Venerdì, 12 Luglio 2024
Volley A1 maschile

Non basta Leal, Gas Sales Bluenergy ancora ko: adesso servono tre imprese contro Modena

Piacenza si trova avanti in due occasioni ma cede al tie break e adesso gli avversari hanno tre match point per chiudere la serie

GSE_banner_322x250_statico-2

La delusione è enorme, perché Piacenza a lungo ci ha creduto. E’ stata due volte in vantaggio, ha recuperato un tie break in cui si è trovata a rincorrere, ma alla fine ancora una volta è Modena a tagliare il traguardo a braccia alzate dopo una maratona infinita. E questa volta la sconfitta è ancora più pesante, perché arriva in casa e soprattutto regala tre match point agli avversari nella corsa verso la semifinale scudetto.

LA GARA PUNTO A PUNTO

Quando si perde per due palloni, in un quinto set chiuso 15-13, diventa difficile parlare di tecnica e di tattica, però è complicato comprendere come facciano i biancorossi a lasciare per strada una frazione, la quarta, in cui gli avversari regalano 11 punti, praticamente metà parziale.

Adesso la corsa diventa molto più che in salita, è un’arrampicata senza corda di fronte a una formazione da cui in stagione ha perso quattro volte e che adesso bisognerebbe sconfiggere in tre occasioni consecutive di cui due in trasferta. Insomma, anche la matematica non dà una mano ai biancorossi. Perché sul tavolo bisogna mettere anche le condizioni difficili di alcuni giocatori chiave. Simon ha evidenti problemi fisici e non riesce a dare un contributo sufficiente alla squadra. Botti alla fine è molto chiaro: «E’ il nostro trascinatore, lo manderei in campo anche con una sola gamba». Però non poter contare sul più forte giocatore delle ultimi finali scudetto è pesantissimo. Così come è difficilissimo non avere a disposizione il migliore Romanò, anche questa sera in difficoltà e poi sostituito da Gironi. L’unico che ci ha provato fino all’ultimo è stato Leal: 27 punti, una gara di grande carattere e anche qualche provocazione nel campo di Modena. Dagli altri sono arrivate risposte altalenanti e contro questi avversari non ci si può permettere di alzare il piede dall’acceleratore. Non è finita, anche lo scorso anno nei play off ci fu chi riuscì a rimontare da 0-2 fino al 3-2, ma in questo momento solo i ricorsi storici tengono viva la speranza di Piacenza.

PIACENZA-MODENA 2-3

(25-19, 21-25, 25-22, 21-25, 13-15)

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Lucarelli 14, Simon 7, Romanò 4, Leal 27, Caneschi 9, Brizard 3; Scanferla (L), Gironi 7, Hoffer (L), Recine. Ne: Basic, Alonso, Cester e De Weijer. All. Botti

VALSA GROUP MODENA: Stankovic 9, Bruno 3, Ngapeth 20, Sanguinetti 8, Lagumdzija 21, Rinaldi 12; Rossini (L), Marechal, Sala, Rousseaux. Ne: Gollini (L), Krick, Bossi, Salsi.  All. Giani

ARBITRI: Cesare e Florian

NOTE: Spettatori: 1700. Incasso 23000. Durata set: 23’, 30’, 29’, 28’, 21’. Tot. 131’.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non basta Leal, Gas Sales Bluenergy ancora ko: adesso servono tre imprese contro Modena
SportPiacenza è in caricamento