menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una buona Gas Sales non basta: Trento è troppo solida e vince 3-1

I biancorossi vanno avanti 1-0 poi subiscono la rimonta degli ospiti trascinati da Vettori e Lisinac. A Piacenza non bastano i 22 punti di un ottimo Nelli

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo una sconfitta non si può mai essere contenti, soprattutto se non porta punti. La Gas Sales non lo è, ma il 3-1 subito per mano di Trento dopo essere passata in vantaggio conferma il momento di crescita della squadra iniziato subito dopo la sosta. L’Itas è formazione attrezzata per obiettivi ambiziosi, al PalaBanca si conferma squadra cinica e solidissima, ma Piacenza tiene in campo gli avversari per oltre due ore arrivando anche vicino al tie break. Lo fa puntando su un approccio di spessore, come conferma il 7-0 iniziale, e su alcuni aspetti che quando funzionano riescono a mettere in difficoltà anche una delle big del campionato.

LA GARA PUNTO A PUNTO

Come la battuta: quando i biancorossi trovano risposte dai nove metri riescono a guadagnare break importanti, mentre la difesa a fine partita si guadagna anche i complimenti degli avversari. Poi, è naturale, ci sono anche momenti negativi: nel terzo set si spegne la luce, complice anche la serie al servizio degli ospiti che si rivela letale, però uscire dal campo con soli 16 punti non è un aspetto positivo. Lo è invece la reazione mostrata nel quarto parziale; la “vecchia” Piacenza, quella per intenderci del 2019, probabilmente avrebbe abbassato la testa uscendo dal campo soddisfatta dell’unico set vinto. Quella attuale invece ci prova fino all’ultimo, ancora una volta parte meglio nel quarto set anche se poi basta rallentare un attimo perché formazioni del calibro di Trento ne approfittano e ti castighino. La Gas Sales dimostra di aver ritrovato il miglior Nelli, autore di 22 punti contro la sua ex squadra con una gara da autentico trascinatore: l’opposto si guadagna anche un simpatico “insulto” da Lorenzetti a fine partita per la sua ottima prestazione che ha costretto Trento e sudare più del previsto per avere ragione di Piacenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento