Per la Gas Sales Bluenergy una settimana di fuoco. Lucarelli: «Sarà fondamentale dosare le forze». VIDEO

In otto giorni i biancorossi giocheranno contro Perugia, Ankara in Champions e Monza. Lo schiacciatore brasiliano: «Non riusciamo ad allenarci al massimo, in palestra dovremo guardare più alla qualità che alla quantità»

Se parli di turn over a Ricardo Lucarelli viene l’orticaria. Lui non sa nemmeno come sia fatta la panchina, vuole essere sempre in campo che si tratti di amichevoli o della finale di Champions. E infatti nelle prime cinque giornate di Superlega, a cui aggiungere la semifinale di Supercoppa, è sempre rimasto sul terreno di gioco risultando spessissimo fra i migliori. Lo confermano anche le statistiche, che lo vedono nella top ten praticamente in ogni graduatoria, dall’attacco alla ricezione.

Contro Cisterna per Piacenza è arrivata la quarta vittoria in cinque partite di campionato. Un primo set in cui avete dominato, poi la gara non si è rivelata così semplice.

«In effetti non ci aspettavamo un avvio simile – spiega lo schiacciatore brasiliano – perché normalmente il livello è sempre molto alto. E infatti ci siamo detti subito di non pensare che la seconda frazione sarebbe stata uguale. Al cambio campo Cisterna ha alzato il livello mentre noi abbiamo sbagliato qualche azione semplice e ci siamo complicati il cammino, stesso discorso nel terzo. Dopo ci siamo presentati con la testa giusta e siamo riusciti a vincere».

In tutte le frazioni dopo quota 20 avete sempre giocato una buona pallavolo.

«Vero, questo è un aspetto importante. Nei momenti decisivi è sempre più complicato, invece noi siamo riusciti a dare il massimo, anche nella frazione in cui siamo stati sconfitti. E’ una bella caratteristica, speriamo di continuare su questa strada».

Domenica vi aspetta Perugia nello scontro fra prima e terza della graduatoria.

«Una partita tosta. Adesso pensiamo a riposare un po’ per arrivare al massimo contro di loro».

Non ci saranno solamente gli umbri perché la prossima settimana vi attende anche l’esordio in Champions contro Ankara e poi Monza in campionato. Tutte sfide molto complicate.

«Verissimo. A questo punto quanto costruito nelle scorse settimane in allenamento deve rimanere come base, ma bisogna concentrarsi solamente sulle partite e sul riposo perché saremo impegnati ogni tre giorni. Dovremo essere bravi a dosare le forze».

Tu sei uno abituato a stare sempre in campo.

«Allenarci poco non fa benissimo, ma è importante gestire al meglio questa fase. Anastasi è esperto, sa bene come si fa. E noi in palestra dovremo guardare più alla qualità che alla quantità».

Video popolari

SportPiacenza è in caricamento