Domenica, 25 Luglio 2021
Volley A1 maschile

«Con l'inizio della Superlega potremmo sperare di riaprire i palasport al 50 per cento»

L'annuncio di Massimo Righi, numero uno di Legavolley. «L'idea è anche quella di far entrare i vaccinati o chi ha un tampone negativo. Vogliamo ristabilire il rapporto con la nostra gente»

Il PalaBanca tornerà a riempirsi dopo lo stop provocato dal Covid?

Certezze ancora non ce ne sono, probabilmente bisognerà attendere le settimane immediatamente precedenti il via del campionato, ma nel mondo del volley si inizia a parlare di riaperture e di capienze nei palasport per la prossima stagione. Lo fa Massimo Righi, numero uno della Legavolley, intervistato da Gianluca Pasini sulla Gazzetta dello Sport. «In avvio – sono le parole di Righi – potremmo immaginare di far entrare il pubblico al 50 per cento della capienza, puntando poi ad aumentare periodicamente anche in base all’andamento della pandemia. Speriamo per novembre di poter essere a regime, anche se non dobbiamo dimenticare che ogni regione potrebbe avere regole differenti».

Si sta pensando anche a limitazioni per garantire la sicurezza degli spettatori. «Potremmo far entrare i vaccinati o chi ha un tampone negativo. Di certo dopo questo lungo stop vogliamo ristabilire il rapporto con la nostra gente».

Novità in vista anche per quanto riguarda i diritti televisivi. La Legavolley ha definito un accordo quinquennale con Volleyball World: i primi diritti rimarranno alla Rai, che continuerà a trasmettere due incontri in diretta a settimana, mentre le altre quattro partite verranno proposte su Discovery o sul canale della federazione mondiale. Si parte da una base che consentirebbe di incassare circa 2 milioni a stagione. «Credo che in tre-cinque anni si possa avere un dividendo importante per ogni società di Superlega».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Con l'inizio della Superlega potremmo sperare di riaprire i palasport al 50 per cento»

SportPiacenza è in caricamento