menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alessandro Fei torna a vestire il biancorosso

Alessandro Fei torna a vestire il biancorosso

Lpr ai blocchi della nuova stagione fra certezze e qualche incognita

Il 16 agosto si radunano i biancorossi che dopo tanti anni devono fare i conti con le assenze di Zlatanov, Tencati e Papi. Squadra tatticamente diversa rispetta all'ultima vista al PalaBanca

Sette giocatori confermati, cinque facce nuove, una delle quali (Alessandro Fei) a dire la verità è già conosciuta dai tifosi biancorossi. Parte subito dopo Ferragosto la stagione di una Lpr che negli ultimi due mesi anche senza campionato non ha fatto annoiare i propri tifosi. Prima il nodo PalaBanca con la chiusura dell’impianto da parte del Comune, problema per fortuna rientrato in tempi relativamente brevi, quindi l’ufficializzazione dell’uscita dalla società di Roberto Pighi, che ha ceduto il proprio 80 per cento al presidente Guido Molinaroli.

Dal 16 agosto si torna a parlare solo di pallavolo giocata con la rinnovata Lpr, ma forse a breve sarebbe meglio dire Wixo Lpr (questa è un’altra novità) che si raduna per preparare la prossima stagione. Per la prima volta non si partirà dal campionato ma dalla Coppa Italia, che vedrà i biancorossi impegnati l’11 ottobre con la vincente di Padova-Castellana Grotte e la certezza, per chi supererà il turno, di affrontare la settimana successiva Perugia.

Di certo quella che vedremo al PalaBanca sarà una squadra molto rinnovata rispetto allo scorso anno. Innanzitutto nella formazione titolare avrà tre novità: il regista Baranowicz, l’opposto Fei e il centrale Yosifov, già a Piacenza nell’ultima stagione ma raramente schierato con continuità a causa dell’impossibilità di presentarlo sul terreno di gioco insieme a Marshall per il numero di italiani richiesto dal regolamento. Ma al di là degli uomini, sarà una Piacenza diversa rispetto alla versione più recente dell’Lpr, fortemente sbilanciata sull’asse cubana Hierrezuelo-Hernandez. Probabilmente sarà una formazione meno spettacolare ma più equilibrata anche se le incognite non mancano. Clevenot è atteso dalla stagione di conferma dopo l’ultima eccellente annata, non è più una sorpresa e bisogna vedere come reagirà di fronte a responsabilità sempre maggiori. Parodi fisicamente parte alla pari dei compagni già dal primo giorno di raduno, toccherà a lui dimostrare di essersi lasciato definitivamente alle spalle i tanti problemi fisici delle ultime annate. Kody è alla sua prima stagione in Superlega dopo aver fatto bene in A2, Avraham Hershko è la grande incognita del gruppo, mentre a Ludovico Giuliani si chiede di garantire un buon livello soprattutto in allenamento.

Di certo la novità più grande sarà però l'assenza di tre mostri sacri capaci di portare a lungo in giro per l'Italia e per l'Europa il nome di Piacenza. Per la prima volta dopo 15 anni non ci sarà Hristo Zlatanov e negli spogliatoi non entreranno nemmeno Luca Tencati e Samuele Papi. Difficile sopperire alla loro mancanza soprattutto a livello di personalità, toccherà agli esperti del gruppo prendere un testimone tanto prezioso quanto scomodo.

Come è ormai tradizione il raduno sarà aperto anche ai tifosi: alle 16.15 al PalaBanca è previsto il primo contatto fra i sostenitori biancorossi e i giocatori. Poi si inizierà a lavorare in vista degli impegni ufficiali.

I CONVOCATI DAL TECNICO ALBERTO GIULIANI

1 Loris Manià
3 Simone Parodi
4 Aimone Alletti
6 Ludovico Giuliani
7 Leonel Marshall
9 Michele Baranowicz
10 Kody Yvan Arthur
12 Viktor Yosifov
13 Hershko Tamir Avraham
14 Alessandro Fei
17 Trévor Clévenot
18 Francesco Cottarelli

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento