menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un attacco di Clevenot di fronte al muro di Coscione

Un attacco di Clevenot di fronte al muro di Coscione

Lpr, vittoria con Vibo e certezza matematica dei play off

Successo 3-1 dei biancorossi, che a quattro giornate dal termine sono già sicuri di essere protagonisti nella post season

Tre punti che valgono ben più della rivincita su Vibo Valentia, capace di beffare i biancorossi all’andata. Innanzitutto riportano Piacenza al successo pieno dopo tre gare (fra campionato e Coppa Italia) chiuse al tie break, ma soprattutto consentono ai biancorossi di staccare il pass per i play off. E la certezza matematica di chiudere il campionato nei primi otto e a quattro giornate dal termine non è traguardo da sottovalutare. Nelle quasi due ore di gioco i biancorossi hanno un solo passaggio a vuoto, nel finale di un secondo set ormai nelle tasche dei biancorossi. Vibo lo “scippa”, sportivamente parlando, con la serie al servizio di Barreto, che permette agli ospiti di risalire dal 20-24. A dire la verità una mano la dà anche l’Lpr, che nell’occasione commette tre errori quasi consecutivi, in controtendenza con l’andamento di una gara ad alto livello in attacco. Sull’1-1 i biancorossi hanno il merito di abbassare la testa e di non alzarla più fino al traguardo: non avranno la possibilità di attingere alla panchina, saranno anche stanchi per i continui impegni, ma grinta e carattere a questo gruppo non mancano proprio.

Se poi alle qualità che tutti riconoscono a questa formazione aggiungiamo anche una serata ad alti livelli in difesa, si capisce che Piacenza nel momento del bisogno può davvero giocarsi tante carte vincenti. L’esempio arriva a metà terzo set: doppia strepitosa difesa di squadra e successivi contrattacchi che consentono a Piacenza di guadagnare il break decisivo.

CHE PARTITA GLI SCHIACCIATORI

A questo ovviamente bisogna aggiungere il solito Hernandez, uno che quando decide di cambiare ritmo spacca la partita, un Alletti a tratti scatenato e la coppia di schiacciatori Parodi-Clevenot in questo momento vero valore aggiunto della squadra. «Sono stanchissimo» confesserà Simone, seduto sui led pubblicitari a fine gara. «Me l’ha detto anche durante la partita, ma potete immaginare cosa gli ho risposto» confermerà Giuliani pochi istanti dopo. La realtà è che in un momento in cui Piacenza ha un solo cambio in posto quattro, la garanzia Samuele Papi, la coppia di titolari sta facendo la differenza. Non solo a rete, ma anche in ricezione e soprattutto in difesa; c’è bisogno di loro, sanno di non potersi permettere un passaggio a vuoto e trascinano Piacenza al successo. Lo spirito è quello giusto, in una squadra che consolida il sesto posto staccando ulteriormente Monza, adesso a cinque punti e attesa al PalaBanca prima della fine del campionato.

LA LAMENTELA DEI TIFOSI

Chiusura con una parentesi per quanto visto sugli spalti. Innanzitutto il saluto a Davide Marra "Quei cinque anni non si dimenticano" , poi il ringraziamento alla squadra per il risultato della Coppa Italia: "Non tutti i sogni diventano realtà, ma è stato fantastico sognare con voi".

Ma soprattutto il gemellaggio fra i tifosi di Piacenza e Vibo fa sì che la gara sia attesa tutta la stagione. La sfortuna ha voluto che sia all’andata sia al ritorno venisse programmata a metà settimana, rendendo difficilissima la trasferta. “Più rispetto per chi paga aereo, hotel e biglietto” scrivono i Lupi Biancorossi sullo striscione sistemato nella curva ospite vuota, una protesta per il posticipo deciso dopo che i tifosi ospiti avevano già prenotato il viaggio a Piacenza. Anche di questo bisogna tenere conto. 

LPR PIACENZA - TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 3-1

(25-20, 24-26, 25-22, 25-21)

LPR PIACENZA: Hierrezuelo 6, Clevenot 18, Alletti 10, Hernandez 20, Parodi 9, Yosifov 9, Manià (L), Cottarelli 0, Tencati 0. N.E. Tzioumakas, Zlatanov, Papi, Di Martino, Marshall. All. Giuliani

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Coscione 2, Geiler 12, Costa 10, Rejlek 18, Barreto Silva 12, Barone 3, Izzo 0, Marra (L), Diamantini 2. N.E. Alves Soares, Michalovic, Corrado. All. Kantor

ARBITRI: Santi, Braico

NOTE - durata set: 26', 29', 28', 28'; tot: 111'

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento