Questo sito contribuisce all'audience di

Auto elettriche e autobus per i tifosi a impatto zero: la Gas Sales è sempre più green

La società piacentina ha ottenuto (fra le prime in Europa) la certificazione CO2 free. «Da sempre puntiamo a preservare il territorio puntando sulla difesa dell’ambiente nel rispetto delle generazioni future»

Il tavolo dei relatori alla presentazione avvenuta al PalaBanca

Non solamente pallavolo: la Gas Sales vuole primeggiare anche quando si parla di sensibilizzazione verso i temi ambientali, così la società biancorossa ottiene, fra le prime realtà europee, la certificazione Carbon Neutral, in pratica diventa C02 free riducendo al minimo la produzione di anidride carbonica al PalaBanca. Un percorso iniziato qualche mese fa con l’idea di cancellare la plastica dal palasport introducendo per atleti, staff e squadre avversarie borracce in acciaio inox e distributori di acqua e proseguita settimana dopo settimana con una lunga serie di iniziative green. Attualmente l’impianto di Le Mose è alimentato da energia elettrica derivante al 100 per cento da fonti rinnovabili e da gas metano CO2 free, mentre si è provveduto a sostituire l'illuminazione con 52 corpi illuminanti che riducono il consumo energetico e le emissioni nocive. Non basta? La squadra si è dotata di un’automobile elettrica per lo spostamento degli atleti e a breve verranno installati nel parcheggio del PalaBanca anche due colonnine per la ricarica delle auto a emissioni zero. Ma in casa biancorossa si è pensato anche ai tifosi, così grazie alla collaborazione con Tempi Agenzia dalle prossime settimane sarà operativo un autobus a impatto zero che partendo dal Cheope accompagnerà i sostenitori di Fei e compagni a seguire le gesta della Gas Sales nelle gare interne.

La lunga serie di comportamenti virtuosi è stata certificata da Bureau Veritas, che ha rilasciato la certificazione ufficiale permettendo alla società piacentina di rappresentare una guida in termine di sostenibilità ambientale. Anche perché la strada tracciata dalla Gas Sales è stata seguita da alcuni sponsor del club, a iniziare dalla Banca di Piacenza che è diventato uno dei primi gruppi bancari con fornitura luce 100 per cento da fonti rinnovabili e gas metano 100 per cento libero da anidride carbonica, mentre Casa.it, che appare con il logo sulla maglia da gioco, ha attivato sul proprio portale una funzione per trovare un appartamento vicino alle colonnine per la ricarica della auto elettriche.

Ma non si tratta solo di questo: il club di Elisabetta Curti ha acquistato dei crediti di carbonio che verranno utilizzati per la realizzazione di pozzi d'acqua in Eritrea in un progetto Gold standard delle Nazioni Unite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - I risultati della domenica. Giornataccia per le piacentine: solo un pari per Nibbiano e Castellana

  • Piacenza-Triestina: 1-2, gli alabardati sbancano il Garilli con la doppietta di Maracchi

  • Piacenza troppo timido sul calciomercato: le rivali comprano, progettano, rilanciano o rinforzano. L'editoriale

  • «La retrocessione in B del Piacenza nel 1994? Non fu colpa del Milan». Galliani fra calcio, ricordi e...Hristo Zlatanov

  • Piacenza - Le Pagelle: Polidori e Corradi sprecano, Bolis mai in partita. Paponi fa 13

  • Serie D - Il Fiorenzuola firma un'altra impresa: rimonta la Sammaurese e poi mette la freccia

Torna su
SportPiacenza è in caricamento