menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elisabetta Curti: «Il 2020 ci ha fatto crescere. Adesso puntiamo a uno dei primi cinque posti»

La presidente della Gas Sales Bluenergy fra un bilancio dell'anno terminato e le prospettive per il 2021. «Puntiamo in alto, abbiamo fatto una promessa e vogliamo mantenerla»

«Quasi quasi viene voglia di far finta che questo 2020 non sia esistito. Saltiamolo e passiamo direttamente al 2021». Risponde così Elisabetta Curti quando si chiede un bilancio sull’anno che sta terminando, con un sorriso e una battuta. C’è buonumore, anche se la sua Gas Sales Bluenergy in questo periodo infernale si trova per la prima volta a fare i conti con il Covid. Domenica arriva Modena, ma sarà già l’anno nuovo, così ci si volta indietro per analizzare i dodici mesi più strani degli ultimi decenni. «E’ stato un periodo - spiega la presidente biancorossa - che ci ha fatto crescere, sia a livello personale sia di squadra. I problemi della pandemia fanno maturare soprattutto una società come la nostra che ha poco più di due anni di vita. Ci è capitato il peggio del peggio nel momento in cui viviamo in una fase di sviluppo; dobbiamo ancora adattarci, ma sono esperienze che fanno crescere in fretta».

Qual è stata la soddisfazione maggiore?

«La vittoria in casa di Verona perché è la più recente e mi è piaciuto molto il comportamento della squadra. Se posso sceglierne un’altra allora dico la partita con Civitanova: abbiamo perso 3-1 ma alla fine il pubblico presente si è alzato in piedi ad applaudirci. E’ stata una grande soddisfazione, il premio a una squadra mai doma».

Non si può negare che abbiate vissuto anche momenti difficili, soprattutto in questa seconda fase di 2020, con il cambio di allenatore e tante novità in squadra.

«Anche superare questi problemi serve per migliorare. Qualcuno ha detto: avete rifatto tutta la rosa. In realtà siamo dovuti intervenire per risolvere una serie di infortuni piuttosto seri, tanto che ancora oggi alcuni dei nostri giocatori sono inutilizzabili. C'è stato lo stop di Hierrezuelo, si è fatto male Grozer, Shaw ha avuto grosse difficoltà e per tre quarti della stagione siamo stati senza un secondo opposto. Eravamo anche partiti con tre centrali e sommando tutte queste complicazioni siamo dovuti correre ai ripari. Poi nessuno nega che qualcosa forse avremmo dovuto capirla prima, ma lo sport è anche questo, compiere un percorso di squadra che ti permetta di crescere».

Avete dimostrato di non voler rallentare di fronte alle incognite, investendo in maniera massiccia e andando oltre il budget preventivato in estate. Oltretutto adesso alla Gas Sales Bluenergy sono già associati nomi di livello assoluto per la prossima stagione.

«Non ci siamo tirati indietro, abbiamo fatto una promessa e la manterremo. Siamo una squadra di Superlega, il nome di Piacenza è fra le dodici città italiane al top della pallavolo, puntiamo in alto. Certo, l’impegno economico è elevato e fatemi dire che il gruppo Curti non si è mai tirato indietro in nessuna occasione investendo in modo massiccio, aiutato anche dal contributo dei nostri sponsor con la Banca di Piacenza in prima fila».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento