menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lorenzo Bernardi e Raydel Hierrezuelo

Lorenzo Bernardi e Raydel Hierrezuelo

Bernardi: «Decisiva la reazione nel terzo set, sono molto soddisfatto del risultato». Russell: «Siamo un'ottima squadra»

Il tecnico e lo schiacciatore festeggiano la vittoria della Gas Sales Bluenergy con Ravenna ma non si nascondono le difficoltà: «La strada da fare è ancora parecchia»

E’ salito sull’ottovolante Lorenzo Bernardi, annuncio del suo arrivo alla guida di Piacenza mercoledì scorso, presentazione venerdì e oggi la sua prima panchina alla guida dei biancorossi festeggiata con una vittoria contro Ravenna.

«Sono molto soddisfatto – spiega il nuovo tecnico della Gas Sales Bluenergy - perché questa squadra aveva bisogno di vincere una partita e ha saputo farlo anche in un momento di grande difficoltà».

Due i momenti decisivi, che per fortuna dei biancorossi hanno avuto esiti opposti. «Siamo andati sotto nel secondo set con sei errori consecutivi e non li abbiamo più recuperati. Poi abbiamo iniziato male il terzo parziale ma ne siamo usciti e questo penso sia un segnale importante per il futuro».

Il tecnico è consapevole che Piacenza deve compiere ancora un lungo tragitto. «C’è tantissimo da fare, lo sapevamo e questa partita non cambia la mia opinione sul lavoro che ci aspetta. Le vittorie però portano morale: va bene conquistare punti anche quando non si gioca molto bene».

Finalmente arriva il sorriso anche sui visi dei giocatori, a iniziare da Aaron Russell, schiacciatore statunitense autore di 15 punti e secondo miglior marcatore della gara alle spalle dell’irraggiungibile Grozer, protagonista con 29 palloni messi a terra.

«La prima vittoria è sempre bella – spiega lo schiacciatore statunitense - anche se adesso dobbiamo pensare a migliorare ulteriormente. Il successo contro Ravenna ha un grande valore, perché i nostri avversari sono una squadra che batte e difende bene ed è valida anche a muro. Sarà dura per tutti venire a vincere a casa loro».

Inevitabile la domanda sul ruolo di Lorenzo Bernardi. «Stiamo ancora imparando il suo metodo, per il momento però ci ha fatto credere in noi. Ma ci sono ancora delle occasioni in cui fatichiamo a reagire alle difficoltà. Però siamo un'ottima squadra, Hierrezuelo è un gran giocatore, Clevenot e Scanferla mi danno una grande mano in ricezione permettendomi in alcune occasioni di concentrarmi sull’attacco e Grozer tira davvero molto forte, ha una grande personalità e sta facendo ottime cose».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento