menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Clevenot e Russell saranno chiamati a un superlavoro a causa dell'assenza di Grozer

Clevenot e Russell saranno chiamati a un superlavoro a causa dell'assenza di Grozer

La Gas Sales Bluenergy sogna lo scherzo alla capolista

Biancorossi domenica in campo a Perugia senza Grozer. Bernardi studia le soluzioni alternative; Mousavi potrebbe essere schierato dall'inizio

Perugia in trasferta, Cisterna al PalaBanca, poi nell’ordine Trento, Civitanova e Modena, con l’inserimento del recupero in casa di Verona. La sera del 3 gennaio la Gas Sales Bluenergy potrà conoscere buona parte del proprio destino, ma pensare in termini temporali così lunghi sarebbe sicuramente deleterio. Un passo alla volta, perché quello che attende Piacenza domenica (si inizia alle 17) è sicuramente uno dei più difficili. I biancorossi fanno visita alla capolista della Superlega, quella Sir Safety che in questa stagione ha lasciato il campo solamente una volta senza punti. E deve farlo senza il proprio bomber principe: Georg Grozer infortunatosi sabato scorso alla caviglia destra e atteso da qualche settimana di stop per recuperare al meglio. In settimana è arrivato Michal Finger, visto anche l’addio all’altro opposto di ruolo James Shaw, ma il ceco deve espletare tutte le formalità legate al Covid e oggi non sarà nemmeno in distinta.

Ogni volta che i biancorossi si sono trovati in una situazione di necessità Bernardi ha sempre studiato la soluzione corretta, che sia stata per l’intera partita o solamente per qualche rotazione. Adesso le opzioni da valutare non sono poche, anche se alcune lascerebbero la sua squadra senza grandi alternative in panchina in caso di bisogno. Le opzioni più “scontate”, se non altro perché già provate in altre gare di campionato, prevederebbero l’inserimento di tre schiacciatori con Russell o Antonov a fungere da finti opposti e Clevenot a sobbarcarsi buona parte del lavoro in ricezione. Ma attenzione, perché sabato scorso l’ingresso di Iacopo Botto è stato eccellente, lo spezzino ha dimostrato di stare bene e si candida per un posto da titolare. Un’altra soluzione sarebbe l’inserimento di Tondo da opposto, ruolo che il giocatore ha già ricoperto nelle scorse stagioni e consentirebbe a Bernardi di tenersi due soluzioni in panchina per gli schiacciatori, ma non è neppure da escludere l’opzione meno gettonata ma forse per questo in grado di sorprendere Perugia, con Clevenot finto opposto (il francese da zona due ha buone qualità) e la coppia Russell-Antonov a concentrarsi maggiormente sull’attacco di posto quattro. Sempre fermo restando che il tecnico biancorosso avrà studiato probabili modifiche a ogni rotazione per non dare punti di riferimento agli avversari. Perugia dopo un lungo stop provocato da un focolaio di Covid ora è costretta a un tour de force che però, per il momento, non sembra accusare. Gli umbri hanno giocato quattro gare nelle ultime due settimane e appena dopo la sfida con Piacenza si dirigeranno verso Tours dove sono attesi dal girone di Champions che prevede due partite in tre giorni con Civitanova e i francesi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento