rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022

Recine: «Per battere Trento dovremo giocare ancora meglio di domenica scorsa. Fondamentali muro e difesa». VIDEO

Lo schiacciatore della Gas Sales Bluenergy alla vigilia della decisiva Gara3 della serie che aprirà le porte delle semifinali a chi se la aggiudicherà. «Ci aspettiamo un avversario con il coltello fra i denti»

Immagine REALAB-2Chissà quale altre novità tattiche si inventeranno Bernardi o Lorenzetti per rendere ancora più avvincente la sfida decisiva dei quarti di finale play off fra Trento e Gas Sales Bluenergy. Ma soprattutto chissà cosa si rivelerà decisivo in una serie che mette in palio la semifinale scudetto contro Civitanova. Domenica nessuna delle due squadre potrà sbagliare, anche un solo errore potrebbe rivelarsi letale e lasciare spazio a rimorsi e rammarico.

E mentre l’Itas giovedì sera sarà impegnata nel ritorno della semifinale di Champions League contro Perugia, i biancorossi sono concentrati sull’incontro che li vedrà impegnati in casa dei trentini, a iniziare da Francesco Recine, uno dei protagonisti della vittoria della scorsa settimana.

Tutto pronto per Gara3, domenica scorsa avete messo in mostra una grande pallavolo e tu sei stato chiamato a un ruolo leggermente differente rispetto al solito.

«Bernardi ha scelto di utilizzare il cambio Under 23 fra me e Catania per modificare l’approccio in ricezione, visto come era andata la prima partita della serie. Per quanto mi riguarda io sono a completa disposizione della squadra, secondo me siamo andati meglio in seconda linea, se serve per migliorare la situazione va bene così».

Tu hai reagito bene ma come l’hai vissuta? Giocare poco più di metà partita a livello mentale cambia parecchio, specie per chi è abituato a rimanere sempre in campo.

«Verissimo, diventi una specie di centrale: entri solamente in prima linea, magari non tocchi nemmeno un pallone ed esci di nuovo. E’ stata una prova anche a livello mentale e sono orgoglioso di me, perché non ho mollato di testa come sarebbe potuto accadere visto che era una situazione nuova».

E’ stata un’ottima Gas Sales Bluenergy ma è perfino superfluo dirlo, perché o giocate un confronto al top o contro Trento non si vince.

«Per la sfida decisiva sarà necessario alzare ulteriormente il livello perché loro si presenteranno con il coltello fra i denti e molto dipenderà anche dalla partita di Champions League contro Perugia che disputeranno giovedì».

Giocare di fronte a un pubblico finalmente numeroso cambia qualcosa, visto che non eravate più abituati?

«Io quest’estate sono sceso in campo in Polonia in palasport pieni, dunque credo non cambi molto. Certo, è strano tornare a vedere impianti con tanti spettatori ma è comunque bellissimo».

Parlano tutti di battuta e ricezione. Ma a parte questi due fondamentali dove si potrebbe decidere Gara3 che aprirà le porte delle semifinali a chi se la aggiudicherà?

«Di certo il servizio riveste una grande importanza. Ma secondo me diventeranno decisivi anche muro e difesa: domenica scorsa siamo riusciti a toccare tanti palloni e a difendere molto. Anche loro nei fondamentali sono bravi, sarà un altro degli aspetti in cui dovremo fare bene per aggiudicarci la serie».

Video popolari

Recine: «Per battere Trento dovremo giocare ancora meglio di domenica scorsa. Fondamentali muro e difesa». VIDEO

SportPiacenza è in caricamento