rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022

Il piacentino Simon: «Se impariamo a soffrire faremo molta strada». VIDEO

Il ritorno a casa del centrale della Gas Sales Bluenergy, amatissimo dal pubblico biancorosso, sempre presente alle partite di basket e di calcio giovanile dei suoi tanti amici

Banner_bluebox_322x250-2 (trascinato)-3«E’ stato l’acquisto più importante, perché per lui si tratta di un ritorno a casa». Lo hanno detto a più riprese tutti in casa Gas Sales Bluenergy, dalla presidente Elisabetta Curti al direttore generale Hristo Zlatanov. Vedere nuovamente Robertlandy Simon vestito di biancorosso provoca un tuffo al cuore, per lui che era arrivato a Piacenza senza conoscere una parola né di italiano né di inglese, con una squalifica indefinita sulle spalle in un ambiente totalmente nuovo e completamente diverso dalla sua Cuba. Simon ha impiegato pochissimo a farsi amare dai tifosi piacentini, un feeling immediato che è durato anche quando le strade si sono divise e il centrale prima è andato dall’altra parte del mondo, in Corea del sud e in Brasile, poi è tornato in Italia indossando un’altra maglia biancorossa, quella della Lube.

Durante la presentazione della squadra ti è stato chiesto: “Sei qui per vincere il quarto scudetto consecutivo”? Tu ha risposto che questo si chiama gufare.

«Se non c’è la possibilità di vincere non giochiamo neanche. Io sono a Piacenza per provare a conquistare più successi possibili e ottenere la migliore posizione in campionato. E’ quello a cui tutti puntiamo, non penso sia un segreto».

A Piacenza sei davvero tornato a casa. I social sono invasi di tue foto con i tifosi in centro storico, a seguire la pallacanestro e a guardare gli incontri di calcio giovanile.

«E’ quello che facevo la prima volta che sono arrivato a Piacenza e che continuo a fare. Quando sono arrivato qui ho trascorso quasi un anno senza giocare, nel tempo libero ho iniziato a girare e a scoprire la città. Poi piano piano la gente ha iniziato a conoscermi, ma non ho cambiato abitudini e continuo a frequentare tanti amici».

Parlando solamente di pallavolo questa Piacenza come ti sembra?

«Per ora ci stiamo allenando ed è difficile dare giudizi perché tutte le formazioni hanno pro e contro. Noi abbiamo un obiettivo: dobbiamo imparare a soffrire. Se lo facciamo possiamo davvero arrivare molto lontano».

Sullo stesso argomento

Video popolari

Il piacentino Simon: «Se impariamo a soffrire faremo molta strada». VIDEO

SportPiacenza è in caricamento