Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza cerca il riscatto con Vibo Valentia

L'Lpr di fronte all'unica avversaria, escluse le prime cinque in classifica, capace di batterla in campionato. Marshall e Zlatanov ancora out

Trevor Clevenot: lo schiacciatore francese è alla sua prima stagione a Piacenza

Se si eccettuano le prime cinque della classifica, Vibo Valentia è stata l’unica formazione in grado di battere Piacenza fra campionato e Coppa Italia. Basterebbe questa considerazione per mettere in guardia i biancorossi, impegnati giovedì al PalaBanca (si gioca alle 20.30) nel posticipo di Superlega di fronte alla Tonno Callipo che nell’ultima settimana è tornata al successo battendo Padova. Come se non bastasse, i biancorossi devono nuovamente fare i conti con l’emergenza schiacciatori: Marshall e Zlatanov sono ancora indisponibili, così Giuliani può utilizzare solo Clevenot e Parodi con Papi che svestirà nuovamente la casacca di libero per mettersi a disposizione in caso di necessità.

L’Lpr negli ultimi appuntamenti di campionato ha fatto capire di non avere la costanza di rendimento fra le proprie caratteristiche migliori: una sconfitta e due vittorie al tie break nelle ultime quattro gare ricche di alti e bassi. Aspetto tipico di chi gioca tanto, può allenarsi poco e non ha nemmeno la possibilità di far ruotare tutti i propri effettivi. Problemi normali per chi è impegnato nelle Coppe europee e chi fa strada in tutte le competizioni, per questo Piacenza deve essere brava a superare il momento di superlavoro lasciando per strada il minor numero possibile di punti. Il traguardo del quinto posto ormai è quasi un miraggio, anche perché nel girone di ritorno la diretta concorrente Verona ha alzato il ritmo mentre i biancorossi sono calati, almeno questo dicono i numeri che hanno visto la Calzedonia conquistare in otto giornate oltre il doppio dei punti dell’Lpr. Allora l’obiettivo diventa la difesa del sesto gradino da una Monza che ha un calendario più complicato e deve anche presentarsi al PalaBanca.

Con i tanti appuntamenti all’orizzonte Piacenza deve per forza concentrarsi su un avversario alla volta. A iniziare da Vibo Valentia, sfida che per i tifosi ha sempre un sapore particolare (visto il gemellaggio esistente da anni e consolidato a ogni stagione) e per i giocatori si presenta piuttosto ostica. La Tonno Callipo ha recuperato alcuni giocatori non al top e ha l’obbligo di conquistare punti per restare in ottava posizione, l’ultima che consente l’accesso ai play off. Così si presenterà al PalaBanca agguerrita, ma l’Lpr ha grinta e qualità tecniche per respingere l’assalto e proseguire il cammino in campionato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio Dilettanti - Si va verso lo stop definitivo per Eccellenza, Promozione, Prima, Seconda e Terza Categoria

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Juventus U23-Piacenza 1-1: ancora un pari, Libertazzi miracoloso nel finale

  • Nuova mazzata sullo sport: chi ha il Covid deve stare fermo almeno due mesi

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

Torna su
SportPiacenza è in caricamento