rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Volley A1 maschile

E’ una Piacenza da impazzire: battuta Civitanova al quinto set

Gas Sales Bluenergy da urlo, si trova due volte sotto ma rimonta e supera al tie break i campioni d'Italia con 35 punti di Lagumdzija

“Mi fai impazzire” cantano per tutta la gara i Lupi Biancorossi, che poi accompagnano negli spogliatoi i giocatori della Gas Sales Bluenergy ripetendo lo stesso ritornello. E’ davvero una Piacenza da impazzire, come recita la canzone di Blanco e Sfera Ebbasta, quella che vince al tie break in casa di Civitanova una partita incredibile. Due ore e mezza di fronte ai campioni d’Italia, superati in casa propria nel giorno in cui il palasport riapre alla maggiorparte degli spettatori e sugli spalti ci sono 1500 persone.

LA GARA PUNTO A PUNTO

Per dare l’idea di quella che è una vera e propria impresa basti leggere la storia: da quando la nuova Piacenza gioca in Superlega non era mai riuscita a conquistare nemmeno un punto contro le big del campionato. All’Eurosuole la formazione di Bernardi rimonta due volte, non si accontenta di aver mosso la classifica e nel tie break affossa le speranze dei marchigiani. E’ una di quelle vittorie che ha un valore inestimabile. Non solo per la classifica, a Civitanova vinceranno pochissime squadre, ma soprattutto per il morale di un gruppo che si sta formando e ha bisogno di certezze nel proprio percorso di crescita. Quello con la Lube non è un paletto importante, sono le fondamenta di un palazzo che sta nascendo nel migliore dei modi.

“E’ un altro esame che ci dirà a che punto siamo” era stato ripetuto in settimana. Di certo un solo successo, anche se importantissimo, non consente di compiere voli pindarici perché sarebbe l’errore più grande. Però questa Gas Sales Bluenergy ha dimostrato in un caldo pomeriggio marchigiano di avere un cuore grande così, che si somma al carattere e a qualità di squadra e individuali. Perché è vero che a pallavolo si vince con il gruppo, ma quando hai un opposto come Lagumdzija che mette a terra 35 palloni con il 65 per cento in attacco, uno schiacciatore come Rossard che si allena un quarto d’ora in una settimana (conteggio ufficiale di Bernardi), parte in panchina ma quando entra dà spettacolo e diventa decisivo, un Brizard che non perde mai precisione, tranquillità e sorriso neanche nei momenti più complicati e un Holt che sembra sempre vivere in un mondo parallelo ma non sbaglia un colpo ecco che tutto diventa più semplice. E’ un successo che nasce anche dalla panchina e permette ai biancorossi di trovare nuove certezze: Recine non ripete la bella prova di sette giorni fa? Nessun problema, ecco che si presenta Antonov pronto a giocare quattro set senza fare una piega. Caneschi è chiamato in causa per un pallone e lo mette a terra, Stern entra solo per il servizio e dopo due errori iniziali arma il braccio per un finale da urlo. Il tutto con il solito Scanferla a dare l’esempio in seconda linea.

Questa Gas Sales Bluenergy non è solo bella, è anche concreta, perché se non lo fosse si sarebbe accontentata dei complimenti, che comunque non sarebbero mancati. Invece no, ha fortemente voluto anche i punti e se li è andati a prendere sul campo dei campioni d'Italia rovinando la festa di un pubblico caldo e sportivo. E’ l’atteggiamento giusto, oggi per Piacenza ci sono solo applausi.

CUCINE LUBE CIVITANOVA - GAS SALES BLUENERGY PIACENZA 2-3

(25-23, 16-25, 25-23, 22-25, 12-15)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: De Cecco 3, Juantorena 17, Simon 9, Garcia Fernandez 15, Santos De Souza 13, Anzani 7, Marchisio (L), Balaso (L), Diamantini 0, Kovar 1. N.E. Sottile, Jeroncic, Penna. All. Blengini

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Brizard 6, Recine 2, Holt 13, Lagumdzija 35, Russell 4, Cester 4, Catania (L), Scanferla (L), Stern 0, Rossard 16, Antonov 8, Caneschi 1. N.E. Tondo, Pujol. All. Bernardi

ARBITRI: Simbari, Vagni

NOTE - durata set: 31', 28', 36', 32', 18'; tot: 145'.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E’ una Piacenza da impazzire: battuta Civitanova al quinto set

SportPiacenza è in caricamento