Questo sito contribuisce all'audience di

Lpr, slitta la decisione sul futuro. Si addensano nubi sui biancorossi?

Spostato in avanti il termine ultimo per fare chiarezza, si rischia di entrare tardi sul mercato potendo poi sfruttare un numero molto ridotto di opzioni

Roberto Pighi e, a destra, Guido Molinaroli, al raduno dell'ultima stagione

«Il futuro dell’Lpr volley si conoscerà fra la fine di aprile e i primi di maggio. Stiamo facendo il possibile per assicurare un avvenire importante alla squadra». Parole di Roberto Pighi che risalgono a qualche settimana fa. Poi sulla società biancorossa è calato il silenzio e a oggi tutto ancora tace. Questo non significa che i dirigenti siamo fermi, anzi i vertici stanno facendo il possibile incontrando a pieno ritmo potenziali sponsor che potrebbero dare una mano economica all’Lpr volley, però il silenzio non permette di dissipare le nubi che si stanno nuovamente addensando sul PalaBanca.

A oggi non ci sono dichiarazioni ufficiali, l’ultima in ordine di tempo è datata una settimana fa per voce di Molinaroli che si è dichiarato «abbastanza fiducioso», ma il fatto che non vengano sciolti i nodi principali non permette di pensare positivo. Sia il presidente sia l’amministratore delegato Roberto Pighi sono impegnati a trovare soluzioni adeguate, ma pare che la decisione definitiva sia slittata ulteriormente in avanti, si dice addirittura a fine maggio.

Ipotesi che potrebbe comportare non pochi problemi all’eventuale prossima stagione. Non è un segreto che Piacenza abbia già bloccato sul mercato il regista Michele Baranowicz,  l’opposto Maurice Torres e il libero Daniele De Pandis, ma è altrettanto innegabile che la società biancorossa non potrà tenerli fermi a lungo. Su Torres hanno messo gli occhi anche i vincitori della PlusLiga, i polacchi dello Zaksa, mentre De Pandis pare essere entrato nelle mire di Perugia. Formazioni ambiziose, difficile dunque che i giocatori accettino di restare ancora a lungo in una situazione di incertezza rischiando di perdere treni importanti per la propria carriera. Ed è proprio delle scorse ore anche un possibile interessamento di Modena per Trevor Clevenot, senza dubbio una delle sorprese del campionato. Insomma, il rischio è che se anche Piacenza decidesse di proseguire rischierebbe di trovarsi a fare mercato con un numero ridottissimo di opzioni, andando incontro a incognite e incertezze già vissute un paio di stagioni fa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva almeno il pareggio. Male Bruzzone, il centrocampo non gira

  • Niente da fare per la Gas Sales Bluenergy, Modena espugna il PalaBanca

  • Serie C - Il Piacenza non sa più vincere. La Pro Vercelli strappa l'1-1 nel finale, biancorossi ora terzultimi

Torna su
SportPiacenza è in caricamento