rotate-mobile
Volley A1 maschile

Il Copra Elior fatica, ma arrivano i tre punti

Non è il miglior Copra Elior, siamo ben lontani dalla miglior partita giocata da Piacenza, ma l’aspetto positivo è che nonostante le difficoltà, lo svantaggio iniziale e i problemi accusati durante la gara, i biancorossi conquistano tre punti...

Non è il miglior Copra Elior, siamo ben lontani dalla miglior partita giocata da Piacenza, ma l’aspetto positivo è che nonostante le difficoltà, lo svantaggio iniziale e i problemi accusati durante la gara, i biancorossi conquistano tre punti senza nemmeno rischiare troppo. Non è un aspetto da sottovalutare, se si pensa alla prima giornata di campionato quando la formazione di Monti tornò dalla trasferta in Umbria con una sconfitta che aveva inulcato qualche dubbio sulla reale consistenza degli emiliani.

TESTA - Il tecnico aveva messo in guardia: «Con Città di Castello sarà dura soprattutto a livello mentale». Ci sono voluti pochi scambi per capire che la profezia si sarebbe avverata: la sfida con l’Altotevere si inserisce nella doppia gara con Macerata che toglie energie fisiche e di testa al Copra Elior. Forse si spera in un regalo della squadra di Radici, mentre giustamente gli ospiti fanno di tutto per approfittare del momento non eccellente di Piacenza, in campo con Zlatanov e Tencati nel sestetto mentre Papi e Fei sono nell’angolo delle riserve. La battuta non è nemmeno lontana parente di quella capace a sprazzi di creare enormi problemi alla Lube mercoledì scorso e la seconda linea umbra permette a Corvetta di non correre mai per il campo. Così l’ex biancorosso si diverte a far venire il mal di testa a muro e difesa di Piacenza.

SI PARTE - Il primo set parla solo la lingua dell’Altotevere, poi finalmente Piacenza inizia a giocare trascinata da un Vettori continuo dal primo all’ultimo pallone e da una serie al servizio di Zlatanov capace di decidere il secondo set prima ancora di entrare nel vivo.
Cresce Simon a muro (alla fine 7 punti diretti) e il cubano si scatena anche in attacco, Kaliberda cancella un primo set senza punti iniziando a mettere palloni a terra mentre De Cecco può divertirsi in regia. Il Copra Elior si complica un po’ la vita nella terza frazione, poi chiude con un monologo il quarto parziale. Adesso si può ufficialmente pensare a Macerata.

PIACENZA – CITTA’ DI CASTELLO 3-1
(16-25, 25-15, 25-20, 25-12)
COPRA ELIOR PIACENZA: Kaliberda 10, Tencati 5, Vettori 23, Zlatanov 12, Simon 15, De Cecco 2; Marra (L), Le Roux 1, Fei, Husaj 1, Partenio 1. Ne: Papi e Smerilli. All. Monti
ALTOTEVERE CITTA’ DI CASTELLO: Massari 7, Rossi 5, Van Walle 20, Fromm 7, Piano 4, Corvetta 1; Tosi (L), Franceschini 1, Dolfo 3, Sartoretti, Marchiani, Lensi (L). Ne: Carminati. All. Radici
ARBITRI: Goitre e Padoan
NOTE: Spettatori 3500, incasso 25000. Durata set: 23’, 23’, 28’, 23’; tot. 97’.

Il film della gara
Aggiornamento - La partenza è tutta del Copra Elior e il muro a tre biancorosso ferma Van Walle per il 5-1 Piacenza con Città di Castello che ferma il gioco. Non serve, i padroni di casa continuano a volare e si portano 12-2. Poi è un monologo dei biancorossi che chiudono 3-1 con i parziali di 16-25, 25-15, 25-20, 25-12.

Aggiornamento terzo set - Copra Elior-Città di Castello 2-1 (16-25, 25-15, 25-20) Il Copra Elior non gioca una frazione impeccabile, ma riesce a fare suo un set combattuto ma anche ricco di errori. I padroni di casa ne commettono qualcuno in meno e soprattutto possono contare su un Vettori molto concreto per portarsi avanti 2-1

Aggiornamento - Città di Castello inizia a sbagliare troppo, soprattutto in attacco e due errori consecutivi portano il Copra Elior 17-13. ma un doppio errore di Tencati in attacco (prima out e poi in rete) riporta sotto gli ospiti 16-17. Entra Fei per Tencati e Vettori ristabilisce subito le distanze: 20-18

Aggiornamento - Il muro di Piacenza fa la differenza e il Copra Elior vola 7-3, poi De Cecco si fa murare e l’Altotevere risale 6-8. C'è partita, ma il Copra Elior quando è avanti riesce a mantenere sempre una discreta distanza fra se e gli avversari, così Vettori porta le squadre alla sosta con i padroni di casa avanti 12-9

Aggiornamento secondo set - Copra Elior-Città di Castello 1-1 (16-25, 25-15) Piacenza agguanta il pareggio con un secondo set tutta sostanza. Trascinati da Zlatanov al servizio i biancorossi staccano subito gli avversari guadagnando un vantaggio incolmabile e chiudendo i conti senza problemi

Aggiornamento - Zlatanov si presenta dietro la linea di battuta con Piacenza a rincorrere e se ne va con i biancorossi avanti 15-6 e un set pesantemente condizionato, con Città di Castello che prova a cambiare tutto. Poi Kaliberda firma il 17-9

Aggiornamento - Piacenza parte meglio, ma poi ricade negli errori della prima frazione. Vettori prima spara fuori poi si vede murare il 6-4 Altotevere, quindi mette a terra il 6 pari e l’errore di Van Walle porta avanti i biancorossi 7-6. Piacenza prende il largo con il muro di Simon che vale il 9-6 sempre con Zlatanov al servizio e Vettori regala il 10-6 a una squadra che finalmente sembra entrata in partita. e il muro a uno di Simon su Piano lo conferma, portando le squadre allo stop sul 12-6 Piacenza

Aggiornamento primo set - Copra Elior-Città di Castello 0-1 (16-25) Città di Castello sorprende Piacenza e domina il primo set portandosi meritatamente in vantaggio contro un Copra Elior troppo falloso e poco determinato.

Aggiornamento - L’errore di Kaliberda consegna il 20-13 agli umbri, con Marra che continua a faticare in ricezione e la battuta biancorossa in grossisima difficoltà: Kaliberda dai nove metri regala il 21-14 agli avversari

Aggiornamento - Vettori si dimostra il più continuo in attacco e porta Piacenza 10-13 prima di sparare a metà rete il servizio. Il ritmo degli ospiti è più elevato e i biancorossi faticano a entrare in partita con decisione, subendo soprattutto le pipe di Città di Castello; quella di Fromm vale il 16-11, la seconda line adi Van Walle porta gli ospiti 17-11

Aggiornamento - Con Simon al servizio Tencati e De Cecco murano Massari e Piacenza risale 5-7, questa volta è Città di Castello a sospendere il gioco. Poi però gli umbri riprendono un buon ritmo mentre Piacenza è ancora in difficoltà e sbaglia qualcosa di troppo, soprattutto in attacco. Tocca a Massari in pipe firmare il 12-7 perugino

Aggiornamento - Città di castello presenta in campo il trio di ex Corvetta-Piano-Massari e parte meglio, portandosi subito 5-2. L’ace di Piano su Marra vale il 7-3 ospite e Monti chiama tempo

Squadre in campo al PalaBanca per la prima giornata di ritorno che vede di fronte Piacenza e Città di castello. All'andata Corvetta e compagni giocarono un brutto schero ai biancorossi, che però dall'esordio hanno perso una sola gara, a domicilio di Trento.
Monti scioglie il dubbio sullo schiacciatore e manda in campo Zlatanov in diagonale a Kaliberda, con Papi pronto eventualmente a subentrare. Il resto del sestetto è composto da De Cecco-Vettori, Simon che eccezionalmente fa coppia con tencati (fei resta in panchina) e Marra libero.
Segui il live su www.sportpiacenza.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Copra Elior fatica, ma arrivano i tre punti

SportPiacenza è in caricamento