menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra: Massimo Botti. Elisabetta Curti e Andrea Gardini

Da sinistra: Massimo Botti. Elisabetta Curti e Andrea Gardini

Botti: «Ho una grande curiosità e tantissimi stimoli per affrontare la nuova avventura». VIDEO

Da capo allenatore a vice di Gardini: «A mente fredda ho capito che era la scelta giusta». Sarà anche responsabile del settore giovanile: «Urgente creare una struttura adeguata, partiamo praticamente da zero»

Massimo Botti non ha bisogno di domande. Nel giorno in cui i riflettori sono puntati su Andrea Gardini in occasione della presentazione ufficiale del nuovo allenatore biancorosso, il tecnico che ha portato Piacenza in Superlega al termine di un’annata fantastica sa bene che attorno al suo nome si è creata una grande attenzione. Sorride mentre riceve i complimenti del vicepresidente Giuseppe Bongiorni: «Ringraziamo Massimo per quello che ha fatto nei mesi scorsi e per aver accettato il nuovo ruolo di secondo allenatore e di responsabile del settore giovanile biancorosso, che a noi interessa tantissimo e su cui investiremo». Subito dopo tocca a Hristo Zlatanov sottolineare la fiducia di Botti «che ha sposato il nostro progetto. E questo ci ha permesso di puntare su due tecnici vincenti», seguito a ruota da Andrea Gardini per il quale «Massimo quest’anno ha svolto un lavoro eccelso».

Poi tocca a lui spiegare la scelta che l’ha portato ad accettare il ruolo di secondo allenatore dopo un’annata in veste di head coach. «Sembra passato un secolo - spiega - rispetto al giorno della promozione, invece siamo saliti in Superlega solo dieci giorni fa, ma da allora sono cambiate parecchie cose. Martedì scorso mi sono confrontato con la società e i dirigenti mi hanno manifestato l’intenzione di affidare il discorso tecnico a una figura più esperta, proponendomi allo stesso tempo di rimanere nello staff».

L’ex centrale biancorosso ha impiegato un attimo per riprendersi da una comunicazione che probabilmente non si aspettava. «Ragionando a mente fredda ho capito che è la scelta più ponderata per un gruppo che ci tiene a fare bene. Così ho deciso di rimanere per il rispetto che ho verso la piazza e verso la società».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento