rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Volley A1 maschile

Una brutta Bluenergy Daiko cede 3-1 in casa del Montpellier. Botti: «Non ha funzionato niente»

Biancorossi avanti 1-0, poi crollano di fronte ai francesi. Il 15 febbraio Piacenza dovrà vincere 3-0 o 3-1 e anche l'eventuale golden set per passare il turno

GSE_banner_322x250_statico-2Prima sconfitta in Europa per la Bluenergy Daiko. Nella gara di andata dei Quarti di Finale di Cev Volleyball Cip con Montpellier i biancorossi vincono il primo set, perdono il secondo in un finale in cui la battuta dei padroni di casa ha fatto la differenza e poi nel terzo non riescono a mantenere un vantaggio che a metà parziale era anche di tre lunghezze. Nel quarto dopo un buon inizio arriva il break dei padroni di casa che mette all’angolo i biancorossi.

LA GARA PUNTO A PUNTO

Contro i Campioni di Francia appena scesi dalla Cev Champions League serviva una gara positiva, così non è stato soprattutto nell’approccio e nella determinazione ed ora nella gara di ritorno dei Quarti di Finale in programma al PalabancaSport il 15 febbraio i biancorossi dovranno vincere 3-0 o 3-1 per poi giocarsi tutto al golden set.

LA PARTITA – In avvio di gara coach Botti manda in campo Brizard e Romanò in diagonale, Simon e Alonso al centro, Leal e Recine alla banda, Scanferla è il libero. Montpellier, dall’altra parte della rete, risponde con Veloso e Faure in diagonale, Demyanenko e Moralez al centro, Palacios e Dukic alla banda mentre Closter è il libero.

Montpellier si presenta con l’ace di Demyanenko e subito allunga (5-1) con Botti a chiamare time out. La Bluenergy Daiko fatica a trovare ritmo e colpi mentre i padroni di casa continuano a giocare su buoni livelli sostenuti dal pubblico tra cui ci sono quattro tifosi di Piacenza, quattro Lupi Biancorossi. Piano piano la formazione biancorossa inizia a mettere palla a terra, l’ace di Alonso riporta sotto i suoi (9-8), ma sono i francesi a condurre le danze, poi la parità arriva a quota 12 con la bomba di Leal. Il naso avanti di una lunghezza lo continua a tenere il Montpellier, sul 23 pari dentro Gironi in battuta che non sbaglia, Simon a muro porta il set point (23-24), l’errore in attacco dei padroni di casa manda le due squadre al cambio campo.

I primi due punti anche nella seconda frazione sono targati Montpellier, questa volta la Bluenergy Daiko non lascia spazio agli avversari e a quota 5 è già parità con Romanò a perforare il muro avversario. Un paio di scambi ed è Recine a fare vestire i panni della lepre ai suoi (6-7). Il set è equilibrato, Piacenza cerca l’allungo (13-15) con Simon in primo tempo e Leal (71% in attacco) in diagonale ma i padroni di casa trovano la parità a quota 15. Battuta sbagliata e attacco out dei francesi (18-20), nuova parità a quota 20 con l’ace di Faure che si ripete mandando la palla sulla riga di fondo campo (21-20) e poi obbliga alla ricezione lunga Leal con chiusura facile del compagno in attacco (22-20). Time out chiamato da Botti, nuovo punto dei francesi, dentro Basic per Recine che subito mette a terra palla (23-21) che poi segna il block in del 23-22. Il set point è dei padroni di casa (24-22) che chiudono un mani fuori alla seconda occasione utile.

Nel terzo parziale parte bene la Bluenergy Daiko, un paio di errori degli avversari ed è 2-6, il set è infarcito di battute sbagliate da una parte e dall’altra, i biancorossi conducono con due-tre punti di vantaggio (10-13) quando in battuta va l’opposto Faure e come sul finire del set precedente mette in crisi la ricezione biancorossa: quando esce dalla linea dei nove metri il vantaggio di Brizard e soci è di una lunghezza (13-14). Guida ancora Piacenza per un paio di scambi poi è Montpellier a mettere il naso avanti sull’errore di Simon (18-16) e ad allungare (21-17) con la battuta in rete di Lucarelli appena entrato. Montpellier capitalizza ogni pallone, Piacenza fatica, sono tre i set point per i francesi (24-21) che chiudono alla seconda occasione con la battuta in rete di Cester.

Al cambio campo parte bene Piacenza (1-4) ma due muri consecutivi su Alonso e Romanò, un ace subito e un attacco out mandano in orbita i padroni di casa (7-4) che piazzano un break di sei punti. La Bluenergy Daiko impatta a quota 8, con l’ace nella zona di conflitto tra Recine e Leal i padroni di casa si riportano avanti di tre lunghezze (12-9) per poi allungare ancora (14-9) con l’invasione di Basic entrato da poco per Recine. L’ace di Simon vale il 16-13, in casa Piacenza cade una palla facile facile ed è 18-14, dentro Gironi per Romanò. Montpellier controlla, arrivano quattro match ball (24-20) si chiude su un fallo in palleggio di Brizard.       

Massimo Botti (allenatore Bluenergy Daiko Volley Piacenza): «Non ha funzionato nulla, soprattutto l’approccio alla partita per cui mi ero particolarmente raccomandato. E’ mancata la determinazione necessaria per vincere una gara, quando non c’è il giusto approccio tutto diventa difficile anche da un punto di vista tecnico. No, nulla ha funzionato».

MONTPELLIER HSC VB - BLUENERGY DAIKO VOLLEY PIACENZA 3-1

(23-25, 25-23, 25-22, 25-20)          

MONTPELLIER HSC VB: Demyanenko 6, Veloso, Palacios 8, Moralez 10, Faure 22, Dukic 24, Closter (L), Halagahu 2, Lecat, Vol, Le Goff. Ne: Rajoharivelo. All. Lecat.

BLUENERGY DAIKO VOLLEY PIACENZA: Alonso 7, Brizard 1, Recine 9, Simon 10, Romanò 14, Leal 16, Scaferla (L), Lucarelli, Gironi 1, Basic 5, Cester, de Weijer. Ne: Caneschi, Hoffer (L). All. Botti.

ARBITRI: Voudouris (Grecia), Portela (Portogallo).

NOTE: durata set 31’, 24’, 26’ e 25’ per un totale di 106’. Spettatori 1008. Montpellier HSC VB: battute sbagliate 19, ace 6, muri punto 7, errori in attacco 8, ricezione 43%  (21% perfetta), attacco 61% . Bluenergy Daiko Volley Piacenza: battute sbagliate 17, ace 5, muri punto 6, errori in attacco 6, ricezione 44% (21% perfetta), attacco 55%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una brutta Bluenergy Daiko cede 3-1 in casa del Montpellier. Botti: «Non ha funzionato niente»

SportPiacenza è in caricamento