Questo sito contribuisce all'audience di

Rio2016 - Sergio miglior giocatore delle Olimpiadi

Probabile (anzi certo) che da Piacenza per lui non abbia tifato nessuno. Ovvio, in campo c’era l’Italia e una squadra da sostenere con il cuore e con la mente anche a migliaia di chilometri di distanza. Emozioni azzurre da vivere fino all’ultimo...

Sergio festeggiato dai compagni dopo la conquista della medaglia d'oro (f. fivb.org)
Probabile (anzi certo) che da Piacenza per lui non abbia tifato nessuno. Ovvio, in campo c’era l’Italia e una squadra da sostenere con il cuore e con la mente anche a migliaia di chilometri di distanza. Emozioni azzurre da vivere fino all’ultimo pallone. Però la vittoria olimpica del Brasile sull’Italia ha un sapore un pochino meno amaro quando vedi che a festeggiare c’è un ragazzino di 40 anni tornato in Nazionale con l’unico obiettivo di conquistare l’oro a cinque cerchi e che a fine partita viene lanciato in aria da tutti i compagni di squadra. Sergio Dutra dos Santos, per tutti solo Sergio, è stato il vero leader della squadra. Sorrisi per i compagni che li meritavano, occhiatacce nei momenti in cui era necessaria una scossa. Il più acclamato dal pubblico all’ingresso in campo, il più atteso al termine delle partite.

Alla fine dell’Olimpiade per lui anche un altro riconoscimento speciale: il premio come miglior giocatore della manifestazione. Un libero è stato il migliore di tutti e chi segue il volley sa quanto sia difficile ottenere questo risultato per chi è in campo solamente in seconda linea, in un ruolo incomprensibile ai più ma fondamentale per la squadra. Una parte dell’anima di Sergioè anche piacentina e da noi ha lasciato ricordi indelebili, come giocatore e come persona. Lo ricordava nell’intervista di pochi giorni fa, all’inizio dell’avventura olimpica quando ancora il Brasile sembrava (e forse era) un brutto anatroccolo in attesa di momenti migliori. E sottolineava anche come le stagioni trascorse in Emilia lo avessero migliorato anche come atleta.

Adesso è nuovamente nell’Olimpo dello sport e Sergio con l’oro conquistato ieri ha raggiunto Samuele Papi e Sergej Tetyukhin nel ristrettissimo gruppetto di pallavolisti più medagliati ai Giochi, tutti saliti per ben quattro volte sul podio. Un altro record per il libero che anche a 40 anni ha confermato di essere il più decisivo al mondo.
Dal nostro inviato a Rio de Janeiro

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Juventus U23-Piacenza 1-1: ancora un pari, Libertazzi miracoloso nel finale

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva almeno il pareggio. Male Bruzzone, il centrocampo non gira

  • Niente da fare per la Gas Sales Bluenergy, Modena espugna il PalaBanca

Torna su
SportPiacenza è in caricamento