Questo sito contribuisce all'audience di

Zlatanov festeggia i 41 anni pensando alla Final four per la Challenge e al futuro. VIDEO

Ultimo compleanno da giocatore per il capitano biancorosso. «Che giornata è stata? Dura, con un doppio allenamento»

Hristo Zlatanov festeggiato in occasione dell'ultima gara al PalaBanca

«Come ho festeggiato i miei 41 anni? Con una doppia seduta di allenamento». Hristo Zlatanov non soffia sulle candeline, le schiaccia. Lo ha fatto per tante stagioni, continua anche a poche ore dalla sua ultima partita, prevista in occasione della Final four per l’accesso alla Challenge Cup che si giocherà domenica ed eventualmente lunedì a Verona.

Hai portato la torta per i tuoi compagni o ti hanno festeggiato loro?

«Tutte e due le cose. Adesso che abbiamo finito la seduta in palestra andiamo negli spogliatoi e mangiamo».

Che sensazioni hai per l’ultimo compleanno da giocatore in attività?

«Devo ancora capirlo bene ma da un certo punto di vista è brutto, perché ti rendi conto che è finita una pagina molto molto importante della tua vita. Dall’altro invece è bello anche se un po’ malinconico, vivo questo momento con serenità perché mi sono preparato, sono pronto e non vedo l’ora di affrontare una nuova pagina bianca che aspetta solamente l’inchiostro per riempirsi».

Quale regalo vorresti per i tuoi 41 anni?

«Niente di particolare, va benissimo tutto così come è. Basta la salute».

Hai detto che anche oggi c’è stato un doppio allenamento. Si può festeggiare poco, fra due giorni inizia la Final four che potrebbe regalarvi la qualificazione alla Challenge. Come state?

«Bene. Ci stiamo preparando allo sprint finale e vogliamo fare bella figura perché è giusto chiudere la stagione in bellezza. Normalmente tutti si ricordano l’ultima parte dell’annata e tendono a dimenticarsi l’inizio, dunque è obbligatorio finire alla grande per noi come squadra, per la società e anche per i tifosi a cui vogliamo regalare una gioia».

La classifica della regular season dice che voi e Verona siete i favoriti. Concordi?

«No. E’ passato del tempo dal termine del campionato, siamo anche stati fermi dopo il primo turno e poi l’adrenalina si è ridotta, ma ci aspetta una Final four e bisogna stare sempre concentrati. Non stiamo parlando della fase finale di Champions League, ma noi abbiamo l’obbligo di rimanere sempre sul pezzo perché non si può sbagliare».

Ai tuoi compagni chiederai in regalo un’ultima vittoria?

«Non sarebbe male, è un traguardo che vogliamo raggiungere».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

GUARDA LA VIDEOINTERVISTA A ZLATANOV

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coppa Italia - Piacenza sconfitto 1-2, il Teramo sbanca il Garilli senza fatica

  • Piacenza-Grosseto 0-2: al Garilli decidono i gol di Moscati e Gallicani

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Nibbiano&Valtidone, CastellanaFontana e Vigolzone ok

  • Piacenza, male la prima. Il Teramo domina, biancorossi fuori dalla Coppa e con dei problemi da risolvere

  • Prato-Fiorenzuola: 1-0, decide una rete di Ortolini in avvio di gara

  • Serie C - Risultati e classifica della 1a giornata nei Gironi A, B e C

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento