Questo sito contribuisce all'audience di

I Lupi Biancorossi scrivono al sindaco: «Piacenza non può permettersi di perdere la Wixo Lpr»

Lettera aperta dei tifosi al primo cittadino: facciamo squadra, smuovere le acque è ancora possibile. E la pallavolo ha una valenza sociale importante sul nostro territorio

Foto di fine stagione con i Lupi Biancorossi e i giocatori della Wixo Lpr

Riceviamo e pubblichiamo integralmente la lettera inviata dai Lupi Biancorossi, la parte più calda dei tifosi della Wixo Lpr, al sindaco Patrizia Barbieri, in cui i sostenitori piacentini chiedono all'amministrazione di fare squadra per trovare una soluzione che consenta al volley di alto livello di restare a Piacenza.

Questa la lettera:

Gentile Sindaco,

sabato scorso al PalaBanca si è conclusa la nostra stagione, è caduta l’ultima palla di un campionato che in tempi non molto lontani ci vide campioni d’Italia, che ci ha regalato negli anni gioie e qualche delusione. Quel che è certo è che la pallavolo ha contribuito a dar lustro alla nostra città, considerata da sempre la "cenerentola" della regione, forse per la sua posizione geografica poco felice, ed a volte viene ingiustamente "snobbata”.

Anche negli ultimi sondaggi pare che da noi la "tristezza" la faccia da padrone e che molti lamentino la mancanza di iniziative, un centro storico spento, una città che sta pian piano morendo...
E nei giorni in cui con sempre maggiore insistenza si sente parlare della chiusura della Wixo Lpr Volley vogliamo sperare in un intervento della sua amministrazione, per evitare che anche questa eccellenza del nostro territorio si spenga.

Ovviamente noi tifosi di Volley parliamo per interesse, ma non potrebbe essere altrimenti, vista la passione che nutriamo per questo meraviglioso sport.
Lei capirà bene che ognuno tende a "tirar acqua al proprio mulino", ma una domanda vorremmo fargliela. A suo parere perdendo anche il grande Volley la città guadagnerà prestigio e valore o perderà attrattività?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È evidente come gli appuntamenti collegati alla pallavolo siano anche un momento di aggregazione sociale cittadino di notevole importanza: intere famiglie con bambini popolano il Palabanca, i meno giovani trovano un momento di svago, tanti ragazzi accumunati da questa passione si ritrovano a tifare in un palazzetto per uno sport sano che da sempre insegna i concetti di altruismo, collaborazione, complicità, cooperazione. La pallavolo è uno sport che sia in campo che fuori unisce, dove il campione, anche quello più forte al mondo, da solo non serve a niente, uno sport dove la squadra è il valore assoluto perché solo la squadra ti permette di realizzare o meno i tuoi sogni. Citando un grande allenatore come Andrea Anastasi, “non c’è nessuno che può schiacciare se non c’è un altro che alza, nessuno che può alzare se non c’è un altro che ha ricevuto la battuta avversaria”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • Per gli Interprovinciali confermato il programma attuale, i Provinciali dovrebbero terminare la fase locale prima di Pasqua

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Giana Erminio-Piacenza: 2-0, terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

  • Piacenza - Per Simonetti, Pedone, Galazzi e Ghisleni è una partita da dimenticare. Le pagelle

  • Piacenza, così si fa davvero dura: altro pomeriggio bruttissimo. La Giana Erminio vince 2-0

Torna su
SportPiacenza è in caricamento