Questo sito contribuisce all'audience di

Lpr, devi liberarti dalla "sindrome da primo set". VIDEO

Piacenza ha perso il 37 per cento delle partite, ma per ben sei volte su dieci ha lasciato per strada il primo parziale. Una partenza ad handicap che va superata prima dei play off. Mercoledì al PalaBanca arriva Monza

Il gruppo dell'Lpr festeggia dopo una vittoria

Chi guarda il bicchiere mezzo pieno può leggere il dato come un aspetto positivo: Piacenza è una squadra che non si arrende mai ed è capace di rimontare anche nelle situazioni più difficili. Chi invece vede quello mezzo vuoto non capisce il motivo di una partenza ad handicap; perché L’Lpr deve spesso giocare una prima frazione scialba anche contro formazioni alla portata? Un po’ come se i biancorossi si presentassero ai blocchi di partenza in una competizione di nuoto con la muta da palombaro, gareggiando spalla a spalla con chi può tuffarsi in costume. Grande fatica in avvio ma poi si cambia completamente ritmo nel finale, se è vero che la squadra di Giuliani ha vinto tutti e cinque i tie break giocati fino a questo momento in campionato.

FALSA PARTENZA

Certo che se i biancorossi riuscissero ad eliminare il difetto delle false partenze probabilmente riuscirebbero ad essere ancora più concreti. Se consideriamo le partite giocate in regular season e Coppa Italia, l’Lpr è scesa in campo 27 volte subendo 10 sconfitte. In percentuale Piacenza ha perso il 37 per cento delle gare disputate, ma se consideriamo solamente il primo set i “pessimi avvii” sono stati ben 16, vale a dire il 59,25 per cento. Praticamente sei volte su dieci Zlatanov e compagni si sono trovati a dover rimontare da 0-1. «Nella pallavolo niente è per caso» ha confessato Luca Tencati domenica scorsa dopo il successo su Padova. Ultima considerazione: non è mai successo in questa stagione che vincendo il primo parziale Piacenza sia poi uscita sconfitta dal campo. Come a dire: quando l’Lpr si porta avanti 1-0 per gli avversari non c’è speranza. L’obiettivo in vista dei quarti di finale di Coppa Cev e dei play off deve dunque essere quello di scrollarsi di dosso la muta da palombaro partendo alla pari con gli altri, perché uscendo bene dai blocchi i biancorossi mostrano le spalle agli avversari anche al traguardo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

MERCOLEDI’ CON MONZA AL PALABANCA

Con la speranza che la metamorfosi inizi già da mercoledì al PalaBanca, quando alle 20.30 l’Lpr affronta Monza, formazione fino a pochi giorni fa in corsa con i biancorossi per il sesto posto. Adesso la squadra di Giuliani non ha più problemi di graduatoria e utilizzerà le ultime due giornate come test in vista dei play off. Da capire dunque se il tecnico inserirà fra i titolari Marshall, reinserito gradatamente negli ultimi appuntamenti dopo il lungo infortunio. Se Leo sarà nella formazione iniziale allora spazio anche a Tencati al centro, altrimenti dovrebbero iniziare Parodi in banda e Yosifov centrale. Difficile infatti pensare a rivoluzioni particolari per fare riposare qualche protagonista: fra una settimana inizia la fase più importante della stagione e l’Lpr ha la necessità di giocare insieme per farsi trovare al top nel momento decisivo di Coppa Cev e campionato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

  • Risultati e classifiche di Juniores, Allievi e Giovanissimi. Il Dpcm chiude i campionati Provinciali

  • Si va verso la prosecuzione dell'attività anche per la Seconda categoria. Per la Terza si deciderà a breve

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento