Lunedì, 22 Luglio 2024
Volley A1 maschile

Una battuta deficitaria e un serbatoio in rosso: la Gas Sales Bluenergy sconfitta da Trento anche in Gara2

Finisce 3-1 per gli ospiti, che adesso hanno tre match point a disposizione per volare in finale tricolore

GSE_banner_322x250_statico-2

La speranza è che sia un’impressione sbagliata, ma dopo i primi sentori di giovedì scorso adesso la sensazione è ancora più marcata, quasi una certezza. La Gas Sales Bluenergy sembra aver utilizzato tutta l’energia rimasta al termine di una stagione intensissima nella Gara5 del PalaPanini; adesso il serbatoio segna un preoccupante rosso e prima di mercoledì sembra difficile riuscire a trovare un distributore dove fare il pieno.

LA GARA PUNTO A PUNTO

Peccato, perché il 3-1 di Trento arriva di fronte a un PalabancaSport tutto esaurito come non si vedeva da lungo tempo. Era un’occasione per sfruttare l’aiuto degli oltre 3400 tifosi che avrebbero potuto trascinare i biancorossi, ma non è bastato neanche questo per guadagnare il pareggio nella serie di semifinale.

In casa Piacenza i problemi iniziano e poi sono evidenziati da un servizio assolutamente sottotono. Le cifre sono molto chiare, ma forse non dicono nemmeno tutto: 27 errori e soli due ace per la formazione di Botti, che non trova soluzioni alternative quando il servizio non entra. Nella prima frazione addirittura l’Itas riceve con il 79 per cento e con questi numeri per Sbertoli è tutto infinitamente più semplice. Oltretutto la Gas Sales Bluenergy regala troppi punti anche in attacco con errori diretti da parte di quasi tutti i protagonisti e con queste premesse è logico che la frazione sia segnata. Poi, sotto 1-0, contro questa Trento diventa difficile recuperare perché gli ospiti sono maestri nell’accettare i regali senza restituirne nemmeno uno. O meglio, lo fanno in parte nella terza frazione quando il set è ormai deciso, ma poi tornano la formazione cinica capace di chiudere il quarto parziale e di regalarsi tre match point per la finale scudetto.

Per i più ottimisti è facile voltarsi a qualche giorno fa e ricordare la splendida rimonta di Piacenza contro Modena, in una serie passata da 0-2 a 3-2. La speranza è che si possa nuovamente ripetere l’impresa, ma Trento è formazione molto più solida dei modenesi e sarà ancora più dura ribaltare l’esito della serie. Appuntamento a mercoledì in trasferta, nella speranza che il sogno possa proseguire.

PIACENZA-TRENTO 1-3

(19-25, 22-25, 25-20, 20-25)

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Romanò 19, Leal 12, Caneschi 8, Brizard 4, Lucarelli 11, Simon 10; Scanferla (L), Recine, Gironi, Basic. Non entrati: Hoffer (L), Alonso, Cester, De Weijer. All. Botti

ITAS TRENTINO: Michieletto 15, Podrascanin 9, Sbertoli 8, Lavia 4, Lisinac 9, Kaziyski 10; Laurenzano (L), Dzavoronok 2, Nelli 2, D’Heer, Cavuto. Ne: Pace  (L), Berger, Depalma. All. Lorenzetti

ARBITRI: Zavater e Cerra

NOTE: Spettatori: 3400. Incasso 56000. Durata set: 28’, 26’, 31’, 25’. Tot. 110’.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una battuta deficitaria e un serbatoio in rosso: la Gas Sales Bluenergy sconfitta da Trento anche in Gara2
SportPiacenza è in caricamento