rotate-mobile

Zlatanov: «In questa Gas Sales Bluenergy il cuore ha fatto la differenza». VIDEO

Il direttore generale e le affinità fra Gara5 con Modena e la finale scudetto in cui lui era in campo: da 0-2 a 3-2 in un palasport bollente. «E' un risultato che vale tantissimo»

GSE_banner_322x250_statico-2Hristo Zlatanov aveva tutta la famiglia a seguire la partita fino a oggi probabilmente più importante della stagione. Sugli spalti la moglie Chiara con la figlia Mia e il figlio Manuel e chissà che anche il loro tifo non abbia aiutato la Gas Sales Bluenergy nei momenti più difficili di Gara5 contro Modena. Alla fine il direttore generale biancorosso viene attorniato da amici, tifosi e conoscenti, nel gruppo c’è anche Luca Cantagalli, che si complimentano con lui e gli chiedono una foto.

Da 0-2 a 3-2 in trasferta in un palasport bollente. Ti sei ricordato la finale scudetto in cui eri protagonista in campo?

«Questi sono i Quarti di finale - racconta Zlatanov - non è ancora la partita che decide il tricolore. Però le affinità ci sono tutte. Sono molto felice perché i ragazzi sono usciti da una situazione non facile a Modena, in un palazzetto come sempre infuocato. Quando c’è da tirare fuori il massimo i nostri giocatori lo fanno sempre; dal primo all’ultimo sono stati veramente bravi a venire fuori da un momento molto difficile sia tecnicamente sia a livello ambientale. Era durissima, queste partite non si vincono con la tecnica ma soprattutto con il cuore e alla fine questo ha fatto la differenza».

Sotto 2-0 cosa hai pensato?

«Che era ora di iniziare a giocare e i ragazzi lo hanno fatto. Non saremmo riusciti a scrivere a priori un copione migliore. E fatemi fare anche i complimenti a Modena, bravissimi dalla prima all’ultima partita. Per quanto mi riguarda sono soddisfatto per i giocatori, per la società e per tutti quanti: un pochino ce lo meritavamo visto tutta la sfortuna con cui abbiamo dovuto fare i conti».

Quanto conta questo risultato per te? Non è un segreto che la società tenesse parecchio alle semifinali così come non è un segreto che abbiate avuto delle difficoltà durante la stagione.

«Ne abbiamo avute tantissime, questo è stato l’anno delle difficoltà, in tutti i sensi e di tutti i tipi. E’ un risultato fondamentale per il club, per la prima volta nella nostra storia siamo in semifinale; un traguardo per niente scontato visto che siamo in Superlega da tre anni e mezzo».

Video popolari

SportPiacenza è in caricamento