rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Volley A1 maschile

Piacenza batte Milano e per una notte è in testa alla Superlega: non accadeva da oltre sette anni

La Gas Sales Bluenergy soffre, non gioca una partita impeccabile ma conquista la terza vittoria in altrettanti incontri grazie a un grande carattere

Sgombriamo il campo dagli equivoci: non è stata una Gas Sales Bluenergy scintillante. Un primo set inspiegabilmente non giocato, un quarto con 13 punti regalati a una Milano capace di conquistare il parziale nonostante il 28 per cento in attacco. Però quando vinci una partita in cui commetti 43 errori, hai la forza di lasciarti alle spalle una prima frazione orribile, ti trovi a rincorrere per tutto il terzo set in cui Milano conduce anche 21-17 e alla fine vinci la partita significa che i biancorossi hanno davvero un carattere enorme.

LA GARA PUNTO A PUNTO

Non esiste la riprova, ma la Piacenza dello scorso anno questo incontro l’avrebbe perso. Invece adesso anche una gara brutta, che ci può stare, frutta punti e permette alla formazione di Bernardi di conquistare il terzo successo in altrettanti incontri e di balzare al comando almeno per una notte. In attesa dei risultati di domenica la Gas Sales Bluenergy si piazza davanti a tutti in Superlega, non succedeva dal 16 marzo 2014 e finalmente dopo oltre sette anni la squadra biancorossa torna davanti a tutti, almeno per qualche ora. In quella squadra giocavano Zlatanov e Fei, ora dirigenti, oltre a Simon, De Cecco e Papi. In questa i protagonisti sono tanti, perché Bernardi parte con Recine e Rossard schiacciatori poi inserisce molto presto Antonov e visto che la squadra fatica a dare risposte arriva il momento anche di Stern e Pujol. Non è finita, perché nel corso della gara trova spazio Russell, lo stesso Antonov fa la spola fra campo e panchina diventando decisivo in un tie break che Oleg domina dalla linea dei nove metri. Poi c’è Caneschi che resta a lungo nella zona delle riserve ma quando entra mette a terra sette palloni in un batter d’occhio. E cosa dire di Damiano Catania, schierato nel cambio “giovane” con Recine e capace di dare sicurezza a una seconda linea comandata da Scanferla?

Per la seconda volta in due partite diventa difficile trovare un protagonista assoluto. Holt si prende il premio come miglior giocatore, ma è lui stesso che a fine partita dichiara pubblicamente di non meritarlo. «Se mi danno una bottiglia di vino la consegno a Antonov, è stato lui il grande protagonista». Ma cosa si fa a dimenticare un Brizard a fine terzo set fantastico anche in attacco, decisivo nella rimonta del 2-1, oppure di un Lagumdzija ancora una volta miglior marcatore con 19 punti.

L’entusiasmo per la nuova vittoria e per il primato momentaneo in classifica non può però far dimenticare che sul piano del gioco è stato complessivamente un passo indietro rispetto all’incontro vinto a Civitanova due settimane fa. I biancorossi hanno peccato in continuità, alternando ottimi momenti a periodi di pausa lunghissimi. Su questo bisognerà lavorare, perché non sempre le rimonte riescono e soprattutto perché è necessario aumentare di livello in vista del turno infrasettimanale di mercoledì a Modena e della trasferta di domenica prossima a Monza. Ma farlo con sette punti in classifica e tre vittorie consecutive sicuramente aiuta parecchio.

PIACENZA-MILANO 3-2

(16-25, 25-21, 26-24, 20-25, 15-6)

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Cester 3, Brizard 4, Rossard 12, Holt 12, Lagumdzija 19, Recine 8; Scanferla (L), Antonov 6, Pujol, Stern 4, Russell 1, Catania, Caneschi 7. Ne: Tondo (L). All. Bernardi

ALLIANZ MILANO: Chinenyeze 11, Patry 14, Jaeschke 10, Piano 7, Porro 4, Ishikawa 10; Pesaresi (L), Daldello, Romanò 1, Maiocchi, Mosca 2. Ne: Staforini (L), Djokic. All. Piazza

ARBITRI: Luciani e Frapiccini

NOTE: Spettatori: 895. Incasso 9363. Durata set: 26’, 27’, 32’, 33’, 15’. Tot. 133’.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza batte Milano e per una notte è in testa alla Superlega: non accadeva da oltre sette anni

SportPiacenza è in caricamento