menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Petric, capitano di Modena, premia Samuele Papi

Petric, capitano di Modena, premia Samuele Papi

Piacenza pronta per i play off, da sabato c'è Perugia

Biancorossi battuti 3-1 da Modena nell'ultima, ininfluente, gara della stagione regolare. Con gli umbri i quarti di finale iniziano in anticipo

Per una volta invece che da quanto è successo diventa fondamentale iniziare dal futuro: nei quarti di finale play off l’Lpr Piacenza affronterà Perugia. Gara1 si giocherà sabato alle 20.30 (in anticipo) in Umbria, ritorno il mercoledì successivo al PalaBanca, eventuale sfida decisiva ancora domenica in trasferta. Nessuna sorpresa dunque nell’ultima giornata di stagione regolare, Trento supera Monza 3-0 e si guadagna il secondo posto in classifica rendendo inutile il successo di Perugia con lo stesso punteggio su Verona. Prima della gara di sabato i biancorossi saranno chiamati mercoledì alla sfida dei quarti di finale di Coppa Cev contro Trento al PalaBanca, ma questa è un altra storia.

MANIA' C'E', DA MARSHALL NUMERI SUPER

Lpr totalmente concentrata sulle prossime sfide, come è normale che sia, e anche l’ininfluente sconfitta 3-1 in casa di Modena nell’ultima gara di stagione regolare va raccontata in ottica play off. A Giuliani interessava innanzitutto recuperare Manià e proseguire con il recupero di Marshall proprio in vista delle prossime gare. Il libero ha giocato tutto l’incontro senza mai lasciare il campo, lo schiacciatore è restato sul terreno di gioco per due frazioni mettendo in mostra numeri impressionanti: un ace, tre muri e un incredibile 83 per cento in attacco. Se a questo aggiungiamo i soliti 24 punti di Hernandez e 14 ottenuti grazie al muro con i 4 del solo Yosifov in campo negli ultimi due set, si può capire che i biancorossi possono trarre indicazioni positive anche dalla sconfitta. Senza contare che Giuliani proprio in vista dei prossimi appuntamenti (quattro gare, forse cinque nel giro di due settimane) ha alternato buona parte del gruppo a disposizione, concedendo spazio a Tencati, Alletti e Yosifov al centro, inserendo Zlatanov a partire dal terzo set e chiamando in regia Cottarelli nella quarta frazione. 

Insomma, arriva il momento clou dell’annata e Piacenza ha l’obbligo di farsi trovare pronta. Certo, nelle sfide a Trento e in trasferta a Perugia servirà una squadra ancora più tosta e concreta rispetto a quella vista a Modena, ma Piacenza in questa stagione ha già dimostrato di non fallire gli impegni decisivi. 

LEGGI QUI LA GARA PUNTO A PUNTO

AZIMUT MODENA-LPR PIACENZA  3-1

(25-19, 19-25, 25-21, 25-19)

AZIMUT MODENA: Orduna 2, Ngapeth E. 17, Piano 10, Vettori 17, Petric 10, Holt 9, Massari 0, Rossini (L), Travica 0, Ngapeth S. 0. N.E. Onwuelo, Le Roux. All. Tubertini.

LPR PIACENZA: Hierrezuelo 3, Clevenot 14, Tencati 0, Hernandez Ramos 24, Marshall 14, Alletti 4, Papi (L), Manià (L), Tzioumakas 0, Yosifov 4, Zlatanov 4, Cottarelli 0. N.E. Di Martino, Parodi. All. Giuliani. ARBITRI: Cesare, Gnani. NOTE - durata set: 22', 23', 24', 23'; tot: 92'.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento