rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Volley A1 maschile

Gas Sales Bluenergy: risolvere i problemi senza fare drammi. Difesa del terzo posto e Quarti di Champions gli obiettivi immediati

Le due sconfitte consecutive in Superlega hanno alimentato alcuni dubbi, fra dieci giorni arriva Perugia che può rappresentare l'occasione del riscatto

La sconfitta di Cisterna è arrivata inattesa in casa Gas Sales Bluenergy. Perché la squadra aveva mostrato una grande solidità non più tardi di pochi giorni prima vincendo in Champions League sia a Ankara sia a Berlino. Certo, in precedenza il ko in Coppa Italia contro Milano aveva fatto suonare un importante campanello d’allarme, ma le ottime prove europee avevano derubricato lo stop con l’Allianz (dolorosissimo e molto pesante) a giornata storta. Invece gli ultimi due ko, ma soprattutto le due pessime prestazioni, hanno rivoluzionato le carte in tavola e il problema principale è in chiave classifica, dove i primi due posti sono realisticamente irraggiungibili. Anche vincendo lo scontro diretto con Perugia la squadra di Anastasi dovrebbe recuperare cinque lunghezze nelle restanti cinque giornate, troppi per sperare di chiudere fra le prime due. Meglio dunque concentrarsi sul mantenimento della terza posizione, con Civitanova che potrebbe avvicinarsi pericolosamente.

Terminare più in alto possibile in graduatoria è fondamentale. Certo, sarà decisivo presentarsi al top nel momento clou della stagione, ma convinzione, grinta e gioco di squadra non si accendono in un istante schiacciando l’interruttore. Sono il risultato di un processo di crescita del gruppo che dura mesi, vietato dunque pensare che la formazione di Anastasi possa attendere tranquillamente la fine della regular season per poi dimenticare problemi e difetti mostrati durante l’anno trovando improvvisamente quella continuità a lungo ricercata.

Perché è vero che quando vinsero lo scudetto i biancorossi finirono la stagione regolare al quinto posto e anche lo scorso anno nonostante la sesta posizione la Gas Sales Bluenergy arrivò a un passo dalla finale. Però le statistiche dimostrano che si tratta di eccezioni: negli ultimi otto anni, dal ’14-’15 fino a oggi (al netto dello stop causato dal covid), solo in tre occasioni la finale scudetto ha visto in campo formazioni che non avevano chiuso il campionato ai primi due posti, e quando è successo spazio a una terza e una quarta (in entrambi i casi Civitanova) e solo in un caso una quinta in graduatoria, Perugia nel lontano 2016.

Adesso la Gas Sales Bluenergy ha dieci giorni per tirare il fiato prima del confronto diretto con Perugia. Caneschi dopo la sconfitta con Cisterna ha detto che sarà importantissimo staccare anche di testa; fondamentale in questa fase non sottovalutare i problemi, che obiettivamente esistono come conferma l’eliminazione dalla Coppa Italia, la pessima prova in Supercoppa e gli ultimi stop, ma neppure fare drammi. Piacenza è terza in Superlega e nei Quarti di finale di Champions nonostante non sia quasi mai riuscita a giocare con la formazione al completo. Adesso la stagione entra davvero nel vivo e serve che tutti diano il massimo, a iniziare dai fuoriclasse biancorossi di cui lo spogliatoio è pieno. La riscossa deve iniziare da loro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gas Sales Bluenergy: risolvere i problemi senza fare drammi. Difesa del terzo posto e Quarti di Champions gli obiettivi immediati

SportPiacenza è in caricamento