rotate-mobile
Volley A1 maschile

L'analisi della stagione in casa Gas Sales Bluenergy: bene i successi con le big, ma i punti di distacco dalle prime sono troppi

Il momento più alto ottenuto con le vittorie contro Civitanova e Modena e la qualificazione alla Final four di Coppa Italia. Ma in campionato i biancorossi non realmente hanno mai lottato per una delle prime quattro posizioni come invece era successo l'anno scorso

E’ stata una stagione in chiaroscuro quella giocata fino a ora dalla Gas Sales Bluenergy e anche le cifre lo confermano. Chiaro che il bilancio è assolutamente parziale, la fase clou dell’annata inizia adesso e se Piacenza riuscisse a proseguire la corsa nei play off allora la pagella definitiva potrebbe essere modificata in meglio. Vediamo nel dettaglio gli aspetti positivi e quelli negativi della stagione regolare conclusa domenica.

GLI ASPETTI NEGATIVI

LA POSIZIONE IN CLASSIFICA - I biancorossi hanno chiuso al sesto posto come dodici mesi fa, ottenendo però una media punti inferiore. Complessivamente infatti sono arrivati 37 punti come nel 2020-2021, quando però si giocavano 22 gare invece delle 24 attuali. Quest’anno sono state 12 le vittorie contro le 13 dello scorso anno.

IL DISTACCO DALLE PRIME - Nell’ultima annata la formazione di Bernardi ha chiuso a due sole lunghezze dalla quarta in graduatoria e a 10 dalla terza, in questa stagione il distacco è stato abissale: 14 punti dalla quarta e 16 dalla terza, a testimonianza del fatto che contrariamente all’anno scorso non è mai stata seriamente in corsa per una delle prime posizioni.

LE DICHIARAZIONI DI INIZIO STAGIONE - L’obiettivo del quinto posto, annunciato in estate, non è stato raggiunto. Non era una richiesta casuale; significava migliorare la posizione dell’anno scorso e puntare al traguardo europeo. Anche perché la rosa è complessivamente superiore a quella dell’ultima annata. La differenza è che in questa stagione è stato reintrodotto il girone per il quinto posto che assegna un pass continentale, dunque il sogno Challenge rimane immutato.

LE TROPPE SCONFITTE CON SQUADRE DI SECONDO PIANO - Lo scorso anno Piacenza mise in campo un percorso molto più lineare: tante vittorie contro formazioni che chiusero la Superlega alle spalle dei biancorossi ma nessuna contro le big. In questa stagione invece sono stati troppi i punti lasciati per strada con avversarie sicuramente alla portata.

GLI ASPETTI POSITIVI

LA QUALIFICAZIONE IN FINALE FOUR DI COPPA ITALIA - Battendo Modena in trasferta nei quarti di finale la Gas Sales Bluenergy si è qualificata per la prima volta nella storia della nuova società alla Final four di Coppa Italia. Un appuntamento prestigioso a cui i biancorossi mancavano da anni. Anche in semifinale la prova contro la corazzata Perugia è stata di alto livello, a conferma che Piacenza in gara secca può creare problemi a chiunque.

LE VITTORIE CON LE BIG - Negli ultimi due anni i biancorossi non erano mai riusciti a vincere neppure una partita con le big della Superlega. Quest'anno, specialmente in avvio, il copione è cambiato, grazie ai successi ottenuti in trasferta in casa di Civitanova e Modena. Passi in avanti contro le “grandi” del campionato che testimoniano una crescita complessiva della squadra.

IL CONTRIBUTO DELLA PANCHINA - La qualità della rosa è indiscutibile e infatti spesso la panchina ha fornito contributi importanti. Stern a lungo ha sostituito Lagumdzija senza farlo rimpiangere, Rossard e Russell si sono alternati, così come Cester e Caneschi, a volte anche in campo insieme, e nell’ultima gara ha dimostrato tutto il proprio valore pure Catania. La Gas Sales Bluenergy attuale non ha solo sette giocatori di livello, ma almeno dieci-undici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'analisi della stagione in casa Gas Sales Bluenergy: bene i successi con le big, ma i punti di distacco dalle prime sono troppi

SportPiacenza è in caricamento