rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Volley A1 maschile

Romanò, Recine e Scanferla campioni del mondo. «E' tutto magico, abbiamo fatto qualcosa di impensabile»

L'Italia con i tre giocatori della Gas Sales Bluenergy batte la Polonia 3-1 e vince il titolo iridato. Leal miglior schiacciatore della manifestazione

Succede l’incredibile a Katowice: i due volte campioni della Polonia cedono lo scettro davanti al proprio pubblico e per la quarta volta nella storia l’Italia diventa campione del mondo vincendo la finale 3-1. Lo fa a 24 anni dall’ultimo successo e a festeggiare con la maglia azzurra ci sono anche tre giocatori della Gas Sales Bluenergy: l’opposto Yuri Romanò, nella rassegna iridata uno dei migliori specialisti nel suo ruolo, lo schiacciatore Francesco Recine e il libero Leonardo Scanferla. Lunedì alle 12.45 tutti i ragazzi e lo staff al completo saranno ricevuti alle 12.45 al Quirinale dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Romanò, nuovo arrivo in casa piacentina, replica dunque la vittoria dell’Europeo di un anno fa (insieme a Francesco Recine) ottenuta proprio a Katowice. Allora fu decisivo in finale, adesso lo è stato nell’arco di tutta la competizione.

«Sembra tutto magico, rivincere nello stesso posto è incredibile. Qualche giorno fa parlando con gli altri ho detto: quante probabilità ci sono di conquistare Europeo e Mondiale a distanza di un anno nello stesso posto? Praticamente nessuna. Noi invece ci siamo riusciti. Abbiamo fatto qualcosa di impensabile».

Anche in finale Romanò è risultato fra i migliori, in un palasport completamente vestito di biancorosso con 11mila spettatori a tifare per la Polonia. «Cerco di giocare tutte le partite allo stesso modo, il campo da volley è sempre uguale, dobbiamo sempre affrontare degli avversari e con i miei compagni mi sento a mio agio quindi riesco a esprimermi al meglio».

L’opposto è un caso unico, essendo titolare in nazionale ma fino a quest’anno non con la squadra di club. «Sinceramente – ride – preferisco così. Se poi con l’Italia va a finire in questo modo, durante l’anno posso anche non giocare mai. A parte gli scherzi, la mia carriera ha dimostrato che se lavori bene i risultati alla fine arrivano. E’ quello che ho sempre fatto e che continuerò a fare, dunque se giocherò o meno titolare anche nel club dipenderà da me».

La soddisfazione della Gas Sales Bluenergy non riguarda solamente i tre giocatori azzurri. Al termine dei Mondiali sono stati assegnati anche i premi individuali e lo schiacciatore brasiliano Leal è stato premiato come miglior schiacciatore della manifestazione.

POLONIA - ITALIA 1-3

(25-22, 21-25, 18-25, 20-25)

ITALIA: Giannelli 8, Michieletto 13, Anzani 8, Romanò 13, Lavia 21, Galassi, Balaso (L). Sbertoli, Russo 4. N.e: Recine, Bottolo, Pinali, Scanferla (L), Mosca. All. De Giorgi
POLONIA: Semeniuk 11, Bieniek 10, Janusz 1, Skiwka 12, Kochanowski 6, Kurek 8, Zatorski (L). Kaczmarek 7, Lomacz, Fornal 5, Kwolek. N.e. Klos, Poreba, Popiwczak (L). All. Grbic
ARBITRI: Mokry (SVK) e Simonovic (Sui).
NOTE - Durata set: 29', 31', 27', 27'. Spettatori: 11500. Italia: 4 a, 18 bs, 10 mv, 22 et. Polonia: 5 a, 15 bs, 5 mv, 30 et.

I Premi Individuali

MVP: Simone Giannelli
Miglior Palleggiatore: Simone Giannelli
Miglior Schiacciatore: Yoandy Leal
Miglior Schiacciatore: Kamil Semeniuk
Miglior Centrale: Gianluca Galassi 
Miglior Centrale: Mateusz Bieniek
Miglior Libero: Fabio Balaso
Miglior Opposto: Bartosz Kurek

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Romanò, Recine e Scanferla campioni del mondo. «E' tutto magico, abbiamo fatto qualcosa di impensabile»

SportPiacenza è in caricamento