rotate-mobile
Volley A1 maschile

Lucarelli conferma: «Giocherò a Piacenza». Intanto la società sonda il terreno per Cvetan Sokolov

In casa biancorossa sono in corso valutazioni su Lagumdzija. Chieste informazioni per l'opposto bulgaro fresco vincitore del campionato russo, sondaggio anche per Nimir Abdel Aziz per il quale però la strada è più complessa

Ormai la comunicazione funziona in questo modo: la società ancora non rende noto ufficialmente nessun arrivo ma ci pensano i giocatori a sciogliere ogni dubbio. Dopo la dichiarazione di Simon nelle scorse settimane, oggi è toccato a Ricardo Lucarelli confermare quanto già si sapeva: «Il prossimo anno giocherò a Piacenza – ha raccontato ad Andrea Scoppa del Resto del Carlino – perché è una società valida, altri brasiliani me ne hanno parlato bene e poi ci sarà Simon che è un grande giocatore e una grande persona». Due nuovi arrivi che si affiancano alle conferme già certe di Francesco Recine e Leonardo Scanferla oltre a quella di Edoardo Caneschi. Nonostante qualche incertezza dovrebbe restare in biancorosso anche Antoine Brizard, mentre sembra meno solida la posizione di Adis Lagumdzija. Il giovane opposto, a cui lo scorso anno era stato fatto firmare un triennale, è partito bene in questa stagione per poi accusare un calo e tornare alla ribalta nel finale.

La società sta effettuando alcune valutazioni, anche alla luce di un accordo già firmato: puntare ancora in modo deciso su di lui o tentare l’approccio con un giocatore più esperto? In casa biancorossa è partita una telefonata diretta a Cvetan Sokolov, fresco campione russo con la Dinamo Mosca, bulgaro classe 1989 già conosciutissimo in Italia per aver vestito a lungo le maglie di Trento, Cuneo e Lube con cui ha vinto tre scudetti e tre Coppe Italia. Un giocatore di peso e che offre enormi garanzie. Ma non è l’unico profilo sondato dai dirigenti biancorossi. Di certo in casa Gas Sales Bluenergy si è pensato anche a Nimir Abdel Aziz, opposto di Modena quest’anno secondo nella classifica marcatori di Superlega alle spalle di Rok Mozic. Arrivare all’olandese, che ha un passato anche da palleggiatore nella Treviso di Fei e Antonov, è più complicato anche a causa di un oneroso buy out (si parla di 150mila euro) che la società biancorossa dovrebbe pagare. Nel caso si decidesse di salutare Lagumdzija, il giocatore potrebbe trasferirsi a Civitanova. 

Sono ore di riflessioni dunque in casa biancorossa, perché la decisione sull’opposto presuppone anche una modifica delle politiche societarie. La presidente Elisabetta Curti ha detto chiaramente che anche la prossima stagione si punterà a migliorare ulteriormente, come è sempre successo da quattro anni a questa parte. Tenere Lagumdzija significherebbe puntare su un giovane di alto livello ma ancora di prospettiva, da far ulteriormente migliorare nei prossimi mesi. Puntare invece su un ultratrentenne vorrebbe dire alzare l’asticella per provare a vincere subito o comunque ad arrivare più in alto possibile già dal prossimo campionato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lucarelli conferma: «Giocherò a Piacenza». Intanto la società sonda il terreno per Cvetan Sokolov

SportPiacenza è in caricamento