rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Volley A1 maschile

Milano si conferma incubo della Gas Sales Bluenergy: i lombardi conducono 1-0 nella serie dei Quarti di finale

Biancorossi due volte avanti, poi crollano nel tie break. Domenica Gara2 all'Allianz è già una sfida che Piacenza non può assolutamente perdere

GSE_banner_322x250_statico-2Ancora Milano, di nuovo l’Allianz. Dopo aver eliminato Piacenza dalla Coppa Italia i lombardi complicano il cammino dei biancorossi anche nei playoff. Perché è vero che in una serie tre su cinque dei Quarti di finale scudetto niente è compromesso, ma intanto la squadra di Piazza ha già eliminato il vantaggio del fattore campo che la Gas Sales Bluenergy si era guadagnata in una sudatissima stagione regolare.

LA GARA PUNTO A PUNTO

«La prima partita sarà fondamentale» aveva anticipato Yuri Romanò alla vigilia. Invece finisce 3-2 per i meneghini e il rammarico in casa biancorossa è grande perché i padroni di casa erano riusciti a portarsi avanti con un primo set sontuoso (60 per cento in attacco) e avevano mantenuto il vantaggio anche nella terza frazione. Non solo, perché nei parziali vinti da Milano avevano inizialmente barcollato sotto la serie al servizio di Kaziyski, in grande difficoltà in tutti i fondamentali ma decisivo dai nove metri, senza però mai mollare. Contrariamente a quanto acceduto troppo spesso in stagione la Gas Sales Bluenergy era riuscita a restare in piedi arrivando in entrambe le occasioni a riaprire set che sembravano chiusi. Poi nel tie break il crollo, sia in ricezione sia con alcuni errori nei momenti cruciali che hanno instradato la frazione dalla parte degli ospiti ben prima che si arrivasse sul rettilineo finale.

Anastasi alla fine parlerà dei numeri e dirà che le cifre descrivono una partita giocata da Piacenza a buon livello, sicuramente alla pari con Milano. In realtà i biancorossi fanno addirittura meglio, ma l’unico numero che conta è il risultato finale e quello regala all’Allianz il primo grandissimo sorriso. Così domenica in Gara2 Brizard e compagni saranno già con le spalle al muro, perché una nuova sconfitta significherebbe arrivare a un centimetro dal baratro. La prima partita della serie ha dimostrato quanto già si sapeva: se la Gas Sales Bluenergy si esprime al top è superiore agli avversari, si è visto soprattutto nel primo ma anche in un “tranquillo” terzo set, ma la differenza a questi livelli la fanno i dettagli e pochissimi palloni. Stasera sono caduti nel campo di Piacenza, domenica devono trovare un altro alloggio. E soprattutto bisognerà trovare differenti contromisure a muro sia su Vitelli, oggi nettamente vincitore nel confronto con gli olomoghi biancorossi, sia su Reggers, per lunghi tratti immarcabile. Insomma, giocare a buoni livelli non basta, Piacenza deve alzare l'asticella e deve farlo subito se vuole mantenere vivo il sogno scudetto.

PIACENZA-MILANO 2-3

(25-20, 21-25, 25-19, 22-25, 10-15)

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Lucarelli 16, Caneschi 5, Romanò 19, Leal 15, Simon 13, Brizard 4; Scanferla (L), Hoffer (L), Andringa, Recine 3, Gironi 1, Dias. Ne: Alonso e Ricci. All. Anastasi

ALLIANZ MILANO: Porro 2, Ishikawa 17, Loser 7, Reggers 18, Kaziyski 8, Vitelli 16; Catania (L), Zonta, Dirlic 4, Mergarejo 1, Colombo (L). Ne: Starace, Innocenzi, Piano. All. Piazza

ARBITRI: Puecher e Caretti

NOTE: Spettatori: 1900. Incasso 13000. Durata set: 29’, 31’, 27’, 32’, 18’.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano si conferma incubo della Gas Sales Bluenergy: i lombardi conducono 1-0 nella serie dei Quarti di finale

SportPiacenza è in caricamento