della Wixo Lpr Piacenza

Una settimana di stop, che ha fatto scivolare Piacenza al settimo posto in classifica, e subito dopo Natale ecco un nuovo esame complicato per la Wixo Lpr. Il giorno di Santo Stefano al PalaBanca arriva Verona allenata da Nikola Grbic, indimenticato ex regista biancorosso di qualche anno fa, attualmente quinta in graduatoria e reduce da un buon periodo, tanto che nelle ultime sette gare ha perso solamente da Civitanova. I biancorossi dal canto loro non hanno ancora recuperato come avrebbero voluto Leo Marshall, ma hanno avuto tutto il tempo per preparare al meglio la sfida con la Calzedonia, come conferma Simone Parodi.

Manca una sola giornata al termine del girone di andata. Qual è il tuo bilancio personale e quello della squadra?

«Direi che sono abbastanza soddisfatto. In questa prima fase della stagione - spiega lo schiacciatore - dobbiamo sostanzialmente fare i conti con due rimpianti; abbiamo giocato delle buonissime partite e altre a un livello inferiore. Da dimenticare invece sono la partita contro Padova e quella con Trento in cui ci siamo espressi male. Il giudizio complessivo è buono, ma possiamo migliorare anche come gruppo e questo è un buon segnale. Non dimentichiamoci che Marshall è fuori praticamente dall’inizio del campionato e la nostra rosa si può ampliare per essere ancora più competitivi».

A Santo Stefano affrontate Verona al PalaBanca, un confronto importante per la classifica e anche per capire come state e qual è il vostro livello al momento attuale.

«Lottiamo per arrivare nei play off, ma quest’anno il campionato è molto equilibrato e la sfida con gli Scaligeri rappresenterà un ostacolo tosto; i nostri avversari stanno giocando una buona pallavolo, noi siamo reduci da una settimana di stop e speriamo che questo non ci penalizzi. Dobbiamo entrare in campo motivati anche se il rischio è essere fuori ritmo nel primo set. Ma stiamo lavorando nel migliore dei modi, abbiamo approfittato della sosta forzata per riposarci un pochino e adesso ci presentiamo in palestra più carichi di prima».

L’hai già anticipato: nella fascia di mezzo è una Superlega equilibratissima. Piacenza è settima a un passo dal quinto posto ma potrebbe anche essere nona.

«Siamo tutti lì; escludendo tre-quattro squadre di fascia più alta le altre se la giocano per i play off. Vincere o perdere una partita ti fa entrare o uscire dalle prime otto posizioni: tutte le gare sono estremamente importanti, noi iniziano a pensare a Verona poi ci concentreremo sui prossimi appuntamenti».

Anche il calendario è strano: per un certo periodo siete scesi in campo ogni tre giorni, adesso avete riposato due settimane, quindi nelle vacanze sono previste quattro partite in meno di quindici giorni.

«Ci siamo abituati. Speriamo che la pausa ci permetta di esprimerci ancora meglio».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

GUARDA LA VIDEOINTERVISTA A SIMONE PARODI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Fontana chiude tutti i campionati della Lombardia. Il San Rocco però gioca, rimane in piedi la Serie D

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

  • Piacenza - Se ne va la "voce" che ci scaldava il cuore allo stadio, ci lascia il mitico Pio Bosini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento