rotate-mobile
Volley A1 maschile

La Gas Sales Bluenergy rimargina una ferita ancora aperta: Milano battuta 3-2 in rimonta

Dopo il ko di mercoledì in Coppa Italia i biancorossi vanno sotto 2-1 ma poi trovano la forza per superare i lombardi

GSE_banner_322x250_statico-2Lucarelli alla fine è onesto: «La vittoria è arrivata nel giorno sbagliato» ricordando il ko di mercoledì in Coppa Italia che ha impedito a Piacenza di qualificarsi alla Final four di Bologna. Lo stop brucia ancora e lo farà per parecchio tempo, ma alla prima occasione i biancorossi dimostrano di voler rimarginare il prima possibile una ferita aperta.

LA GARA PUNTO A PUNTO

Lo fanno superando in rimonta Milano dopo essere stati sotto 2-1, trovando lo spunto decisivo grazie al carattere, al cuore e anche alla volontà di qualche grande protagonista. Fra le tante fotografie odierne dei biancorossi, i 22 punti di Recine, il 77 per cento in attacco di SImon e il solito Lucarelli, ci piace scegliere quella di Romanò che inizia malino, dà una grande mano nel finale di primo set poi finisce in panchina e rimane in naftalina per oltre due set. Rientra sul 10 pari del tie break e infila due ace e una terza battuta che si rivelano decisive per il successo finale.

La vittoria arriverà anche nel giorno sbagliato ma intanto i due punti vanno a rinvigorire la classifica dei biancorossi che in campionato continuano a tenere una buona marcia e si preparano al meglio alla sfida di mercoledì in casa di Ankara, fondamentale in chiave Champions League. L’ambiente è pronto e tutti remano dalla stessa parte, come conferma lo striscione esposto dai Lupi Biancorossi all’ingresso in campo delle squadre: "Non temete i momenti difficili, il meglio viene da lì” recita l’incoraggiamento di tifosi, che poi sostengono i giocatori dal primo all’ultimo punto, comprese proprio le fasi complicate che nell’arco della gara sono più di una. Non è una Piacenza perfetta, ma la squadra di Anastasi dimostra di avere un cuore e una grinta grandi così, trovando proprio nel momento più complicato, sotto 2-1 e con lo spettro di una nuova sconfitta, la forza di uscire dalle sabbie mobili superando una Milano comunque molto modificata rispetto a mercoledì scorso.

Anche Anastasi rinnova la formazione nell’arco della gara, inserendo prima Gironi quindi temporaneamente Andringa e poi Ricci, con tutti che forniscono un contributo importante. Il finale è tutto per Lucarelli, con i tifosi che mostrano un secondo striscione “Ricardo resta con noi” invitando lo schiacciatore brasiliano a prolungare il contratto con Piacenza spegnendo le voci che vogliono Milano interessato all’attaccante. Lui, come al solito, ha sorrisi e strette di mano per tutti però non scioglie le riserve. Ma questo è un altro discorso, adesso l’obiettivo deve essere puntato esclusivamente su Ankara.

PIACENZA-MILANO 3-2

(25-23, 21-25, 19-25, 25-19, 15-13)

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Lucarelli 19, Simon 14, Romanò 7, Recine 22, Caneschi 5, Brizard 2; Scanferla (L), Gironi 13, Ricci, Andringa 1. Ne: Dias, Alonso e Hoffer (L). All. Anastasi

ALLIANZ MILANO: Vitelli 9, Porro 1, Kaziyski 11, Loser 12, Dirlic 22, Mergarejo 13; Catania (L), Zonta, Reggers 1, Ishikawa, Piano 1. Ne: Innocenzi, Colombo (L). All. Piazza

ARBITRI: Cappello e Zanussi

NOTE: Spettatori: 2700. Incasso 27000. Durata set: 26’, 28’, 26’, 27’, 20’. Tot. 127’.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Gas Sales Bluenergy rimargina una ferita ancora aperta: Milano battuta 3-2 in rimonta

SportPiacenza è in caricamento